3a: Treporti – Città di Eraclea 0-2

TREPORTI CITTA’ DI ERACLEA

Teso
Trevisan
Costantini
Carillo
Angiolin
Tagliapietra
(87′ Orazio)
Vianello
(55′ Renna)
De Marchi
Smerghetto
Valeri
(80′ Scarpi M.)
Zane
All. Stefanutto

Villa S.
Daneluz
(53′ Finotto)
Rosiglioni
Teso
Vallese
Fasan
(59′ Rippa)
Coppola
Piovesan
Pellegrin
(66′ Marian)
Belloni
Turchetto
All. Vio

Arbitro: Xausa di Portogruaro 5,5

Marcatori: 34′ Belloni (E), 67′ Belloni (E). 

Note: Espulso Zane (T) al 70′ per fallo violento su Turchetto

CRONACA:
Il Città di Eraclea vince e convince a Treporti realizzando due reti, sfiorandone altre tre ed è pure riuscita per la prima volta in questa stagione a mantenere imbattuta la propria porta. Vincere sul terreno del Treporti non è certo cosa facile, lo scorso campionato non ci è riuscita nemmeno la corazzata Mazzolada, inizia quindi a dare i primi frutti il lavoro del nuovo mister Stefano Vio che ha preso per mano la squadra granata subito dopo la prima fase del Trofeo Veneto. I treportini memori della recente vittoria in coppa sull’Eraclea scendono in campo con il chiaro intento di fare il bis, mentre l’Eraclea archiviato il primo successo di campionato ottenuto ai danni della Giussaghese vuole dare un’altra soddisfazione ai propri tifosi anche se non può contare sul proprio gioiellino d’attacco Fregonese che dopo aver realizzato tre reti nelle prime due gare è costretto ad uno stop forzato a causa della brutta botta al ginocchio subita contro la Giussaghese. I padroni di casa provano a sorprendere l’Eraclea riversandosi a folate nella metà campo granata fin dai primi minuti di gioco, ma gli eracleensi ribattono colpo su colpo rispondendo con delle veloci azioni di rimessa ed il risultato, nonostante i tentativi di entrambe le contendenti, sembra non voler schiodarsi dallo zero a zero. Alla rete del vantaggio ci va più vicina il Città di Eraclea al 28′ minuto con Belloni che viene imbeccato da un rilancio del proprio centrocampo alto e centrale, la velocità e la tecnica del numero 10 granata gli permettono di saltare anche l’ultimo difensore treportino e di presentarsi solo davanti al portiere che prova a battere con un pallonetto, ma Teso risponde alla grande riuscendo a toccare il pallone di quel tanto che basta per mandarlo in calcio d’angolo. L’accoppiata Turchetto Belloni grazie alla loro velocità rappresenta una spina nel fianco per la difesa di casa ed al 34′ vanno in gol quando il primo effettua un calibrato lancio a favore del secondo che lo smarca lanciandolo verso l’area avversaria, questa volta però Belloni non sbaglia scegliendo una conclusione a mezza altezza che non lascia scampo a Teso. La reazione del Treporti non crea grossi grattacapi alla porta difesa da Villa perchè l’Eraclea presidia con attenzione ogni zona del campo e la prima frazione di gara si conclude sull’uno a zero a favore della squadra ospite. Negli spogliatoi mister Vio raccomanda ai suoi ragazzi di rientrare in campo concentrati e determinati a non concedere nulla ad un avversario che certamente ripartirà veloce con l’intenzione di “schiacciare” i granata nella loro metà campo fin dai primissimi minuti. Il compito dell’Eraclea è quindi quello di controllare il tentativo di assalto dei treportini ed ovviamente anche quello di rispondere in contropiede come succede al 9′ minuto quando l’accoppiata formata da Coppola e Pellegrin scattano veloci percorrendo tutta la metà campo avversaria, Pellegrin palla al piede si avvicina alla porta da destra mentre Coppola si accentra verso l’area piccola in attesa dell’assist che non arriva perchè Pellegrin vedendosi solo davanti al portiere cerca il successo personale che Teso gli nega deviando la conclusione in angolo. Il raddoppio è solo rimandato perchè al 22′ minuto con un’altra veloce ripartenza all’Eraclea bastano un paio di passaggi per arrivare a fondo campo da dove viene effettuato un traversone verso il secondo palo che l’accorrente Belloni di testa corregge in rete. Subìto il raddoppio il Treporti si innervosisce oltre misura andando un po’ troppo sul pesante nei contrasti, al 24′ il neo entrato Marian viene scalciato da tergo proprio nei pressi della panchina granata e rimane a terra dolorante, nell’occasione l’arbitro non prende provvedimenti disciplinari, li prenderà un minuto più tardi quando Turchetto nei pressi del centrocampo subisce una randellata da Zane ed il signor Xausa di Portogruaro oltre a fischiare la punizione estrae il rosso per il giocatore treportino. A quel punto sembra quasi fatta per il Città di Eraclea in vantaggio di due reti e con un uomo in più, ma la squadra di casa ha una reazione d’orgoglio ed al 32′ minuto va vicinissima al gol a seguito di un batti e ribatti nell’area eracleense Smerghetto si ritrova la palla fra i piedi a pochi passi dalla porta e prova ad indirizzarla nell’angolino basso, Villa sembra battuto ma la sfera colpisce la base del palo e poi viene allontanata assieme alla minaccia di riaprire la gara. Si avvicina il 90′ e con esso i tre punti per il Città di Eraclea, ma a due minuti dal termine c’è ancora da segnalare un’ottima occasione da gol non sfruttata da Marian che riceve palla sulla destra scatta veloce in contropiede verso l’area calciando infine sul portiere in uscita che devia ma non trattiene, sulla linea salva Carillo che manda la sfera in angolo. Termina così una gara che il Città di Eraclea vince meritatamente contro un avversario che ha dato battaglia agli eracleensi per tutti i 90′ minuti dimostrandosi in ottima salute, un particolare plauso va sicuramente a Belloni che è stato determinante con le sue due reti tenendo sempre sotto pressione la difesa treportina, ma un complimento bisogna farlo anche a tutti gli altri granata per il grandissimo impegno profuso sul campo senza dimenticarsi di mister Vio che ha disposto sul campo la sua squadra azzeccando anche tutti i cambi effettuati. Ora dall’Eraclea ci si aspetta continuità di risultati per evitare di soffrire a fine stagione come è successo nei due precedenti campionati e dare qualche soddisfazione in più ai propri tifosi

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*