11and : Caorle – Eraclea 1-0

CAORLE ERACLEA
Gonella
Donà
Buoso
Zorzetto R.
Geretto
Marchesan
Soncin
(85′ Gusso)
Dobrozi
Greco
(65′ Rossignoli)
Baiana
Mian
(45′ Saramin)
All. Rossignoli G.
Boso
Zorzetto A.
Cibin
Furlanetto
Michelin
(75′ Lessi)
Bacchin
Boatto Al.
Rosiglioni
Boatto An.
Rinaldi
Boatto G.
All. Schugur
 
 

Arbitro: Da Re di San Donà di P. 6,5

Marcatori: 74′ Michelin (E)(aut)

Note Espulso Dobrozi (C) al 78′ per doppia ammonizione

CRONACA:
Dopo la poco convincente vittoria della domenica precedente la formazione eracleense priva di idee in fase offensiva torna a casa da Caorle con una rocambolesca sconfitta. I padroni di casa del Caorle dopo tre sconfitte consecutive iniziano il match con l’Eraclea in maniera assai prudente giocando molto coperti, tutto questo non facilita certamente il compito ai granata che trovano pochissimi spazi per le loro azioni offensive anche se nel primo quarto d’ora di gioco l’Eraclea si rende pericolosa in due o tre circostanze, azioni comunque che terminano con un nulla di fatto per l’imprecisione in fase di finalizzazione da parte degli attaccanti eracleensi. Poco o niente da segnalare nel primo tempo con i due portieri che rimangono praticamente inoperosi. Ad inizio ripresa l’Eraclea cerca di rendersi più pericolosa in fase offensiva, ma l’unico intervento del portiere Gonella sarà quello compiuto al 6′ minuto: a seguito di un calcio di punizione battuto da Rosiglioni l’estremo caorlotto è costretto ad alzare la palla sopra la traversa, sul seguente calcio d’angolo lo stesso Rosiglioni cerca di sorprendere con una parabola a rientrare il numero uno che è invece attento ed allontana la minaccia smanacciando il pallone. Segue un altro periodo di gioco assai frammentato con l’Eraclea che ottiene solamente il possesso di palla ma niente più ed il Caorle che continua a giocare coperto senza rischiare forse in attesa di un fortuito episodio che possa sbloccare l’incontro in proprio favore, cosa che accade proprio al 29′ minuto. Dobrozi scende sulla fascia sinistra e superata la linea mediana effettua un lungo lancio verso il centro area dove l’unico attaccante del Caorle, Rossignoli, è stretto fra i due difensori granata Furlanetto e Michelin, quest’ultimo nel tentativo di allontanare la minaccia svirgola il pallone di testa mandando involontariamente la sfera verso la propria porta con una parabola che finisce per sorprendere Boso il quale al momento trovandosi fuori dai pali non fa a tempo a recuperare la posizione, la palla termina in fondo al sacco per il più classico degli autogol. L’allenatore eracleense Schugur mette subito in campo Lessi, un’altra punta, ma il Caorle ora ha un motivo in più per chiudere gli spazi, al 33′ Dobrozi rimedia la seconda ammonizione ed il relativo cartellino rosso, dalla panchina l’allenatore del Caorle, Gino Rossignoli, protesta un po’ troppo vivacemente e finisce così per far compagnia al proprio giocatore appena espulso. Nei minuti finali l’Eraclea fa appello alle ultime forze rimaste per cercare di rimediare questa rocambolesca partita, ma le idee sono poco chiare e le azioni offensive dei granata finiscono sul muro difensivo del Caorle. Al termine dell’incontro i padroni di casa esultano quasi a ringraziare l’Eraclea per l’inatteso omaggio, i granata invece dopo questa grigia prova escono dal campo a testa bassa. Una partita da dimenticare, priva di emozioni, anche per il pubblico presente in tribuna. Più che sufficiente la direzione di gara del signor Da Re di San Donà.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*