15rit : Eraclea – San Michele 3-0

ERACLEA SAN MICHELE
Boso F.
(52′ Scotton)
Filippi
Rippa
(59′ Imperi)
Teso A.
Furlanetto
Zorzetto
Basei
Follador
(81′ Perin)
Lessi
Pellegrin
Rosiglioni
All. Pavan
Lambiase
Tollon
Gobbato
Nadalin
Stefanutto
Selva 
Serpieri
(61′ Benestante)
Morsanutto
Rauso
Rosini
(46′ Fratter)
Anzolin
(58′ Rossignoli)
All. Zanotel

Arbitro: Zulianello di San Donà di P. 5,5

Marcatori: 60′ Lessi (E), 76′ Basei (E), 81′ Lessi (E)

Note Espulso: Selva (SM) al 45′ per fallo di mano da ultmo uomo

CRONACA:
Nonostante la posizione di classifica tranquilla e la mancanza di obbiettivi da raggiungere l’Eraclea onora anche l’ultima gara della stagione 2003/2004 realizzando tre reti e creando numerose altre occasioni da gol poi sprecate per la solita imprecisione in fase di conclusione. Rispetto alla precedente gara mister Pavan ha dovuto rinunciare in difesa a due giocatori d’esperienza come Mirko Boso e Amadio perchè squalificati sostituendoli con il giovane Filippi e con Furlanetto arretrato dal centrocampo. Temperatura sotto la media stagionale e tempo incerto con leggera pioggia, la gara inizia alle 16.30 con l’Eraclea subito in avanti ed il San Michele che sembra in difficoltà già dalle prime battute di gioco. Al 7′ minuto prima grande occasione sprecata dai granata: concitata azione in area ospite, Pellegrin tenta una prima secca conclusione dal limite sulla quale Lambiase si salva respingendo il pallone che termina dalle parti di Lessi il quale a due passi dalla porta avversaria ha la possibilità di ribattere in gol, ma non lo fa con la sufficiente determinazione permettendo ad un difensore piazzato sulla linea di porta di salvare respingendo la sfera, ma non finisce così perchè il pallone è preda di Rippa, anche il terzino eracleense tenta la ribattuta che è però inguardabile sparacchiando la palla sopra la traversa. Al 16′ l’azione eracleense si sviluppa sulla destra, discesa del terzino Filippi sulla fascia e cross verso il centro area dove Lessi stacca per il colpo di testa che risulta però troppo centrale per poter impensierire Lambiase. Dieci minuti dopo capitan Rosiglioni effettua un traversone dalla sinistra sul quale Pellegrin in mezzo all’area avversaria si coordina per la mezza girata con palla che sembra destinata a terminare in fondo alla rete, ma un difensore sulla linea riesce a salvare deviando in calcio d’angolo. Sulla battuta dalla bandierina Furlanetto si ritrova il pallone fra i piedi all’interno dell’area piccola ma calcia incredibilmente fuori. La prima mezz’ora è praticamente a senso unico, l’Eraclea sempre protesa all’attacco è però penalizzata dai propri errori in fase di conclusione, al 31′ Basei scodella un calcio di punizione in area sul quale Follador salta incontrastato per il colpo di testa ma la palla, anche se di poco, termina sul fondo. Subito dopo il San Michele prende coraggio ed inizia a rendersi pericoloso nella metà campo dei padroni di casa ed al 36′, dopo molte occasioni sprecate, l’Eraclea corre anche il rischio di passare in svantaggio alla prima vera scorribanda offensiva degli ospiti: gran conclusione dal limite di Stefanutto e gran balzo di Fabio Boso che vola a deviare il pallone. Due minuti più tardi il portierone granata si ripete su una sventola di Rauso dai 20 metri riuscendo a deviare la palla in angolo prima che si infili sotto la traversa. Allo scadere del primo tempo altri due episodi da segnalare: un calcio di punizione di Follador diretto in porta trova però un attento Lambiase pronto alla parata e sulla seguente puntata offensiva dell’Eraclea il San Michele rimane in dieci. Azione tambureggiante dei granata, Pellegrin palla al piede vede Lessi scattare verso l’area avversaria e cerca di servirlo in verticale, Selva vistosi scavalcato dall’assist del numero dieci eracleense ferma il pallone con un braccio, l’arbitro vede tutto e considera l’azione incriminata come una chiara occasione da gol estraendo così, fra le proteste degli ospiti, il cartellino rosso che pone termine alla gara di Selva al 45′ del primo tempo. L’Eraclea inizia la ripresa in vantaggio numerico e all’attacco sprecando un’altra occasionissima già al terzo minuto: un errato retropassaggio a centrocampo di un giocatore ospite finisce per rilanciare Lessi il quale scatta sulla sinistra e giunto al limite dell’area serve dalla parte opposta a favore dell’accorrente e solitario Pellegrin che entra in area dribbla il portiere ma poi al momento di depositare il pallone in rete si fa rimpallare il tentativo di conclusione da un difensore in disperato recupero. Al settimo minuto arriva anche il momento di Scotton il quale dopo un paziente campionato disputato come secondo di Fabio Boso può prendere posto fra i pali a difendere la porta granata e dopo tre minuti è già chiamato ad un impegnativo intervento allungandosi in tuffo per deviare in angolo un insidioso rasoterra proveniente dalla sua sinistra. A forza di provarci l’Eraclea al 15′ minuto riesce a sbloccare il risultato: lungo rilancio di Zorzetto dalle retrovie che sorprende la retroguardia del San Michele schierata in linea per attuare la tattica del fuorigioco, palla sulla trequarti di sinistra raccolta da Lessi che scatta a lunghe falcate verso la sguarnita area degli ospiti vanamente inseguito da Nadalin, il numero nove granata entra in area dalla sinistra per poi lasciar partire un preciso diagonale che non lascia scampo al numero uno avversario, nonostante si allunghi in tuffo Lambiase non riesce ad intercettare la palla che carambola sul palo interno prima di infilarsi in rete. Dopo Rossignoli il tecnico del San Michele decide di mettere in campo anche Benestante nel tentativo di raddrizzare il risultato, mentre sull’altra sponda mister Pavan visti gli spazi ora a disposizione della sua squadra richiama in panchina il terzino Rippa sostituendolo con Imperi per cercare di sfruttare la sua velocità in fase offensiva. Al 23′ minuto è proprio Imperi che riceve palla sulla fascia destra, scatta in avanti per poi servire un preciso assist all’accorrente Lessi il quale entra tutto solo in area e dalla stessa zona di prima lascia partire un altro diagonale da sinistra a destra, solo che questa volta la conclusione è più debole e meno angolata della precedente permettendo così a Lambiase di allungare una gamba e di salvare la propria porta deviando la sfera con un piede. Alla mezz’ora l’Eraclea mette al sicuro la vittoria: Follador viene atterrato da Gobbato poco fuori dall’area ospite guadagnando il calcio di punizione e come la domenica precedente Basei lascia partire una liftata conclusione che aggira la barriera con la palla che termina la sua corsa nell’angolino basso alla destra di Lambiase inutilmente proteso in tuffo. Passano altri cinque minuti ed arriva anche il terzo gol granata: verticalizzazione di Follador per Lessi, mai stanco quando percorre in contropiede la metà campo avversaria, il centravanti eracleense dopo 80 minuti di gara disputati trova la forza di puntare ancora una volta verso la porta avversaria e di resistere al ritorno di un paio di difensori, poi appena entrato in area lascia partire un rasoterra che viene anche spizzicato dal suo marcatore mettendo così fuori causa Lambiase per la terza volta. La gara oramai non ha più storia ed al 44′ minuto Lessi cerca di restituire il favore ad Imperi di un assist smarcante, il San Michele è sbilanciato in avanti quando Lessi scattato sulla destra attira su di se gli unici due difensori per poi servire palla verso il centro area per il solitario Imperi, ma il giovane granata a non più di quattro metri dalla porta conclude incredibilmente sopra la traversa. Arriva anche il triplice fischio finale che è l’ultimo di questa stagione calcistica, l’Eraclea si congeda così dal proprio pubblico con una limpida vittoria, felicità mista ad un po’ di rammarico per le varie occasioni da gol fallite non solo in questa gara ma un po’ durante tutto il campionato, una maggior precisione e determinazione in area al momento di concludere avrebbe sicuramente aggiunto altre soddisfazioni al carniere dei granata. Ora una meritata vacanza per tutti, arrivederci ad agosto.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*