10rit : Eraclea – Chiarano 2-1

ERACLEA CHIARANO
Boso
Zorzetto
Trevisan
Bacchin
Cibin
(40′ Rippa)
Pasqual S.
Vettoretto
Rosiglioni
Bonetto
Rinaldi
(70′ Teso)
Follador
(90′ Carraro)
All. Pattaro
Zaccariotto
Furlan
Berto G.
Nappi
(46′ Soldan)
Leffi
(84′ Dall’Acqua)
Berto A.
Zoia
(63′ Tonel)
Esposito
Zigoni
Basei
Drusian
All. Giacomini

Arbitro: Simone di San Donà di P. 6,5

Marcatori: 11′ Vettoretto (E), 53′ Basei (C), 62′ Vettoretto (E)

Note

CRONACA:
L’Eraclea vince questa importantissima sfida per la salvezza anche se il risultato finale non premia a sufficienza la squadra di casa per la supremazia che ha dimostrato durante tutto il match. Questa gara metteva in palio la quart’ultima posizione della classifica che significa salvezza senza dover poi ricorrere agli spareggi, l’Eraclea era avanti di tre punti rispetto al Chiarano, gli ospiti quindi con una vittoria al Comunale di Eraclea avevano la grande chance di agganciare i padroni di casa, ma la formazione diretta da Luca Pattaro ha messo subito in chiaro le cose costringendo gli avversari alla difensiva già dalle prime battute del match. Per questa importante gara il mister granata può finalmente recuperare buona parte degli immancabili assenti con qualche rischio come nel caso di Cibin che inizia la gara non in perfette condizioni fisiche e poi è costretto al 40′ del primo tempo dare forfait. Eraclea pericolosa già al 2′ minuto con il solito calcio di punizione battuto da Vettoretto la cui traiettoria rasoterra costringe Zaccariotto ad allungarsi in tuffo per deviare la sfera in calcio d’angolo. Per i primi dieci minuti si vedono solamente i granata all’attacco, il Chiarano al primo tentativo offensivo viene castigato da una velocissima azione di rimessa dell’Eraclea: siamo all’undicesimo, la difesa eracleense recupera palla e rilancia lungo a favore di Bonetto, unico granata nei pressi della linea mediana di centrocampo, l’attaccante controlla il pallone, evita in dribbling il proprio marcatore e scatta sulla fascia destra, la sua azione offensiva è accompagnata sul lato opposto dalla discesa di Follador e Vettoretto, gli ospiti finiscono per trovarsi in inferiorità numerica, a quel punto Bonetto serve in diagonale per Vettoretto il quale palla al piede entra in area per poi battere il portiere in uscita mandando la palla ad insaccarsi sul palo più lontano. L’Eraclea mantiene un continuo predominio territoriale tenendo gli avversari lontani dalla porta difesa da Boso, un solo gol di vantaggio è però poco per star tranquilli, i granata cercano con insistenza il raddoppio che poco dopo la mezz’ora sembra cosa fatta. Siamo al 32′ minuto Rinaldi scende sulla fascia destra e serve palla a Follador il quale dopo essersi liberato della marcatura cerca la conclusione da posizione defilata, il portiere ospite si oppone con una deviazione in tuffo, la difesa del Chiarano anche se in difficoltà riesce a rinviare fuori area dove Bacchin è lesto a recuperar palla e servire a fianco per Rinaldi il quale calcia al volo con traiettoria a rientrare, la conclusione fa gridare al gol ma in realtà la palla si infrange sul palo interno alla destra dell’oramai battuto Zaccariotto e torna in campo. Un solo gol di vantaggio al termine del primo tempo per l’Eraclea non rispecchia pienamente quanto si è visto sul campo, il Chiarano non ha mai concluso in porta e la beffa vuole che gli ospiti alla prima conclusione riescano a trovare il pareggio. Ottavo della ripresa, Drusian con grande esperienza conquista un calcio di punizione poco fuori del vertice destro dell’area granata, dell’esecuzione si incarica Basei lasciando partire un tiro liftato che scavalca la barriera e si insacca alla destra di Boso, il quale forse si muove in ritardo. Ancora una volta i granata hanno il pregio di non perdere la testa e di reagire nella giusta maniera riportandosi con ordine all’attacco. La loro determinazione viene presto premiata grazie al solito Vettoretto, il quale al 17′ minuto, da grande lottatore, prende palla poco dopo la metà campo e parte in dribbling verso l’area subendo però fallo a circa 20 metri dalla porta avversaria, lo stesso Vettoretto si sistema il pallone per poi lasciar partire la sua classica bordata che manda la sfera ad insaccarsi nell’angolo basso alla sinistra di Zaccariotto inutilmente proteso in tuffo. L’Eraclea sulle ali dell’entusiasmo si mantiene ancora per qualche minuto in avanti ma poi, a partire dalla mezz’ora, arretra il proprio baricentro lasciando spazio e speranze ai tentativi di rimonta del Chiarano, gli ospiti però non si dimostreranno mai sufficientemente pericolosi nella metà campo eracleense, l’estremo granata Boso compie un solo impegnativo intervento nel finale quando, al 42′, il neo entrato Dall’Acqua cerca la conclusione a sorpresa con uno spiovente dalla lunga distanza ed il portiere di casa è costretto ad alzare la palla sopra la traversa. L’Eraclea trascorre indenne anche il periodo di recupero ed il triplice fischio finale del signor Simone di San Donà, che ha diretto con sicurezza l’incontro, sancisce la meritatissima vittoria dei granata che porta un grosso sospiro di sollievo in casa eracleense in vista del rush finale per conquistare una salvezza ora più vicina di prima.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*