1r : Città di Eraclea – Nuova Caorle 3-1

CITTA’ DI ERACLEA

NUOVA CAORLE

Salatin
Zanusso
(38′ Fasan)
Rosiglioni
Finotto
Vallese
Piovesan Federico
Villa Alberto
Coppola
Turchetto
(62′ Di Tos)
Belloni
Stefanel
(52′ Marian)
All. Vio

Zentil
Montagner
Corazza
Malocco
Geretto
Buoso F.
Balduit
Buoso C.
Orlandini
(46′ Soncin)
Bittolo Bon
Rizzetto
(84′ Presotto)
All. Stefanutto

Arbitro: Pozzobon di Treviso

Marcatori: 32′ Belloni (E), 43′ Rizzetto (NC), 64′ Rosiglioni (E)(rig.), 67′ Coppola (E)

Note: Espulso Coppola (E) al 89′ per doppia ammonizione

CRONACA:
Prima dell’inizio della gara tutta l’A.C.D. Città di Eraclea si è stretta assieme ai genitori di Luca Piovesan per una breve cerimonia commemorativa (vedi foto) durante la quale il Presidente Massimo Pasqual assieme al capitano Mauro Vallese hanno consegnato ai signori Piovesan una cornice contenente un collage di foto di Luca sul campo e la sua maglia numero 4 entrambe con le firme di tutti i componenti della squadra, poi si è passati alla gara vera e propria che le due formazioni hanno affrontato lamentando alcune importanti assenze. Proprio per questo motivo mister Vio decide di far esordire da titolare Zanusso in un inedito ruolo di terzino destro vista la squalifica di Daneluz, mentre davanti è Turchetto a svolgere i compiti di punta indossando la maglia dello squalificato Fregonese con Stefanel sulla fascia sinistra e Villa Alberto su quella destra. Le assenze ed il toccante momento pre-partita certamente influiscono sull’inizio gara dei padroni di casa che non sembrano avere il consueto smalto dei primi minuti, ne approfitta il Nuova Caorle per controllare la situazione evitando al contempo di esporsi. Verso la metà del primo tempo l’Eraclea si scuote e comincia a rendersi pericolosa in avanti sfiorando il vantaggio al 25′ con Turchetto che riceve palla sulla trequarti dando inizio ad una veloce verticalizzazione in azione solitaria, evitati un paio di difensori si ritrova all’interno dell’area di rigore e da posizione decentrata conclude mirando al secondo palo, ma il suo diagonale si spegne di poco al lato. Dopo l’inizio in sordina i granata sembrano ora aver trovato il ritmo giusto, al 32′ minuto è la volta di Villa Alberto ad essere servito sul centro-destra, il numero sette eracleense avanza palla al piede ma prima di poter entrare in area viene affrontato in maniera fallosa inducendo il direttore di gara ad assegnare un calcio di punizione che poco dopo Belloni calcia lasciando partire una conclusione forte e tesa sulla quale Zentil si muove in ritardo tuffandosi alla sua destra senza riuscire ad intercettare il pallone che si insacca alle sue spalle. Belloni esulta sotto la tribuna ed il suo gesto è chiaro ad indicare la dedica ai genitori di Luca Piovesan. Una volta passati in svantaggio gli ospiti prendono a verticalizzare con più decisione aprendo sulle fasce per Rizzetto o Balduit, il primo va vicino al pareggio con una conclusione di punta da posizione ravvicinata che però termina al lato, ma è il secondo a sembrare il più ispirato fra le fila del Nuova Caorle mettendo dei palloni in area sui quali la difesa granata non sempre chiude a dovere. Mister Vio cerca allora di correre ai ripari mettendo subito in campo Fasan al posto di Zanusso in un ruolo dove è certamente più esperto di quest’ultimo, ma è proprio lo stesso Fasan a “combinare la frittata” al 43′ minuto di gioco: Cristian Buoso riceve palla sulla destra da dove effettua un traversone che spiove all’interno dell’area eracleense, Fasan sembra sul pallone ma in realtà liscia l’intervento ed alle sue spalle sbuca Rizzetto il quale tutto solo al limite dell’area piccola effettua un pallonetto di testa a scavalcare Salatin che non può opporsi alla conclusione dell’ex giocatore granata. Il primo tempo si conclude quindi sull’uno a uno e gli ospiti rientrano in campo senza Orlandini, al suo posto c’è Soncin che durante i primi minuti spinge in particolar modo sulla destra cercando di creare delle insidie per la difesa eracleense che comunque chiude sempre in ultima battuta. Non fa altrettanto al 12 minuto quando Balduit avanza indisturbato palla al piede fino ai 20 metri da dove lascia partire una velenosa conclusione che spiove all’ultimo momento mettendo fuori causa l’intervento di Salatin il quale viene salvato dalla traversa, punto in cui si infrange il pallone. Il pericolo corso scuote il Città di Eraclea che ora può affidarsi anche alla velocità del neo entrato Marian che percorre la fascia destra palla al piede mettendo in difficoltà chi deve contenerlo. E’ proprio lui al 19′ minuto ad essere cinturato appena dentra l’area da Bittolo Bon mentre cercava di intervenire su un traversone proveniente da sinistra, Marian termina a terra e l’arbitro che è li vicino fischia senza indugi il calcio di rigore a favore dei padroni di casa. Come sempre è Rosiglioni l’incaricato a tentare la trasformazione dagli undici metri ed anche questa volta sfrutta al meglio il penalty spiazzando Zentil per il nuovo vantaggio dell’Eraclea. Un solo minuto dopo Marian ha l’occasione giusta per chiudere la gara quando parte incontenibile in un contropiede solitario che lo porta a tu per tu con il portiere avversario il quale esce alla disperata facendo scudo con il proprio corpo alla conclusione dell’eracleense riuscendo così a respingere ed a salvare la sua porta. Ma la terza rete è rimandata di poco perchè al 22′ minuto lo stesso Marian guadagna una punizione sull’estrema destra del settore offensivo che Belloni calcia scodellando palla all’interno dell’area ospite, si forma così una mischia che viene risolta da Coppola lesto ad avventarsi su un pallone vacante a due passi dalla porta che chiede solo di essere spinto in fondo alla rete. Mancano ancora più di 20 minuti alla fine ma il 3-1 sembra sufficiente per chiudere il match a favore della formazione in maglia granata anche perchè il Nuova Caorle non sembra essere più in grado di costruire qualcosa di sufficientemente pericoloso da impensierire Vallese e compagni, affiora anche qualche segno di nervosismo da parte ospite che sfocia in sterili ed inutili proteste indirizzate verso il direttore di gara. Da segnalare fra le fila granata l’esordio del giovane juniores Christian Di Tos, ma ad un minuto dal termine l’allegria eracleense di un finale di gara vincente viene in parte offuscata dalla seconda ammonizione inflitta a Coppola, un banale e gratuito cartellino giallo per una distanza non rispettata che rimanda l’autore della terza rete mestamente ed anzitempo negli spogliatoi. Poco dopo ecco il triplice fischio finale che porta altri tre punti in casa eracleense utili non solo per un altro piccolo balzo in classifica con il raggiungimento del quinto posto, ma che portano anche un po’ di allegria in uno spogliatoio che ultimamente ha sofferto per varie cause.

 

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*