4a: Città di Eraclea – Sangiorgese 1-0

CITTA’ DI ERACLEA SANGIORGESE

Villa
Daneluz
Rosiglioni
Teso
(55′ Finotto)
Vallese
Fasan
Marian
(67′ Turchetto)
Piovesan
Fregonese
Belloni
(73′ Pellegrin)
Coppola
All. Vio

Mori
Lessi
Vian
Marchesin
(84′ Zottino)
Casonato A.
Manzato
Dodonè
Ortoncelli
Casonato F.
(75′ Salvador)
Perissinotto
(67′ Trevisiol)
Dinolli
All. Rossi

Arbitro: Bortoluzzi di San Donà 5,5

Marcatori: 88′ Coppola (E)

Note:

CRONACA:
Dopo un paio di deludenti stagioni povere di mezzi e di risultati sul campo l’Eraclea sembra aver trovato la strada giusta, a cominciare dall’assetto societario ed organizzativo, per ottenere sul campo dei risultati più consoni alla sua storia calcistica. Il miglior avvio di campionato rispetto al recente passato sembra anche riavvicinare il pubblico allo stadio eracleense le cui tribune si stanno ripopolando. Ad assistere all’incontro fra Città di Eraclea e Sangiorgese c’erano almeno un centinaio di spettatori che hanno però assistito ad un primo tempo avaro di particolari emozioni con i granata un po’ più intraprendenti in fase offensiva ed artefici di alcune buone azioni che si sono sviluppate in particolar modo sulla fascia sinistra ma che sono anche rimaste improduttive perchè il relativo traversone finale non ha mai trovato la deviazione vincente. La Sangiorgese, partita con una certa prudenza, ha risposto con dei lunghi rilanci dalle retrovie che hanno sempre trovato la difesa granata ben piazzata e pronta sistematicamente all’anticipo in chiusura. Un primo tempo che si chiude quindi sullo zero a zero e con i due portieri mai impegnati, cosa che non piace proprio a mister Vio convinto, e non gli si può dare torto, che i suoi ragazzi possano dare molto di più di quanto hanno offerto durante la prima frazione di gara. La situazione non cambia di molto ad inizio ripresa, il Città di Eraclea cerca di fare la gara ma non trova sbocchi alla propria manovra offensiva, in avanti Belloni e Fregonese, quest’ultimo al rientro dopo l’infortunio patito due domeniche prima, oltre a ricevere pochi palloni giocabili sono sistematicamente ingabbiati dall’attenta retroguardia ospite e Marian non sembra in grado di dar loro un particolare supporto. Inizia al 10′ minuto la girandola delle sostituzioni operate da mister Vio prima con l’innesto di Finotto a centrocampo, poi cerca di ravvivare l’attacco immettendo forze fresche al posto di chi ha corso molto in un pomeriggio afoso, ecco quindi l’entrata in campo prima di Turchetto e poi di Pellegrin. Nel frattempo la Sangiorgese sembra aver cambiato atteggiamento, a metà ripresa visto il perdurare dello zero a zero comincia a prendere in considerazione anche la possibilità di fare il colpaccio, ci crede anche mister Rossi che alla mezz’ora gioca la carta Salvador, cioè una punta d’esperienza che ha i numeri per colpire in contropiede. La difesa granata con Vallese in testa sempre attento e preciso nell’anticipo, buona la sua prestazione, non concede nulla agli avversari correndo un unico rischio quando un traversone proveniente da destra attraversa tutto lo specchio della porta senza che alcun ospite riesca a deviarlo in porta. Si avvicina inesorabilmente il 90′ e l’Eraclea non è ancora riuscita a schiodare il risultato dallo zero a zero iniziale, ma i granata comunque ci credono fino alla fine e a due minuti dal termine Turchetto riceve e difende palla sulla estrema sinistra dove viene affrontato e messo a terra. La conseguente punizione viene calciata da Finotto con un tiro-cross indirizzato sotto porta, sulla traiettoria tesa ed a mezza altezza si getta Coppola che in tuffo spizzica il pallone con la testa di quel tanto che basta per deviarlo in porta a fil di palo alla sinistra di Mori che non può nemmeno abbozzare l’intervento. Coppola viene festeggiato da tutti i suoi compagni di squadra che poco dopo gestiscono al meglio i tre minuti di recupero concessi dall’arbitro giungendo indenni al fischio finale che permette loro di festeggiare una vittoria sofferta e raggiunta in extremis ma che vale ugualmente tre punti come le due precedenti. Ora il compito degli eracleensi è quello di dimenticare subito i tre successi consecutivi e di concentrarsi solo sul prossimo impegno che non sarà per niente semplice visto che a far loro visita ci sarà il Lugugnana, una formazione che a quanto pare ha avuto un ottimo inizio di campionato.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*