1rit : Eraclea – Ormelle 1-3

ERACLEA ORMELLE
De Stefani
Cappelletto
Buratto F.
(77′ Conte)
Pasian
Basso
Buratto M.
Zorzetto
(60′ Pasqual)
Mattiuzzo
Bisiol
Vigani
(65′ Giacchetto)
Turcato
All. De Pieri
Serafin
Bernardi
Bonotto
Bressan
Cavezzan
Miolli
Gattel
(78′ Cester)
Lazzarato
Piccolo
(72′ Visentin)
Cal
Valentini
All. Fava
 

Arbitro: Dall’Ara di Belluno 4

Marcatori: 26′ Cal (O)(rig.), 55′ Turcato (E), 74′ Valentini (O), 78′ Cal (O)(rig.)

Note Espulso De Stefani (E) al 77′ per fallo da ultimo uomo

CRONACA:
Come è successo la domenica precedente l’Eraclea a causa di un brevissimo black-out nella ripresa rovina quanto di buono aveva fatto fino a quel momento ed incassa la seconda sconfitta su due partite casalinghe consecutive. L’Ormelle squadra compatta, formata da buoni elementi e ben disposta in campo, non ha rubato nulla anche se sull’andamento dell’incontro ha pesato in maniera negativa per l’Eraclea la pessima giornata del signor Dall’Ara di Belluno che ha commesso alcuni gravissimi errori a danno della formazione di casa. Gli ospiti che sono a ridosso delle posizioni di testa della classifica cercano di impostare da subito un incontro improntato all’attacco per portare a casa i tre punti, ma nei primi venti minuti pungono poco ed anzi è l’Eraclea ad andare vicina alla marcatura con lo stopper Basso che al 21′ si sgancia in avanti arrivando a scoccare un forte tiro dalla lunga distanza che sfiora l’incrocio dei pali. Cinque minuti dopo però i granata si trovano sotto di una rete, è il 26′ minuto quando l’ala ospite Gattel entra in area dal lato destro, su di esso si porta in marcatura Zorzetto che nel tentativo di anticiparlo entra fuori tempo colpendo le gambe dell’avversario invece del pallone e causando perciò il calcio di rigore che Cal si incarica prontamente di trasformare spiazzando De Stefani. L’Eraclea cerca di fare il possibile per porre rimedio allo svantaggio ma come al solito non è molto pericolosa in fase di conclusione se si esclude un tiro dal limite dell’area di Vigani che al 30′ impegna il portiere ospite a terra. L’Ormelle è invece più pericolosa quando attacca in maniera corale ed al 40′ potrebbe anche raggiungere il raddoppio, il pallone sta per entrare in rete ma un intervento alla disperata di Basso lo respinge sulla linea di porta, nell’azione il difensore granata si scontra con il portiere De Stefani ed entrambi rimangono a terri doloranti, ma possono fortunatamente riprendere a giocare dopo le cure del caso. Passato questo grosso pericolo l’Eraclea allo scadere del primo tempo mette a segno la rete del pareggio che solo l’arbitro non vede, il centrocampista granata Buratto Michele fa partire una autentica sventola da fuori area che, con il portiere nettamente fuori causa, va ad impattare sotto la traversa e rimbalza all’interno della linea di porta prima di uscire, i granata protestano vivacemente chiedendo la rete ma l’arbitro, che era lontano, nega di aver visto il pallone varcare la linea e fa proseguire. Cercando di digerire la svista arbitrale l’Eraclea inizia la ripresa in avanti ed al decimo arriva a pareggiare le sorti dell’incontro: un veloce contropiede di Bisiol smarca il compagno Zorzetto in area dove viene stretto fra un difensore ed il portiere che lo stendono a terra, anche in questa occasione l’arbitro è “ceco” e non fischia il rigore a favore dei granata, ma per loro fortuna la palla finisce fra i piedi dell’accorrente Turcato che insacca a porta vuota. E’ un buon momento per l’Eraclea che nei minuti che seguono sembra poter anche essere in grado di assicurarsi l’intera posta in palio con gli ospiti dell’Ormelle che sembrano in difficolta dopo aver subito il pareggio. I granata avanzano a folate ma verso la mezz’ora commettono l’errore di sbilanciarsi troppo in avanti anche con i difensori che lasciata sguarnita la propria metà campo vengono puniti in contropiede al 74′ da Valentini, il migliore in campo, quando l’ala ospite si infila velocissimo su una voragine che si è aperta sulla fascia sinistra poi stringe verso il centro area, evita la marcatura di Turcato e supera De Stefani in uscita riportando in vantaggio la propria squadra. E’ il momento del sopraccitato black-out eracleense, tre minuti dopo difatti i granata completano la frittata offendo nuovamete il fianco al micidiale contropiede ospite, in questo caso però la mezz’ala Cal si invola tutto solo verso la porta in netta posizione di fuorigioco aiutato da un arbitro sempre più “ceco” che lo lascia andare, a quel punto il portiere De Stefani esce alla disperata atterrando in area l’avversario, tutto ciò causa il secondo calcio di rigore a favore dell’Ormelle con lo sciagurato arbitro che decide di espellere pure il portiere, tanto per infierire ancora di più su una squadra già in seria difficoltà. Entra il portiere di riserva Conte che a freddo non riesce ad intercettare il penalty calciato sempre da Cal, a quel punto le sorti dell’incontro sono decise, al novantesimo (senza alcun recupero!) arriva il triplice fischio finale per la felicità degli ospiti. Come nota finale non si può non riservare un pensiero all’arbitro che ha danneggiato in maniera incredibile l’Eraclea, oltre ai macroscopici errori già riportati, sul risultato di uno a uno ha anche graziato (volutamente?) Cal che già ammonito aveva volontariamente fermato il pallone con la mano. Il quattro in pagella per il signor Dall’Ara è già un regalo.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*