15rit : Torre di Mosto-Eraclea 3-1

TORRE DI MOSTO ERACLEA

Zanchi
Pavan
Carbonera
Madiotto
Moro
(30' Presotto M.)
Inverso
Stello
(76' Rubin C.)
Rosan
Caminotto
Pasqualini
Romano
(81' Pasquon)
All. Dalla Libera

Baldo
Picchetti
Marcon
(67' Imperi)
Amadio
Furlanetto
Sandrin
Boem
Teso
Cinquegrani
(67' Pellegrin)
Follador
Turchetto
All. De Pieri

Arbitro: Carnieletto di San Donà di P. 5,5

Marcatori: 11' Caminotto (T), 33' Caminotto (T), 46' Caminotto (T), 72' Imperi (E)

Note: 70' Espulso Pasqualini (T) per fallo di reazione

CRONACA:

A Torre di Mosto l'Eraclea conferma il proprio mal di trasferta collezionando la tredicesima sconfitta esterna di questo campionato che è anche la più negativa viste le conseguenze del risultato finale. Numeri che danno molto da pensare: su trenta punti totalizzati solamente quattro sono stati conquistati fuori casa e se consideriamo la sola graduatoria formata dalle gare esterne l'Eraclea la troviamo all'ultimo posto in classifica. Nelle tre trasferte precedenti l'Eraclea aveva subìto nell'ordine le seguenti sconfitte: tre a zero a Treporti, tre a uno a Caorle, quattro a uno a San Stino e se qualcuno le considerava delle sconfitte quasi prevedibili perchè subite da formazioni d'alta classifica ora è stato smentito perchè anche l'ex fanalino di coda Torre di Mosto ha "calpestato" i granata infliggendo loro un inequivocabile tre a uno che alla fine sta pure stretto ai torresani visto che hanno colpito anche due legni a portiere battuto. Al di la dei numeri questa sconfitta lascia il segno sulla formazione eracleense visto che la contemporanea vittoria del Passarella costringe ora la formazione di mister De Pieri a disputare i play-out per guadagnarsi la salvezza e sappiamo tutti quanto uno spareggio possa essere considerato come una lotteria che spesso non rispecchia l'andamento globale avuto da una formazione durante il campionato. Le cause di questa travagliata stagione granata fatta di alti e bassi sono molteplici, non da ultima la disomogeneità di rendimento, se così vogliamo chiamarlo, fra singoli calciatori: c'è chi veste la maglia granata dall'inizio campionato, chi è arrivato più o meno tardi, chi se ne è andato, chi si è allenato a corrente alternata e per finire anche chi gioca quasi senza allenamento. Poi ovviamente le conseguenze si vedono e si pagano: 11' minuto di Torre di Mosto-Eraclea su un lungo ed innocuo spiovente proveniente dal centrocampo e diretto verso il limite dell'area eracleense il portiere granata Baldo sembra in deciso anticipo sull'attaccante avversario e stacca da terra alzando le braccia per abbrancare il pallone, almeno quelle erano le sue intenzioni perchè a quel punto la palla per lui diventa una saponetta che gli sfugge dalle mani permettendo così all'accorrente Caminotto di controllarla prima di sospingerla nella porta incustodita. Sono passati solo dieci minuti e l'Eraclea si è già complicata la vita, subentra uno stato di confusione mentale dal quale i granata non sembrano proprio essere capaci di uscire e la punta torresana Caminotto, con il permesso della difesa eracleense, diventa all'improvviso un fuoriclasse difficilissimo da controllare tanto che nel giro di pochi minuti colpisce una clamorosa traversa, poi un palo e realizza anche la rete del raddoppio. Ecco la Caminotto-cronaca: messo a segno il primo gol al 19' minuto è ancora pronto ad approfittare di una indecisione della soporifera difesa eracleense calciando indisturbato dal limite della'area per sorprendere Baldo un po' avanzato, ma per fortuna del portiere ospite la palla colpisce in pieno la traversa graziandolo. Un minuto dopo lo stesso numero uno dell'Eraclea si salva un'altra volta grazie ad un legno, questa volta si tratta del palo alla sua destra che Caminotto colpisce con un secco tiro scagliato dal vertice dell'area senza che alcuno riesca a contrastarlo a dovere. Dopo aver imprecato contro la sfortuna il numero nove torresano si rifà al 33' minuto del primo tempo: discesa sulla sinistra di Carbonera che lo porta quasi a fondo campo da dove effettua il classico cross verso il centro area luogo in cui Caminotto stacca di testa anticipando Furlanetto, suo angelo custode, mettendo la palla alle spalle di Baldo che sconsolato la raccoglie dal fondo della rete. Nel frattempo arrivano cattive notizie da Cinto Caomaggiore perchè il Passarella è già in vantaggio per due a uno sulla Vigor e questo significa sorpasso sull'Eraclea. Nella prima frazione di gara la formazione diretta da mister De Pieri ha quindi subìto due reti ed è stata salvata altre due volte dai legni della porta e cosa ha saputo contrapporre? Praticamente niente in fase offensiva dove Turchetto si ostina in prolungati quanto inutili dribblings e Cinquegrani nonostante la mole non si vede proprio, da segnalare solamente come unica piccola attenuante per l'Eraclea alcune poco fortunate conclusioni dal limite che incocciano casualmente in un difensore torresano prima di arrivare nella porta difesa dall'inoperoso Zanchi. La ripresa poi inizia nel peggiore dei modi per Amadio e compagni, sono trascorsi solamente 90 secondi quando il Torre batte un angolo con palla a spiovere in area, i difensori granata cercano di allontanare la sfera che invece arriva sui piedi del solito Caminotto il quale dal limite dei 16 metri lascia partire un rasoterra che filtra fra molte gambe e finisce per infilarsi nell'angolino basso alla sinistra di Baldo. Una tripletta e due legni ad incorniciare una domenica indimenticabile per il giovane numero nove torresano, stato d'animo completamente opposto per i granata che sembrano quasi scioccati dalla bruciante sconfitta che sta maturando. Mister De Pieri sprofonda sconsolato in panchina e dopo qualche minuto decide di mandare in campo in contemporanea: Pellegrin ed Imperi, con il secondo che sembra dare un po' più di brio alla quasi inesistente azione offensiva dell'Eraclea. Al 25' minuto ci pensa Pasqualini a dare una mano agli spenti avversari collezionando un'altra espulsione, dopo quella di un paio di anni fa ad Eraclea, per un intenzionale calcione rifilato a Picchetti ad azione terminata. Due minuti dopo, al 27', i granata riescono almeno a ridurre le distanze: l'instancabile Alessio Teso si sgancia sulla destra ed effettua un traversone che attraversa tutto il limite dell'area piccola del Torre di Mosto prima di venire spinto in porta dall'accorrente Imperi pronto all'appuntamento con il gol a pochi minuti dal suo ingresso in campo. Per un attimo si pensa ad una ipotetica rimonta dei granata visto che i padroni di casa per l'espulsione e la rete subita nel giro di due minuti sembrano accusare il colpo, ma gli eracleensi non sono nella giornata giusta per tentare imprese particolari. Il Torre poco dopo sembra essersi ripreso a pieno ed è quindi pronto a serrare i ranghi per condurre il tre a uno fino al triplice fischio finale. Prende così corpo una pesante sconfitta per l'Eraclea, non tanto per il risultato finale ma per la conseguente ed inevitabile perdita dell'undicesima posizione di classifica che va ad appannaggio del Passarella. Se per i granata si tratta di un triste pomeriggio, la situazione è completamente opposta sulla sponda torresana visto che i padroni di casa si erano apprestati a giocare questa gara in una situazione quasi disperata data l'ultima posizione di classifica che occupavano e con la retrocessione ad attenderli dietro l'angolo. Questa vittoria è servita, almeno per il momento, ad evitar loro la perdita di categoria, ora per entrambe la salvezza sarà da conquistare con i play-out e per il Torre c'è il vantaggio di una allegria ed una fiducia ritrovata quando tutto sembrava perduto. Anche per l'Eraclea sarà quindi importante non perdersi d'animo ed affrontare gli spareggi fiduciosi e convinti di potercela fare. Inutile aggiungere che il protagonista della giornata è stato Francesco Caminotto, classe 1984, per lui tre gol, un palo, una traversa ed una difesa avversaria messa a soqquadro, proprio il tipo di difesa che spera di trovarsi davanti ancora in futuro.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*