1and : Eraclea – Burano 1-2

ERACLEA BURANO
Boso
Cibin
(64′ Boatto)
Trevisan
Bacchin
Zorzetto
Michelin
Vettoretto
Pasqual S.
Lessi
(90′ Rizzetto)
Rinaldi
(59′ Pasqual A.)
Rosiglioni
All. Bergamo
Costantini R.
Rossi I.
Costantini F.
Lazzarini
Zane
Bon Lu.
Bon Lo.
Allegretto
Molin
(46′ D’Este C.)
Rossi F.
Dei Rossi
(81′ Memo)
All. Rossetti
 

Arbitro: Pasquale di San Donà di P. 5

Marcatori: 43′ Costantini F. (B), 47′ Allegretto (B), 75′ Vettoretto (E)(rig.)

Note Espulso al 50′ Zorzetto (E) per proteste

CRONACA:
La prima di campionato, in particolar modo se giocata in casa, ha sempre una certa importanza, una buona partenza influisce positivamente sul morale di una squadra e su quello dei propri tifosi che attendono quel momento per cercare di capire cosa possono aspettarsi per la nuova stagione e l’Eraclea non ha certamente avuto questo buon avvio. Il Burano, avversario di turno per questo avvio di campionato, non è di sicuro una formazione che ti permette di fare passerella davanti al proprio pubblico perchè ha grinta e carattere ed affronta chiunque senza timori reverenziali giocando a viso aperto fino all’ultimo minuto. L’Eraclea ha compromesso il match già nel primo tempo quando ha avuto più di una occasione per passare in vantaggio senza concretizzare alcunchè e poi è scomparsa ad inizio ripresa per tornare in gioco nell’ultimo quarto d’ora con un inutile e sterile arrembaggio finale. Durante i primi dieci minuti di gioco solo ordinaria amministrazione per i due portieri poi, al 14′, un episodio che avrà la sua importanza sul resto del match: azione da manuale dei granata, a seguito di un lungo e preciso lancio dal centrocampo Cibin scatta veloce sulla fascia destra e giunto a fondo campo rimette palla verso il centro con un traversone che taglia fuori il portiere buranello a favore dell’accorrente Rosiglioni che ha vita facile a piazzare la sfera in fondo alla rete, ma l’arbitro vede un fuorigioco ed annulla il gol fra le proteste degli eracleensi. Al 19′ il Burano risponde con Dei Rossi il quale ben imbeccato appena fuori area fatti due passi fa partire una insidiosa conclusione chiamando Boso ad un impegnativo intervento. Trascorrono i minuti con l’Eraclea protesa in avanti senza mai concludere in maniera pericolosa ed il Burano che risponde di rimessa ma quasi sempre con azioni viziate dal fuorigioco o con qualche caduta di troppo che non trae in inganno il direttore di gara. Al 42′ c’è un preciso servizio a favore di Rinaldi spostato sul vertice sinistro dell’area buranella, il granata penetra in area e poi da posizione defilata conclude in porta trovando però la pronta risposta di Riccardo Costantini che devia in angolo con la punta delle dita, ma l’arbitro non concede il tiro dalla bandierina a favore dell’Eraclea. Anche questo episodio avrà il suo peso in quanto sul rovesciamento di fronte il Burano passa in vantaggio. E’ il 43′ minuto quando gli ospiti quadagnano un calcio d’angolo la cui battuta viene respinta appena fuori area dalla difesa granata proprio sui piedi di Fabrizio Costantini il quale lascia partire un secco rasoterra che Boso intravvede troppo tardi, è inutile il tuffo del numero uno eracleense perchè la palla si insacca nell’angolino basso alla sua destra. Un minuto più tardi Molin si ritrova fra i piedi la palla del raddoppio, la punta ospite sfrutta una indecisione della retroguardia granata e si presenta a tu per tu con Boso, ma cincischia un po’ troppo e l’occasione sfuma. Ad inizio ripresa l’Eraclea non ha nemmeno il tempo di cercare il pareggio che al 2′ minuto viene castigata per la seconda volta da un bel gol di Allegretto implacabile nello sfruttare un assist di Luca Bon. La situazione per i padroni di casa peggiora ancora di più tre minuti più tardi quando capitan Zorzetto viene ammonito per un veniale fallo a centrocampo e poi subito espulso per le conseguenti proteste al cartellino giallo. A quel punto rimontare due gol in dieci contro undici diventa una impresa quasi impossibile anche perchè ora il Burano può agire tranquillamente in contropiede come al 13′ quando Zane serve palla sulla destra a favore di Dei Rossi il quale tutto smarcato in area conclude a colpo sicuro cogliendo però in pieno la traversa. Ancora Burano pericoloso al 24′ con una conclusione di Dei Rossi sulla quale è altrettanto bravo Boso a negargli il gol con un gran balzo. A venti minuti dal termine il Burano rallenta considerando la vittoria cosa oramai acquisita, questo permette all’Eraclea di riproporsi con maggior peso in fase offensiva guadagando poco più tardi un calcio di rigore. Al 75′ il centrocampo granata recupera palla che in breve viene servita dalle parti di Lessi, il centravanti granata spalle alla porta sta per controllare la sfera ma dietro di lui spunta il braccio di Lorenzo Bon che impatta con il pallone. Le proteste di rito da parte dei buranelli non dissuadono l’arbitro dal concedere il penalty che viene trasformato con precisione da Vettoretto. Con la forza della disperazione l’Eraclea insegue il pareggio nell’ultimo quarto d’ora, ma è troppo tardi per cercare di rimediare una gara in dieci contro undici compromessa da tempo in fase offensiva. Termina la gara con la vittoria del Burano, gli ospiti non hanno certamente rubato nulla, è l’Eraclea che deve recitare il “mea culpa” per la scarsa vena offensiva dimostrata e per l’imperdonabile errore di Zorzetto di lasciare i propri compagni in inferiorità numerica per quasi tutto il secondo tempo.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*