11rit : Eraclea – Nuova Caorle 1-0

ERACLEA NUOVA CAORLE

Mancuso
Ongaretto
Rippa
Teso
Brugnerotto
Nardin
Stefanel
Simonetto
(90′ Barbujani)
Boem
Follador
Turchetto
All. Boer


Gusso
Marchesan
Montagner
Malocco
Geretto
Cibin
Balduit
Soncin
(70′ Rusalen)
Gallo
Buoso
(65′ Corazza A.)
Bittolo Bon
(45′ Striuli)
All. Stefanutto

Arbitro: Pinos di Portogruaro 5,5

Marcatori: 31′ Boem (rig.)

Note: Espulso Follador (E) al 90′ per fallo di reazione

CRONACA:

L’Eraclea proprio nel momento di maggiore difficoltà trova a sorpresa la forza, il cuore e la grinta per ottenere una vittoria molto sofferta ma allo stesso tempo molto importante prima di tutto per il morale del gruppo granata e secondariamente per la classifica perchè se alla fine non sarà possibile evitare i play-out questi tre punti servono almeno per mantenersi lontani dall’ultima scomodissima posizione della graduatoria. Il doppio turno di gare giocate dall’Eraclea durante la scorsa settimana, mercoledì il recupero con il Mazzolada e domenica il match contro il Corbolone, oltre ad aver portato zero punti in classifica ha anche determinato la squalifica per somma di ammonizioni di tre titolari come: Amadio, Terreo e Pellegrin che sommati agli indisponibili Geromin, Imperi e Marian hanno creato grossi problemi di formazione per mister Boer il quale ha cercato ugualmente di preparare al meglio i suoi ragazzi chiedendo loro di dare il massimo dal primo all’ultimo minuto sapendo di avere una panchina praticamente sguarnita con un solo cambio disponibile oltre al portiere di riserva. Anche durante le prime gare di campionato l’Eraclea si è ritrovata in una situazione simile ed i giocatori scesi in campo hanno sempre dato il meglio di se, contro il Nuova Caorle si sono anche superati e sono un po’ tutti da elogiare ad iniziare dal portiere Mancuso che al 15′ del primo tempo ha parato un calcio di rigore calciato dall’ex granata Cibin dando una svolta alla gara, un plauso anche per la linea difensiva un po’ stravolta a causa delle assenze ma che ha ritrovato un buon Rippa, dopo lunga assenza per infortunio il terzino granata a corto di allenamento e di preparazione ha ugualmente sciorinato una buona prova tenendo il campo per tutti i 90 minuti coadiuvato da Ongaretto che ha concesso molto poco agli avanti avversari e da tutti gli altri compagni di squadra che all’occorrenza, attaccanti compresi, si sono sacrificati in fase di contenimento. Il tutto per difendere l’unico gol di vantaggio messo a segno da Boem al 31′ minuto del primo tempo su calcio di rigore assegnato dall’arbitro per un fallo di mano in area caorlotta, per lo stesso motivo era stato fischiato il precedente penalty a favore della Nuova Caorle. Un minuto più tardi gli ospiti trovano la rete del pareggio con Gallo che il direttore di gara annulla per fuorigioco dello stesso attaccante. Da ricordare nel primo tempo un paio di buone occasioni di raddoppio per l’Eraclea, una delle quali ispirata dal rientrante Rippa che serve Turchetto per la conclusione da posizione favorevole ma il portiere ospite Gusso è bravo a sventare. I granata tengono bene il campo fino alla metà della ripresa e poi a causa della mancanza di cambi disponibili con l’aumentare della stanchezza devono gradatamente cedere terreno all’avversario che non ha certo intenzione di mollare tanto facilmente i tre punti in palio. Si arriva così all’arrembaggio finale dei caorlotti con i granata ritirati nella loro metà campo a difesa del preziosissimo vantaggio, difesa che portano avanti fino in fondo con ordine ribattendo colpo su colpo. Nelle ultime battute affiora anche un po’ di nervosismo specialmente da parte di chi non riesce a trovare la rete del pareggio, ma a farne le spese è un giocatore granata: al 90′ minuto gli ospiti hanno una punizione a favore nella propria metà campo e Geretto nella fretta di batterla spintona in malo modo Follador che a quel punto si avvicina minaccioso al giocatore ospite ed i due finiscono per affrontarsi testa contro testa, accorre l’arbitro per dividerli ed estrae un solo cartellino rosso per il granata Follador, probabilmente ha visto solamente il finale dello scontro. E’ questo l’unico neo della gara disputata dall’Eraclea, cosa che ovviamente si ripercuoterà domenica prossima con la squalifica dello stesso Follador, fondamentale uomo di centrocampo per l’Eraclea, che andrà ad aggiungersi a quella di Simonetto ammonito già in stato di diffida, entrambi saranno assenti per un’altra importante gara: quella di Cesarolo. Al rientro negli spogliatoi nessuno vuole però pensare alle prossime squalifiche perchè almeno questa volta c’è una certa euforia per la vittoria e si vuole festeggiare tutti assieme, prima di prepararsi per il prossimo impegno.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*