2r: Giussaghese – Città di Eraclea 1-1

GIUSSAGHESE

CITTA’ DI ERACLEA

Vianello
Cappello
Dalla Pozza
(46′ Bonan)
Gobbo
Perissinotto
(53′ Bortoletto)
Durizzotto
Zoppelletto
Sorgon
Longato
(65′ Toniutto)
Macan
Caracciolo
All. Moretto

Salatin
Zanusso
(63′ Rippa)
Rosiglioni
Piovesan Federico
Vallese
Fasan
Villa Alberto
(68′ Turchetto)
Finotto
(88′ Daneluz)
Fregonese
Belloni
Marian
All. Vio

Arbitro: Schiavon di Treviso

Marcatori: 8′ Finotto (E) 64′ Durizzotto (G)(rig.). 

Note: Espulso Macan (G) al 93′ per violento fallo da tergo

CRONACA:
Quella fra Giussaghese e Città di Eraclea è stata una gara combattuta e giocata a viso aperto dove le due squadre si sono affrontate entrambe con l’unico obiettivo di vincere, alla fine ne è uscito un pareggio tutto sommato giusto per quanto si è visto sul campo ma che lascia un po’ di amaro in bocca all’Eraclea per l’episodio che ha portato al calcio di rigore con il quale i padroni di casa hanno rimesso in parità le sorti del match. Anche per questa settimana il comunicato ufficiale del C.R.V. riportava il nome di un calciatore eracleense fra gli squalificati, quello di Coppola, ancora una volta quindi mister Vio si è ritrovato ad allestire la formazione rinunciando ad una importante pedina del suo scacchiere. In compenso scontata la loro squalifica tornano disponibili Fregonese e Daneluz, il primo riveste la sua solita maglia numero nove, per quanto riguarda invece la numero due il tecnico granata decide di rinnovare la fiducia al giovane Zanusso. Sulla destra parte da titolare Marian mentre Turchetto per questa volta rimane a “riposo” in panchina nella quale c’è anche il ritorno di Rippa dopo un certo periodo di assenza. La prima incursione degna di nota della gara è della Giussaghese che si rende subito pericolosa al primo minuto di gioco con una azione manovrata che porta ad una prima conclusione in porta respinta senza alcuna difficoltà da Salatin il quale un attimo dopo nel proseguo della stessa azione deve invece esibirsi in un impegnativo intervento in tuffo per deviare un insidioso tiro dal limite di Caracciolo. Corso il rischio di essere colpita a freddo l’Eraclea in breve si organizza ed al primo affondo di una certa importanza trova la rete del vantaggio. E’ l’ottavo minuto quando Zanusso difende palla sulla trequarti e conquista un calcio di punizione che Belloni prova a calciare in porta ma trova la respinta della barriera, la sfera gli torna fra i piedi e questa volta mette palla in area dove la difesa giussaghese sembra avere la meglio respingendola al di fuori dei 16 metri nei pressi dell’accorrente Finotto il quale di prima intenzione lascia partire una sassata che rende inutile il tuffo di Vianello con la sfera si insacca alla destra del portiere. Sei minuti più tardi, al 14′ di gioco, i padroni di casa vanno vicini al pareggio a seguito di un calcio di punizione da fuori area ben battuto da Caracciolo che lascia immobile Salatin a guardare la palla colpire l’incrocio dei pali alla sua sinistra. Questa rimane l’occasione più importante del primo tempo per la Giussaghese, sull’altra sponda il Città di Eraclea non rimane certo a guardare ma cerca a più riprese il gol del raddoppio mettendo in difficoltà in più di una circostanza i padroni di casa seppur alla fine manca sempre la conclusione vincente. I granata conquistano vari calci d’angolo creando anche qualche mischia in area alla quale corrispondono sempre delle conclusioni respinte. Da ricordare anche una buona chance capitata attorno alla mezz’ora a Fregonese il quale si avventa su un pallone vacante a pochi metri dalla porta ma conclude calciando con il collo del piede e la sfera sorvola la traversa. L’inizio ripresa vede una Giussaghese più intraprendente alla ricerca del pareggio, ma anche chiari segni di nervosismo dalla panchina dei padroni di casa che se la prendono immancabilmente con il direttore di gara, a questi si aggiunge la relativa tifoseria che in maniera come al solito “colorita” sfoga i propri bollori sui calciatori avversari e sull’arbitro. Sarà forse anche per questo “martellamento” subìto che il signor Schiavon della sezione di Treviso al 19′ minuto del secondo tempo prende una decisione a dir poco discutibile: attacca la Giussaghese per vie centrali facendo pervenire palla a Longato nei pressi del limite dell’area, la punta gialloblu spalle alla porta è pressato da tergo da Vallese ma riesce ugualmente a servire palla ad un compagno di squadra, quest’ultimo conclude in porta senza esito. Nel frattempo lo stesso Longato è finito a terra ed il direttore di gara terminata l’azione fischia indicando il dischetto del rigore fra l’incredulità e le vibranti proteste degli eracleensi i quali chiedono invece la simulazione dell’avversario che fra l’altro è avvenuta appena fuori dell’area e non dentro, ma non c’è verso di far cambiare idea al fischietto trevigiano che permette così a Durizzotto di calciare dagli undici metri. Salatin intuisce la direzione del pallone tuffandosi nel verso giusto ma non può deviare la precisa conclusione del numero sei di casa che si insacca a mezza altezza ed a fil di palo. Raggiunto il pareggio la Giussaghese cala il ritmo ed inizia a rifiatare, mentre l’Eraclea cresce nuovamente con il passare dei minuti arrivando anche a mettere in atto una specie di forcing nel finale di gara che porta i ragazzi di mister Vio ad usufruire di alcuni calci d’angolo e di punizione da fuori area, ma la porta di Vianello non sarà più violata fino a l triplice fischio finale. Da segnalare poco prima del termine una violento fallo da tergo di Macan ai danni di Fregonese proprio sotto gli occhi dell’arbitro che estrae il rosso espellendo così il numero dieci giussaghese. Alla fine non proprio appagate del pareggio le due formazioni rientrano negli spogliatoi con qualche vicendevole brontolio e vola qualche parola di troppo a queste, manco a dirlo, si aggiunge in coro un eccitato pubblico di casa, fortunatamente una doccia calda riporta ben presto tutti alla tranquillità.

 

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*