1rit: Burano – Eraclea 1-0

BURANO ERACLEA
Costantini R.
Rossi I.
Costantini F.
Lazzarini
Costantini A.
Bon L.
D’Este L.
(90′ Rossi M.)
Zane
(60′ Molin V.)
Molin I.
Rossi F.
Dei Rossi
All. Rossetti
Boso
Zorzetto
Nesto
(58′ Teso)
Bacchin
Cibin
Saramin
Vettoretto
Rosiglioni
Bonetto
Follador
Boatto
(70′ Pasqual A.)
All. Pattaro

Arbitro: Finotto di San Donà di P. 6,5

Marcatori: 34′ Rossi F. (B)(rig.)

Note

CRONACA:
Dopo la grande prestazione della scorsa domenica sul campo della capolista San Stino l’Eraclea si presenta a Burano con la chiara intenzione di ripetersi per portare a casa almeno un pareggio. Rientrano quasi tutti gli assenti di San Stino che mister Pattaro schiera in parte come titolari: Saramin e Bonetto ed in parte fra le riserve: Madiotto ed Alessandro Pasqual. Come si è visto la scorsa domenica uno o più episodi possono decidere l’esito di un match, il primo tempo di Burano Eraclea è stato caratterizzato da un paio di episodi, o forse è meglio dire errori, sfavorevoli ai granata. Il primo dopo soli tre minuti dall’inizio della gara: preciso cross di Vettoretto che taglia l’area buranella sul quale si avventa Giuliano Boatto che arriva però solamente a sfiorare la palla mancando una grossa occasione a porta praticamente sguarnita. Nei minuti a seguire le due formazioni cercano di contendersi la supremazia a centrocampo dove staziona prevalentemente il gioco fino al 24′ minuto quando è ancora l’Eraclea a rendersi pericolosa con Rosiglioni il quale su tiro di Vettoretto si vede deviare in angolo il pallone da un difensore avversario. Risponde il Burano alla mezz’ora grazie ad una discesa sulla fascia destra di Ivan Rossi che termina la sua azione offensiva effettuando un insidioso traversone verso il centro area favorendo la precisa deviazione di testa di Molin con palla a lambire la traversa della porta difesa da Boso. Poco più tardi, al 33′, ecco il secondo episodio sfavorevole alla formazione granata: doppio errore di Cibin il quale prima perde palla in fase di rinvio favorendo l’inserimento in area di Dei Rossi poi, nel tentativo di rimediare, si avventa sull’avversario in maniera fallosa invece di limitarsi a controllarlo in una posizione dell’area che non sembrava pericolosa. A quel punto il direttore di gara non può far altro che fischiare il calcio di rigore che verrà trasformato con freddezza da Federico Rossi, grazie ad una conclusione centrale che mette fuori causa il numero uno eracleense. Una volta passati in svantaggio i granata sono pronti a reagire ma, come è quasi sempre successo quest’anno, con scarsi risultati positivi in fase di conclusione, ci provano anche i centrocampisti granata con dei tiri da fuori area che Riccardo Costantini vede sfilare sul fondo. Buono l’avvio di ripresa dell’Eraclea sotto il punto di vista della volontà di reagire ad un risultato negativo, ma di pericoli per la porta buranella non se ne vedono proprio, l’unico a creare qualche grattacapo agli isolani è Bonetto che prova a creare qualcosa, ma da solo: nei primi cinque minuti una sua conclusione sfiora i pali difesi da Costantini ed un suo affondo viene fermato dalla precisa uscita dello stesso portiere. I primi venti minuti della ripresa vedono l’Eraclea protesa in avanti alla ricerca del pareggio ma, come detto, con scarsi risultati, poi il Burano prende in mano il pallino del gioco grazie ad una lenta ma continua crescita del proprio centrocampo gli isolani si ripresentano pericolosi dalle parti di Boso. Al 66′ buona azione personale di Dei Rossi che conquista un calcio di punizione dal limite dell’area, della battuta se ne incarica lo stesso attaccante rossoverde la cui conclusione chiama Boso ad un impegnativo intervento. Dopo aver rifiatato i ragazzi di mister Pattaro tentano l’assalto finale alla ricerca del pareggio: il Burano difende quasi a pieno organico e con molta attenzione lasciando ben poco agli ospiti. L’Eraclea va comunque vicina alla marcatura nelle ultime battute del match quando Bonetto effettua l’ennesimo assist di testa liberando Teso per la battuta verso la porta buranella, ma Riccardo Costantini si supera volando a deviare la pericolosa conclusione del granata. A pochi istanti dal termine Alessandro Pasqual che nella ripresa aveva sostituito Boatto viene atterrato al limite dell’area, ma l’arbitro preferisce sorvolare per poi fischiare la fine dell’incontro. Buona comunque nel complesso la direzione di gara del signor Finotto di San Donà che è stato facilitato nel suo compito dalla sostanziale correttezza sul campo delle due formazioni. Il Burano, che si è dimostrato squadra solida e compatta, vince sfruttando le sue armi migliori, cioè quella grinta e quella determinazione che hanno permesso agli isolani di conquistare molti palloni a centrocampo. Per la formazione eracleense il rammarico di non essere riuscita a bissare la grande prestazione della domenica precedente, il rientro di alcuni giocatori non ha sortito l’effetto desiderato ed un grave errore difensivo nel primo tempo ha compromesso un po’ tutto il match che, forse, la squadra di Luca Pattaro non avrebbe alla fine demeritato. Di positivo per i granata il fatto che da un po’ di tempo affrontano qualsiasi avversario giocando alla pari senza subire certe batoste a suon di gol tipiche di altre formazioni della bassa classifica, e questo fa ben sperare per il traguardo finale dell’Eraclea che quest’anno si chiama salvezza.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*