1and : Cessalto – Eraclea 2-2

CESSALTO ERACLEA
Calligaris Sa.
Cavasin
Finotto
(78′ Botta)
Caldo
Mazzuccato
Baiana
Calligaris Si.
(27′ Saran)
Zottino
Faedda
(46′ Muccignatto)
Valerio
Geromin
All. Muccignatto
Teso An.
Zorzetto
Nesto
(76′ Pasqual)
Follador
Dorigo
(79′ Pinato)
Boatto Al.
(85′ Pasian)
Cerchier
Rosiglioni
Boatto An.
Rinaldi
Berton
All. Pattaro

Arbitro: De Faveri di San Donà di P. 4,5

Marcatori: 24′ Geromin (C), 49′ Berton (E), 62′ Boatto An. (E) 79′ Geromin (C)(rig.)

Note Espulsi Mazzuccato (C) e Follador (E) per doppia ammonizione

CRONACA:
Un buon avvio di campionato per l’Eraclea che manca di un soffio la vittoria a causa di un paio di sciagurate decisioni arbitrali. La prima vera occasione dei granata per passare in vantaggio capita sui piedi di capitan Boatto Andrea al quinto minuto di gioco quando gli viene servito un preciso assist a non più di quattro metri dalla porta, ma la punta eracleense vanifica la palla-gol calciando sopra la traversa. Al 17′ un calcio di punizione di Cerchier da fuori area sembra indirizzato verso l’angolino basso ma il portiere si allunga in tuffo e devia in angolo. Per i primi venti minuti i padroni di casa non riescono a creare nulla di pericoloso, ma al primo vero contropiede passano in vantaggio: al 24′ di gioco un lungo rilancio della difesa del Cessalto imbecca il veloce Geromin rimasto solitario nella metà campo granata, così solitario da essere in posizione di fuorigioco, il lontano arbitro non fischia e Geromin può arrivare indisturbato fino all’area granata per poi battere Teso con un preciso rasoterra alla sua sinistra. Poco dopo, al 28′, l’Eraclea replica con una secca fiondata di Dorigo dalla lunga distanza che però trova la pronta risposta di Calligaris che si esibisce in una impegnativa deviazione in calcio d’angolo. Per quanto riguarda il primo tempo non c’è altro da segnalare. L’Eraclea non ci stà a perdere per una incredibile svista arbitrale dopo quanto ha fatto vedere sul campo ed in breve, subito dopo l’inizio della ripresa, giunge al pareggio. Al 5′ di gioco del secondo tempo Follador imbecca Berton appena dentro l’area di rigore, il numero undici granata nonostante la posizione decentrata fa secco il portiere Calligaris grazie ad un preciso diagonale sul secondo palo che rende vano il tuffo del portiere. Sei minuti più tardi viene espulso Mazzuccato, molto falloso, per doppia ammonizione, i granata approfittano del buon momento e del vantaggio di un uomo in più per stringere d’assedio la metà campo avversaria ed al 18′ la difesa del Cessalto capitola per la seconda volta: tutto nasce da una travolgente azione di Berton che dopo aver seminato un paio di difensori serve un delizioso assist a centro area a favore di Boatto Andrea il quale questa volta ha la freddezza di concludere l’azione con il gol. A quel punto all’Eraclea basterebbe controllare l’incontro ma al 23′ perde la superiorità numerica in quanto anche Follador viene espulso per doppia ammonizione ed i padroni di casa riprendono così morale e coraggio alla ricerca del risultato di parità. Passano una decina di minuti senza che il Cessalto riesca a concludere pericolosamente le sue azioni offensive allora al 34′ ci pensa l’arbitro con un’altra sciagurata decisione a ristabilire le sorti di parità quando un calciatore del Cessalto, dopo essere entrato in area controllato da Boatto Alessandro, inciampa sul pallone e la giacchetta nera fischia un inesistente calcio di rigore. Inutili le veementi proteste dei granata, il calcio di rigore viene calciato e trasformato da Geromin. Per gli eracleensi è una vera beffa, negli ultimi minuti c’è solamente da segnalare il persistere di un gioco duro e scorretto attuato dalla formazione di casa che finisce per costringere Boatto Alessandro ad uscire dal terreno di gioco per infortunio prima del termine della gara. Da segnalare la pessima prestazione arbitrale del signor De Faveri di San Donà, due suoi gravissimi errori hanno tolto la vittoria all’Eraclea.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*