2and : Eraclea – Torre di Mosto 2-4

ERACLEA TORRE DI MOSTO

Mancuso
Brugnerotto
Simonetto
(68′ Stefanel)
Amadio
Granzotto
Teso A.
Marian
Ferrazzo
Imperi
Follador
Turchetto
All. De Pieri

Zanchi
Pavan
(52′ Pagotto)
Stello
(72′ Fasan)
Carbonera
Inverso
Rosan
Pasquon
Madiotto
(60′ Boatto)
Caminotto F.
Dalla Libera
Caminotto M.
All. Panzarin

Arbitro: Perissinotto di San Donà di P. 5,5

Marcatori: 7′ Follador (E),  66′ Camonotto F. (T), 78′ Caminotto M. (T), 82′ Caminotto F., 85′ Turchetto (E), 88′ Caminotto F. (T) 

Note: 83′ Espulso Marian (E) per proteste

CRONACA:

Eraclea e Torre di Mosto si sono incontrate per la seconda volta a distanza di breve tempo ed entrambi gli incontri, il primo valido per il Trofeo Veneto ed il secondo per il campionato, sono terminati con una goleada: otto reti nel primo e sei nel secondo. In entrambi i casi la squadra che ha chiuso in vantaggio il primo tempo ha finito per subire la rimonta e soccombere durante la ripresa: nella gara di Coppa Veneto gli ospiti del Torre di Mosto vincevano per 3 a 2 al termine dei primi 45 minuti ma nel secondo tempo l’Eraclea è uscita alla distanza vincendo per 5 a 3, un “favore” che gli eracleensi hanno restituito in campionato ai torresani i quali chiuso in svantaggio di un gol il primo tempo hanno dilagato nella ripresa vincendo per 4 a 2. Parte bene l’Eraclea che mette subito in difficoltà gli ospiti attuando un buon pressing e ripartendo con delle veloci giocate che portano gli avanti granata dopo pochi scambi nei pressi dell’area torresana. Il compito dell’Eraclea sembra anche facilitato dalla rete del vantaggio che arriva dopo soli 7 minuti grazie ad un calcio di punizione calciato da Follador che coglie l’angolo basso alla sinistra del sorpreso Zanchi. Poco dopo, al 10′, i ragazzi di mister De Pieri hanno una buona occasione per raddoppiare ma questa volta l’estremo Zanchi è bravo ad allungarsi per smanacciare una conclusione ravvicinata, trascorrono altri 4 minuti ed è Teso a sfiorare il raddoppio: riceve palla al vertice dell’area ospite, si libera del diretto marcatore e calcia in diagonale, ma la sua conclusione esce di pochissimo alla sinistra del portiere torresano. E’ un momento decisamente favorevole per l’Eraclea con il Torre di Mosto, in palese difficoltà, che argina come può le folate offensive dei padroni di casa, ma i padroni di casa non approfittano a dovere della momentanea superiorità ed il raddoppio non arriva. Clamorosa l’occasione avuta dai granata al 41′ minuto: azione prorompente di Marian sulla fascia destra che percorre inarrestabile fino a fondo campo da dove serve un delizioso assist verso il centro area per l’accorrente Imperi il quale, libero da marcature, cerca la battuta di prima intenzione ciccando invece il pallone e la palla-gol sfuma. Ad inizio ripresa l’Eraclea insiste alla ricerca del secondo gol: su un lungo traversone proveniente dalla destra Imperi prende il tempo al difensore e da distanza ravvicinata colpisce di testa mandando la palla in rete ma l’arbitro annulla per un fuorigioco molto discutibile, poco dopo il portiere torresano Zanchi è bravo a deviare una conclusione dei granata con la palla che arriva dalle parti di Turchetto appostato sul secondo palo, ma nonostante la posizione favorevolissima il numero undici eracleense devia di testa mandando la sfera al lato. Sono trascorsi dieci minuti del secondo tempo, dopo il primo gol l’Eraclea ha avuto varie occasioni per raddoppiare ma le ha tutte fallite, ora inizia a pagare la grande generosità fino a quel momento espressa sul campo e la mancanza di cambi a disposizione per poter sostituire chi ha esaurito le energie. Il Torre di Mosto si accorge ben presto che il centrocampo granata è diventato statico e che l’Eraclea in fase di marcatura non è più in grado di tenere il passo di chi attacca. Al 21′ minuto per gli eracleensi arriva l’inevitabile: azione di Stello sulla destra da dove arriva facilmente al cross verso il secondo palo, attimo di indecisione del portiere granata Mancuso che non esce dai pali e per l’accorrente Francesco Caminotto è una formalità spingere il pallone in fondo alla rete. Mister De Pieri si è accorto dell’improvviso calo fisico dei suoi e cerca di correre ai ripari mettendo in campo Stefanel al posto di uno spento Simonetto, ma la situazione non cambia perchè è un po’ tutta la squadra eracleense ad aver “spento la luce”. Il Torre di Mostro grazie ad una migliore freschezza fisica quando attacca diventa incontrollabile per l’Eraclea ed al 33′ minuto gli ospiti passano anche in vantaggio con Matteo Caminotto che conclude una insistita azione dei suoi calciando in diagonale dal vertice sinistro dell’area con la palla che si insacca a fil di palo. Altri quattro minuti ed un Torre oramai padrone del campo trova la terza marcatura quando l’Eraclea oramai in confusione mentale perde malamente palla a centrocampo da dove viene fatto scattare con un preciso rilancio Francesco Caminotto il quale si invola solitario verso l’area granata dribbla anche Mancuso in disperata uscita e deposita il pallone nella porta vuota. Al momento di riprendere il gioco a complicare maggiormente la situazione dei granata ci si mette anche Marian che protesta vivacemente con l’arbitro guadagnandosi un cartellino rosso. Nonostante la disperata situazione e l’inferiorità numerica gli eracleensi spinti più dal cuore che dai muscoli hanno la forza di trovare una reazione che frutta loro la seconda rete: l’azione è simile a quella del gol annullato in precedenza, il traversone però arriva dalla sinistra verso il secondo palo per il colpo di testa vincente di Turchetto, questa volta il direttore di gara è vicino all’azione e può valutare meglio convalidando la rete. Il due a tre da un piccolo barlume di speranza ai padroni di casa che dopo soli tre minuti viene subito spento dal granata Ferrazzo il quale in azione difensiva da ultimo uomo invece di mettere la palla in fallo laterale cerca una improbabile rovesciata che consegna la sfera sui piedi dell’accorrente Caminotto F. che sfrutta la sua domenica di grazia compiendo alcuni falcate in solitaria per poi lasciar partire dal limite dell’area un preciso pallonetto che non lascia scampo a Mancuso in uscita. Una bella tripletta per Francesco Caminotto che per lui non è una novità: 8 maggio 2005, ultima giornata dello scorso campionato: Torre di Mosto-Eraclea 3-1 con tripletta di Caminotto, 25 settembre 2005: Eraclea-Torre di Mosto 2-4 con un’altra tripletta dello stesso giocatore al quale sicuramente piacerebbe giocare sempre contro l’Eraclea. Grande sconforto fra le fila eracleensi al rientro negli spogliatoi per una gara che alla fine del primo tempo sembrava destinata a fruttare tre punti ed invece si è capovolta nella ripresa. In attesa del verdetto sul reclamo presentato dall’Eraclea per la gara giocata a Fossalta di Portogruaro è indubbia la causa del tracollo granata: con una panchina del tutto sguarnita nei secondi tempi la squadra cala inevitabilmente, a questo punto ci si attendono i rinforzi.     


Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato
Il tuo commento verrĂ  valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*