10rit : Eraclea-Vigor 2-0

ERACLEA VIGOR

Baldo
Picchetti
Momentè
(90' Reale)
Amadio
Furlanetto
Sandrin
Boem
Marcon
(52' Teso)
Imperi
(73' Cinquegrani)
Follador
Turchetto
All. De Pieri

Antonioli
Fagotto
Kozielec
Bertoli
Demo
Bozzato
Thao
Pellegrini
Marzinotto
Rui
Tedesco
(52' Gallinaro)
All. Venaruzzo

Arbitro: Ballante di San Donà di Piave 6,5

Marcatori: 31' Follador (E), 36' Imperi (E)

Note:

CRONACA:
Alla vigilia della gara di andata l'Eraclea occupava l'ultima posizione di classifica e la Vigor quella immediatamente precedente, vinse la Vigor grazie ad una rete realizzata nei primi minuti alla quale seguirono i generosi ma inutili tentativi di rimonta da parte degli eracleensi. Quella sconfitta di misura lasciò l'Eraclea ancora più sola in fondo alla classifica mentre la Vigor salì di un paio di posizioni. Alla gara di ritorno le due formazioni si ritrovano navigando sempre in zona retrocessione, ma a posizioni invertite. La Vigor è fanalino di coda seppur staccata di pochissimo da chi la precede, mentre l'Eraclea dopo un discreto periodo durante il quale è risalita in classifica, nelle ultime quattro giornate è incappata in altrettante sconfitte facendosi risucchiare nuovamente verso il fondo. Di conseguenza quello fra Eraclea e Vigor si presentava come un match di una certa importanza in chiave salvezza con entrambe le formazioni determinate a vincere: gli ospiti per abbandonare l'ultima e scomoda posizione, i padroni di casa per riportarsi a +5 dal fondo classifica. Rispetto alla precedente gara contro il Treporti mister De Pieri può contare sul recupero di Follador e Turchetto anche se i due non sono ancora in perfette condizioni fisiche. Parte bene l'Eraclea che si rende pericolosa già al primo minuto di gioco con Turchetto il quale ricevuta palla sulla trequarti di sinistra si presenta solo al limite dell'area ospite, ma ha quell'attimo di indecisione prima di concludere che permette ad un difensore cintese di recuperare la posizione e chiudergli la visuale di tiro. Per i primi venti minuti si assiste ad un monologo della formazione granata che si mantiene costantemente all'attacco tuttavia senza mai concludere con la necessaria pericolosità verso la porta difesa da Antonioli. Quest'ultimo rischia invece di essere beffato al 22' minuto quando un suo compagno di squadra devia un tiro-cross eracleense proveniente dalla lunga distanza provocando uno strano ed alto rimbalzo del pallone che scavalca il sorpreso portiere cintese ma finisce per colpire la traversa. Dopo lo scampato pericolo la Vigor per evitare di farsi schiacciare nella propria metà campo prova ad avanzare il baricentro cercando di creare qualcosa di pericoloso in fase offensiva, ma Amadio e compagni sono attenti e ben piazzati evitando così a Baldo di correre dei rischi. L'Eraclea continua a spingere in avanti senza risparmio di energie, però una volta giunti nei pressi dell'area avversaria ai granata manca sempre la giusta finalizzazione. I padroni di casa ci provano da varie posizioni ed al 31' minuto lo sgusciante Turchetto cercando di penetrare per vie centrali viene affrontato ed atterrato un paio di metri fuori dall'area. Il conseguente calcio di punizione viene battuto da Follador il cui secco rasoterra sorprende Antonioli nell'angolino basso alla sua sinistra. La rete non sblocca solamente il risultato ma anche l'Eraclea a livello psicologico, i granata ora giocano con maggiore sicurezza e nel giro di cinque minuti trovano anche il raddoppio. Il terzino Momentè, al 36', dimostra di avere i piedi buoni anche per percorrere la fascia sinistra ed effettuare un lungo e calibrato traversone verso il limite dell'area piccola della Vigor sul quale si avventa l'accorrente Imperi lesto ad anticipare di un soffio portiere e difensore avversario spingendo il pallone in fondo al sacco per poi ricevere l'abbraccio dei suoi compagni di squadra. E' un buon momento per l'Eraclea che però non ne approfitta per chiudere anzitempo la gara ed il primo tempo termina così sul due a zero a favore dei padroni di casa. Di diverso aspetto la ripresa, come era prevedibile la Vigor inizia il secondo tempo all'attacco cercando un gol che riaprirebbe la gara e nel loro compito gli ospiti sono in parte facilitati da un'Eraclea che sembra aver perso lo smalto dei primi 45' minuti giocati in maniera spumeggiante. Rimasta a lungo inoperosa nel primo tempo la difesa granata ora ha il suo bel da fare per cercare di arginare le incursioni della Vigor che spesso provengono dai piedi del vietnamita Le Huynh Minh Thao un minuto ed instancabile motorino che cerca di fare del suo meglio per rifornire di palloni l'attacco della sua squadra. Nonostante il generoso tentativo di rimonta dei cintesi la difesa granata nella ripresa quasi mai corre dei seri pericoli e per l'estremo difensore Baldo c'è solo lavoro di ordinaria amministrazione, il suo compito è anche facilitato dall'imprecisione degli ospiti in fase di conclusione. Quando l'arbitro assegna i cinque minuti di recupero gli eracleensi forti del doppio vantaggio capiscono di avercela fatta riuscendo poi a mantenere imbattuta la loro porta fino al 95'. Tre punti molto importanti per l'Eraclea che a causa della contemporanea vittoria del Passarella non hanno un grande valore per la salvezza definitiva ma almeno mantengono la formazione granata a debita distanza dall'ultima posizione. Per la Vigor il campionato non finisce sicuramente così perchè nella gara di recupero con il Torre di Mosto avrà la possibilità di rifarsi contro un avversaria che la precede in classifica di un solo punto.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*