13rit : Eraclea – Musile 2-1

ERACLEA MUSILE
Boso
Zorzetto
Trevisan
Vettoretto
Rippa
Bacchin
Cibin
(46′ Pasqual S.)
Rosiglioni
Bonetto
Rinaldi
(70′ Pasqual A.)
Follador
(82′ Teso)
All. Pattaro
Ronchin
Minetto
Calderan
Di Felice
Moro
Secco
(82′ Persico)
Scaldalai
(63′ Priore)
Panizzo
Belloni
Carli
Furlanetto G.
(69′ Ferrari)
All. De Nardi

Arbitro: Pasquale di San Donà di P. 7

Marcatori: 13′ Rosiglioni (E), 45′ Belloni (M), 55′ Vettoretto (E)

Note

CRONACA:
L’Eraclea oramai salva riesce ugualmente a mantenere la necessaria concentrazione e determinazione per vincere anche il match con il Musile scavalcandolo in classifica per la prima volta in questa stagione calcistica. All’andata la formazione diretta da Luca Pattaro aveva subìto una brutta sconfitta a Musile maturata in un periodo buio per i colori granata, ora le cose sono cambiate, gli eracleensi hanno ritrovato gioco, forma e risultati proprio nella fase finale del campionato, cioè nel periodo più importante, mentre il Musile che aveva ben figurato nel girone di andata ha inanellato una lunga serie di risultati negativi dovendo poi, in queste ultime domeniche, cercare e trovare i punti salvezza. La cronaca: durante i primi dieci minuti le due squadre dimostrano un certo equilibrio cercando l’affondo senza però impensierire i due portieri, poi l’Eraclea sblocca il risultato al 13′ grazie ad un gol di pregevole fattura. Bonetto riceve palla e scatta sulla fascia sinistra, si libera della marcatura per poi effettuare un traversone da fondo campo verso il centro area del Musile dove Rosiglioni trova la deviazione di prima intenzione verso il secondo palo prendendo il tempo a Ronchin il quale non può far altro che raccogliere la palla in fondo al sacco. Al 18′ l’Eraclea va vicinissima al raddoppio quando Rinaldi di testa smarca Bonetto nei pressi del vertice sinistro dell’area ospite, controllo di palla da parte del centravanti granata e diagonale rasoterra verso il secondo palo che esce di un soffio lambendo il legno alla destra di Ronchin che nell’occasione sembrava battuto. Il Musile cerca di riorganizzarsi ed al 23′ ha la sua buona occasione per pareggiare: Furlanetto riceve palla nell’area granata per poi concludere sotto misura dal limite dell’area piccola, ma Boso salva la propria porta smanacciando il pallone con una deviazione d’istinto. Gli ospiti ci credono anche perchè l’Eraclea lascia loro l’iniziativa, al 34′ Belloni tenta la conclusione dalla lunga distanza con una secca staffilata rasoterra che manda il pallone a sfiorare il palo alla destra di Boso proteso in tuffo. Al 40′ azione di alleggerimento dell’Eraclea, la formazione di casa guadagna un calcio d’angolo che viene battuto da Rinaldi con palla nell’area ospite dove Follador si rende protagonista di una pregevole mezza rovesciata che trova però Ronchin pronto alla parata a terra. Il direttore di gara assegna due minuti di recupero, proprio al termine del secondo il centrocampo granata cincischia un po’ troppo perdendo palla, il Musile è lesto a rilanciare in profondità per lo scattante Belloni spostato sulla sinistra del suo fronte d’attacco, percorsi alcuni metri palla al piede il numero nove ospite conclude in porta con un angolatissimo diagonale verso il secondo palo che non lascia scampo a Boso nonostante il tuffo alla sua sinistra, è il gol del pareggio per il Musile proprio a tempo scaduto. Durante l’intervallo mister Pattaro cerca di scuotere i suoi ragazzi i quali dopo la metà del primo tempo si sono un po’ troppo adagiati sul gol di vantaggio, la formazione granata rientra in campo più convinta ed in breve si riporta in vantaggio. Al 10′ minuto capitan Zorzetto si sgancia dalle retrovie riceve palla e con grande grinta scatta verso l’area avversaria ma viene affrontato ed atterrato poco prima di entrarvi. Vettoretto si aggiusta la palla per il calcio di punizione, il portiere ospite Ronchin prepara una folta barriera, ma la solita micidiale conclusione del granata aggira la barriera e si infila sull’angolino basso alla sinistra dell’estremo difensore del Musile. L’allenatore cerca di porre rimedio con una serie di sostituzioni, ma l’Eraclea durante la ripresa è attenta e concentrata rintuzzando i tentativi offensivi degli avversari prima che questi arrivino troppo vicini alla porta di Boso. Il portiere granata prima della fine della gara è però protagonista di un paio di importanti interventi, il primo al 26′ minuto su una conclusione dalla lunga distanza di Ferrari il numero uno eracleense deve inarcarsi per alzare la palla sopra la traversa. Il secondo, più impegnativo, al 41′ quando Trevisan perde palla sulla sinistra il Musile è lesto a rimetterla verso il centro ai limiti dell’area graanata dove Belloni lascia patire una gran conclusione indirizzata verso l’incrocio dei pali alla sinistra di Boso, ma il portiere eracleense si supera volando a deviare la palla in calcio d’angolo. Una parata da applausi che mette la firma sulla vittoria dell’Eraclea. A fine gara grande euforia nello spogliatoio granata, non solo salvezza ma anche qualcosa di meglio in classifica dopo un soffertissimo campionato costellato di infortuni e delusioni ma con un felice e meritato epilogo. Più che buona la direzione di gara del signor Pasquale di San Donà di Piave, il direttore di gara ha sempre ostentato una grande sicurezza senza mai commettere particolari errori di valutazione.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*