4and : Bibione Cesarolo-Eraclea 3-1

BIBIONE CESAROLO ERACLEA
Gerotto
Glerean
Etro
Baldo
Zoccolan
Paron
Gervaso
Boscolo
Zanellati
Pizzolitto
Cassan
(Selva)
All. Stromendo

Baldo
Reale
Marcon
Furlanetto
Amadio
Teso
Stefanel
(Crosera)
Zurma
(Carollo)
Imperi
(Rizzetto)
Turchetto
Pellegrin
All. Scarpi

Arbitro: Ceolin di Portogruaro 5

Marcatori: Baldo (BC), Turchetto (E), Paron (BC), Selva (BC)

NoteI dati del tabellino e della cronaca sono incompleti. Ci scusiamo con i nostri lettori

CRONACA:
Partita per Cesarolo senza grandi speranze di strappare un risultato positivo l'Eraclea a fine gara ha avuto invece argomenti per recriminare sul punto perso. Ridisegnato il centrocampo rispetto alla scorsa gara, brutta sconfitta casalinga ad opera della Fossaltese, mister Scarpi durante il primo tempo riesce a sorprendere ed a mettere in difficoltà il più quotato Bibione Cesarolo. I padroni di casa però passano in vantaggio alla prima vera occasione della gara con Baldo, ma i giovani eracleensi non demordono: le loro veloci sgroppate sulle fasce vengono contenute a fatica dai difensori locali e prima dell'intervallo raggiungono il meritato pareggio. Su un lungo traversone nell'area del Cesarolo saltano contemporaneamente Pellegrin per il colpo di testa ed il portiere Gerotto, nessuno dei due riesce ad impattare la sfera che spiove dalle parti di Turchetto che è pronto alla girata a rete, per l'Eraclea si tratta non solo del pareggio ma di un gol "storico" visto che è il primo dopo sei gare ufficiali senza realizzazioni. Cresce il Cesarolo nel secondo tempo, ma l'Eraclea continua ad opporsi giocando a viso aperto, la spinta dei granata però non è la stessa della prima frazione di gara anche perchè alcuni giocatori sono acciaccati dai "calcioni" subiti, Imperi fra tutti, e mister Scarpi deve quindi provvedere ad alcune sostituzioni che modificano l'assetto della sua squadra. I padroni di casa ne approfittano riportandosi in vantaggio con Paron, ma come nel primo tempo i ragazzi in maglia granata cercano e trovano il pareggio quando il portiere di casa Gerotto in uscita si scontra con un compagno di squadra permettendo così a Pellegrin di mettere la palla in fondo al sacco, ma a quel punto un inconcepibile fischio arbitrale annulla la rete dell'Eraclea per fallo sul portiere o forse è meglio dire per "fallo di confusione", inutili le conseguenti proteste degli eracleensi che cercano di spiegare all'arbitro che Gerotto si è scontrato con un giocatore della sua stessa squadra. Più tardi con l'Eraclea protesa in avanti per gli ospiti arriva anche la beffa della terza rete realizzata dal neo entrato Selva il quale a seguito di un classico contropiede supera Baldo in uscita. Una certa ingenuità ed inesperienza è ancora stata decisiva in questa quarta sconfitta della giovane Eraclea, una squadra che quest'anno è ancora alla ricerca della propria identità, l'unica piccola consolazione della domenica è la prima rete realizzata in questa stagione con la speranza di un proseguo ancora più prolifico. Situazione completamente differente per il Bibione Cesarolo, grazie anche all'incredibile svista arbitrale i padroni di casa vincono la gara e raggiungono così il primo posto in classifica.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*