12and : San Michele-Eraclea 2-0

SAN MICHELE ERACLEA

De Stefani
Giomo
(54' Rosini Giov.)
Gobbato
Rinaldo
Fratter
Disarò
(46' Tondello)
Tositti
(78' Padovese)
Mariussi
Rossignoli
Lessing
Valvason
All. Zanotel

Baldo
Reale
Picchetti
(85 Carraro)
Amadio
Furlanetto
Marcon
Turchetto
Teso
Cinquegrani
(64' Stefanel)
Follador
Pellegrin
All. De Pieri

Arbitro: Perissinotto di San Donà di P. 6

Marcatori: 1' Mariussi (SM), 67' Valvason (SM)

Note: Espulso Valvason al 77' per doppia ammonizione

CRONACA:
La bella e convincente vittoria ottenuta sette giorni prima ai danni del Caorle aveva ridato fiducia e speranza alla formazione eracleense, ma la sconfitta patita a San Michele riporta tristezza ed una certa amarezza per aver perso una gara che la formazione di mister De Pieri ha giocato all'attacco per buona parte dei 90 minuti. Alla vigilia si possono avere tanti buoni propositi per far bene, ma poi basta un episodio a cambiare l'andamento di una gara L'episodio sfavorevole all'Eraclea arriva subito, in apertura di match, la difesa granata non ha quasi il tempo di mettersi in ordine che ad un solo minuto dal fischio d'inizio l'esperto Rossignoli servito sulla fascia sinistra giunge a fondo campo e vede a centro area il compagno di squadra Mariussi con un solo difensore eracleense, pronto e preciso il traversone di Rossignoli che Mariussi colpisce di testa, probabilmente con la nuca, anticipando il diretto marcatore ed ingannando Baldo che si aspettava il pallone dalla parte opposta ed è invece costretto a raccoglierlo in fondo alla rete. Per l'Eraclea la strada si fa subito in salita anche perchè il San Michele non sembra certo intenzionato a sbilanciarsi in avanti alla ricerca di un secondo gol anzi, la squadra di casa si chiude nella propria metà campo cercando in qualunque modo di far trascorrere il tempo evitando di mettere in pericolo la propria porta. Come è successo a Cinto contro la Vigor la formazione granata dopo essere ben presto passata in svantaggio riesce a costruire e a sprecare già nel primo tempo delle occasioni da pareggio, in particolar modo gli eracleensi rimpiangono quella capitata sui piedi di Pellegrin al 17' minuto. L'attaccante granata sfrutta un rilancio del proprio centrocampo prendendo in contropiede la difesa di casa e puntando verso l'area del San Michele affiancato da un solo difensore, a quel punto De Stefani esce azzarda l'uscita puntando con decisione verso Pellegrin che lo supera con un rasoterra indirizzato verso la sguarnita porta, ma la palla esce di poco al lato per la disperazione della panchina granata. Nei minuti seguenti l'Eraclea insiste all'attacco ed al 22' il terzino Reale scende sulla destra per poi crossare verso il centro area dove Turchetto al controllo di palla preferisce la rovesciata acrobatica con una conclusione che però risulta troppo centrale e De Stefani può bloccare in presa. Ritirato nella propria metà campo a difesa dell'uno a zero il San Michele di tanto in tanto prova l'azione di rimessa come succede al 39' minuto: Valvason scatta veloce sulla destra ed effettua un invitante cross che trova pronto Rossignoli alla deviazione di testa con palla che sorvola di poco la traversa della porta difesa da Baldo. Ad inizio ripresa i padroni di casa effettuano una sostituzione mettendo in campo Tondello, ex attaccante del Villanova, con la chiara intenzione di sfruttare la velocità di quest'ultimo alla ricerca del raddoppio. Il tema comunque non cambia: l'Eraclea inizia anche il secondo tempo all'attacco ma il reparto offensivo granata sembra avere, ancora una volta, le polveri bagnate, al numero di palloni portati verso l'area del San Michele non corrisponde minimamente il numero di conclusioni da parte della formazione allenata da De Pieri. Al 14' minuto Marcon, instancabile motorino in maglia granata, scatta generosamente sulla sinistra e giunto a fondo campo effettua un traversone verso il secondo palo dove Turchetto da favorevole posizione controlla la sfera, si gira, e calcia però troppo debolmente permettendo a De Stefani una comoda parata. La pioggia che continua a cadere rende ancora più pesante il campo ed anche le gambe di chi sta cercando da inizio gara e senza sosta il pareggio, muscoli e cervello dei giocatori eracleensi cominciano ad annebbiarsi per la stanchezza ed il San Michele ora trova maggiori spazi per le proprie scorribande in contropiede, una delle quali, al 22', porta al raddoppio la squadra di casa: il neo entrato Rosini scatta sulla sinistra ed effettua un cross verso l'area granata, un difensore eracleense anche se in affanno riesce a respingere dalla parte opposta dove Fratter controlla ed lascia partire un contro-cross sul quale Valvason anticipa tutti di testa mandando la palla alle spalle dell'incolpevole Baldo. Se sullo zero a uno l'Eraclea sembrava un po' in difficoltà per trovare il pareggio, a questo punto subita la seconda rete la rimonta diventa una impresa ardua. Per la cronaca al 32' minuto il sanmichelino Valvason in occasione di una punizione a favore dell'Eraclea tarda a spostarsi dalla palla e l'arbitro estrae il cartellino giallo che sommato a quello ricevuto nel primo tempo porta al rosso per il numero undici di casa. Il ritrovarsi in superiorità numerica non sembra a quel punto facilitare un'Eraclea troppo stanca che continua generosamente a spingersi in avanti spinta solo dal cuore ma con poca lucidità. Al 41' minuto gli eracleensi hanno una chiara occasione per almeno ridurre le distanze ma De Stefani, ex portiere granata, ci mette una pezza quando si tuffa alla sua sinistra per respingere con i pugni una insidiosa conclusione di Pellegrin effettuata dal vertice dell'area. Questo è e rimarrà l'unico impegnativo intervento del numero uno del San Michele. Sotto la pioggia e con i fari accesi si conclude tristemente la gara per l'Eraclea, una sconfitta che la tiene all'ultimo posto della graduatoria e mercoledì al comunale arriva il San Stino forte di undici vittorie in dodici gare, l'impresa per i granata sarà ardua ma i ragazzi di De Pieri certo se la giocheranno senza timori reverenziali.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*