3and : Eraclea-Fossaltese 0-4

ERACLEA FOSSALTESE
Baldo
Crosera
Marcon
Amadio
Furlanetto F.
Barbuiani
(46′ Pellegrin)
Teso
Stefanel
(37′ Rippa)
Imperi
Bernardi
(69′ Carollo)
Turchetto
All. Scarpi
Furlanis
Falcon
Zanotel
Furlanetto
Macor
Avitabile
(75′ Falcomer)
Benestante
(57′ Rizzetto)
Panigutto
Galasso
(68′ Basso)
Sutto
Toffolon
All. Turchetto

Arbitro: Dus di San Donà 6

Marcatori: 27′ Galasso (F), 52′ Toffolon (F), 57′ Avitabile (F), 86′ Basso (F)

Note

CRONACA:

La gara fra Eraclea e Fossaltese non ha avuto storia, la netta supremazia a centrocampo degli ospiti ha fatto la differenza ed al termine le conseguenze si riflettono sul risultato finale. La ripresa è stata un monologo della Fossaltese che ha dominato in lungo ed in largo, solo nel primo tempo l’Eraclea è riuscita a rintuzzare alla meglio le azioni offensive degli ospiti che si rendono pericolosi per la prima volta al 15′ minuto quando a seguito di un calcio d’angolo la palla viene respinta dalla retroguardia granata appena fuori area dove Sutto si coordina per la battuta in porta che chiama Baldo ad una impegnativa respinta tuffandosi alla sua destra. Due minuti più tardi, al 17′, la risposta dell’Eraclea si articola sulla fascia destra con Stefanel che serve verso il centro a favore di Bernardi il quale conclude forte ma centrale, Furlanis non si fa sorprendere e con i pugni alza la palla in angolo. Al 21′ una veloce incursione degli ospiti lancia Sutto in solitaria, scattato in sospetto fuorigioco non rilevato dall’arbitro il numero dieci ospite penetra in area dal vertice sinistro per poi calciare da posizione favorevole, ma Baldo con un balzo alla sua destra riesce a respingere la conclusione. Sei minuti più tardi, al 27′, la Fossaltese sblocca il risultato: calcio di punizione dal fronte destro d’attacco degli ospiti battuto da Sutto che scodella palla nella intasata area granata, una sfortunata deviazione di Filippo Furlanetto serve involontariamente palla a Galasso appostato vicino al secondo palo da dove può facilmente sospingere la sfera in fondo al sacco. Al 31′ minuto un incontenibile Sutto ha l’occasione per raddoppiare quando si invola inseguito dal suo marcatore sulla sinistra puntando verso la porta granata ma Baldo è reattivo ed in uscita riesce a far scudo respingendo la conclusione ravvicinata con il corpo. Ad inizio ripresa gli ospiti in pochi minuti mettono al sicuro il risultato: al 7′ minuto Galasso riceve palla nei pressi dell’area piccola girandola in porta a colpo sicuro, ma Baldo compie un mezzo miracolo respingendo d’istinto, un attimo dopo però l’estremo granata, ancora a terra, nulla può fare sulla pronta ribattuta di Toffolon che realizza il due a zero a porta vuota. Il centrocampo granata in fase di contenimento è quasi nullo e la pressione sulla retroguardia eracleense è pressochè insostenibile, i difensori cercano di tamponare le varie incursioni ospiti che sono continue ed insistenti anche ricorrendo a qualche fallo come al 12′ minuto quando la Fossaltese guadagna un calcio di punizione appena fuori area. Per la battuta si prepara Avitabile imprimendo una traiettoria al pallone che aggira la barriera e si insacca dove Baldo non può certo arrivare nonostante il tuffo alla sua sinistra. Con il tre a zero, messo al sicuro il risultato, la Fossaltese rifiata e l’Eraclea può giocare qualche palla nella metà campo avversaria, ma senza ottenere apprezzabili risultati in quanto le azioni granata si fermano quasi sempre prima dell’ingresso in area, lo schieramento difensivo degli ospiti rappresenta una muraglia invalicabile per gli attaccanti eracleensi. Al 41′ minuto arriva anche il quarto sigillo a coronare la buona prestazione offerta dagli ospiti: azione manovrata della Fossaltese che si conclude con un preciso assist a favore del neo entrato Basso il quale dal vertice dell’area lascia partire una precisa rasoiata che si infila sull’angolo basso alla destra dell’incolpevole Baldo. Termina così una gara il cui risultato a favore della Fossaltese non è mai stato messo in discussione durante l’arco dei 90 minuti, gli ospiti sono stati comunque favoriti nella loro impresa dall’inconsistenza di centrocampo e attacco dei padroni di casa. Una grande tristezza aleggiava nel post partita fra le fila granata, dopo sei campionati di seconda categoria disputati sempre in maniera più che dignitosa, compreso un secondo posto, quest’anno delle scelte difficilmente comprensibili hanno stravolto completamente la squadra mandando sul campo un gruppo giovanissimo che dimostra buona volontà ma non ha certo i mezzi per affrontare la categoria.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*