15and : Eraclea – Cavallino 2-2

ERACLEA CAVALLINO
Teso An.
Zorzetto
Pinato
Boatto Al.
Basso G.
Teso Al.
Turcato
(82′ Carraro)
Schiavon
(56′ Vallese)
Lessi
(90′ Rizzetto)
Boatto An.
Pasian
All. De Pieri
Tonial
Basso S.
Memo
Momentè
Senigaglia
Mattiuzzo
Lazzarini C.
Basso A.
(50′ Pizziol)
Baldin
Maschietto
Silotto
(43′ Di Nardo)
All. Coletto
 

Arbitro: Montali di Treviso 3

Marcatori: 43′ Lessi (E), 54′ Basso G. (E), 75′ Lazzarini C. (C), 82′ Lazzarini C. (C)

Note Espulsi Boatto Al. (E) e Pinato (E) per doppia ammonizione, Pizziol (C) per gioco falloso

CRONACA:
Grande prestazione dell’Eraclea che ha affrontato la capolista Cavallino mettendo alle corde l’avversario per buona parte della gara, ma alla fine è stata costretta a subire il pareggio a causa di alcune assurde decisioni arbitrali. E’ sempre molto spiacevole per l’intero mondo sportivo quando un direttore di gara influisce personalmente e negativamente sul risultato finale di un match agonistico, si deve considerare che un team si prepara agli impegni che lo aspettano con grandissimi sacrifici personali da parte di tutte le persone che lo compongono ed è quindi immane lo sconforto di queste persone quando per loro esclusivo merito stanno per sopravvalere sull’avversario ma poi ciò non avviene più a causa del maldestro intervento di una terza componente, in questo caso rappresentata dall’arbitro e dalle sue decisioni. Fatta questa dovuta premessa, ecco gli spunti principali di questo combattuto match: fin dai primi minuti il Cavallino cerca di avere la supremazia a centrocampo grazie anche ad una mediana formata da giocatori di una certa esperienza se confrontati ai giovani dell’Eraclea, ma i granata rispondono controllando l’avversario con grande attenzione, per questo nella prima parte della gara c’è da segnalare un’unica vera occasione da gol a favore degli ospiti che capita sui piedi di Baldin al 10′ di gioco quando il centravanti gialloverde si invola soliario verso la porta eracleense e calcia a colpo sicuro appena dentro l’area di rigore, ma la sua conclusione esce di poco a lato. Passano i minuti e le cose sembrano cambiare a favore dell’Eraclea che comincia a farsi viva in più di un’occasione dalle parti di Tonial costringendo l’avversario alla difensiva, la partita sembra promettere buone cose ma attorno alla mezz’ora ci pensa l’arbitro a rompere gli equilibri estraendo il secondo cartellino giallo per il granata Boatto Alessandro e quindi il conseguente rosso, la cosa suscita molte proteste fra le fila eracleensi perchè entrambe le ammonizioni sono sembrate più che esagerate. Da questo momento ci si aspetterebbe un Cavallino dominante, visto che la squadra di Colletto è prima in classifica ed affronta un avversario ridotto in dieci, ma non è così perchè l’Eraclea con grande orgoglio riparte a testa bassa, prosegue nel mettere in difficoltà l’avversario, e si porta meritatamente in vantaggio al 43′ a seguito di un angolo battuto da Turcato sul quale in area di rigore svetta più in alto di tutti Lessi mandando il pallone in fondo al sacco alla sinistra del portiere. Primo tempo che termina quindi con i granata in vantaggio e secondo tempo che inizia con il blando tentativo del Cavallino di ribaltare le sorti del match, l’Eraclea controlla l’avversario con grande caparbietà e gli infligge un secondo e meritato castigo al nono della ripresa grazie ad un bolide su calcio di punizione battuta dallo stopper Basso, la distanza sembrerebbe proibitiva, ma il granata calcia con tale violenza da piegare le mani a Tonial, il portiere gialloverde inutilmente proteso in volo tocca il pallone che si insacca ugualmente alla sua sinistra. Ospiti frastornati ed eracleensi festanti per il grande raddoppio raggiunto in dieci contro undici, il Cavallino nei suoi tentativi di ridurre le distanze non dimostra certamente di essere la prima della classe ed i granata hanno addirittura l’occasione per portarsi sul tre a zero al 28′ con il funambolico Turcato, il quale dopo un serrato dribbling si libera delle marcature, entra in area e calcia sfiorando l’incrocio dei pali a portiere battuto. Come spesso accade in una partita di calcio ad un gol mancato fa subito seguito un gol subito, è quanto avviene due minuti più tardi, c’è una confusa azione d’attacco del Cavallino che porta un gialloverde a crossare nell’affollatissima area di rigore granata, il pallone spiove al centro dove viene toccato di testa da Lazzarini e per l’estremo granata Teso, troppo coperto da tanti giocatori, non c’è nemmeno il tempo di abbozzare la parata. A distanze dimezzate l’Eraclea si organizza per difendere l’unico gol di vantaggio nel quarto d’ora che manca al termine, per qualche minuto sembra anche farcela, fino a che l’arbitro torna ad essere protagonista in negativo sventolando allo stupito Pinato il suo secondo cartellino giallo, in questa maniera anche il terzino granata va anzitempo sotto la doccia. Tutto questo rende le cose ancora più facili al Cavallino che ora si trova di fronte un avversario, seppur coraggioso, ridotto in nove e così trova subito il pareggio al 37′ di gioco, il gol vede come protagonisti il gialloverde Lazzarini ed il portiere granata Teso, il primo calcia una punizione in maniera velenosa dando un certo effetto al pallone, il secondo nell’occasione sembra un po’ impreparato perchè si fa sorprendere da un tiro centrale tentando la deviazione con un piede, la palla non sufficientemente deviata si insacca ugualmente fissando il risultato finale sul due a due. Gli ospiti del Cavallino, che non hanno certamente destato l’impressione di essere una formazione così forte da occupare il primo posto in classifica, consci di non aver certamente raggiunto il pari per meriti propri escono dal campo in silenzio, fra i componenti della formazione eracleense aleggia invece un grande scoramento per aver visto svanire proprio nel finale una grande impresa a causa di alcune inconcepibili decisioni arbitrali. Per il signor Montali di Treviso un tre in pagella è già un bel voto vista la sua prestazione sul campo.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*