4and : Eraclea – Villanova 4-2

ERACLEA VILLANOVA
Teso An.
Zorzetto
Boatto Al.
Bacchin
Dorigo
Pasian
Follador
(77′ Pasqual)
Rosiglioni
Boatto An.
Rinaldi
Berton
(70′ Destito)
All. Pattaro
De Palma
Bon
Cassin
Drigo
Disarò
Fratter
Lena
(46′ Cesco)
Pasian
Vendrame
(46′ Strumendo)
Pellegrina
Battel
All. Drigo

Arbitro: Merulla di Mestre 7

Marcatori: 19′ Battel (V), 33′ e 43′ (rig.) Boatto An. (E), 63′ Follador (E), 79′ Battel (V), 83′ Boatto An. (E)(rig.)

Note

CRONACA:
Finalmente, dopo tre pareggi consecutivi, l’Eraclea vince per la prima volta in questo campionato e lo fa in maniera più che convincente. L’avversario di turno, il Villanova, si presentava al Comunale di Eraclea con delle valide credenziali, due vittorie in tre incontri, ma i granata hanno subito affrontato la formazione di mister Drigo a viso aperto, dimostrandosi assoluti padroni del campo nel primo tempo, per poi mettere al sicuro la vittoria nella ripresa. Molto convincente l’avvio di gara dei granata che nei primi minuti mantengono sotto costante pressione la retroguardia avversaria, il Villanova non riesce ad uscire dalla propria metà campo ma limita i danni in quanto l’Eraclea soffre del solito male, in fase di conclusione nessuno vuol prendersi questa responsabilità, l’unico pericolo per la porta degli ospiti nel primo quarto d’ora è rappresentato da un secco tiro di Follador da fuori area che impegna il portiere De Palma in una parata in due tempi. Poco più tardi, al 19′, c’è la beffa per l’Eraclea, il Villanova verticalizza per la prima volta lanciando in contropiede Pellegrina sul fronte destro del proprio attacco il quale giunto al limite dell’area effettua un insidiosissimo diagonale che Teso riesce a deviare in tuffo ma non a trattenere, la palla rimane vacante proprio dove stà sopraggiungendo Battel che ha la possibilità di insaccare facilmente a porta vuota, l’arbitro convalida fra le vivaci proteste dei granata in quanto l’azione sembrava viziata da un fuorigioco. Per la terza volta in quattro partite l’Eraclea si trova a dover rimontare uno svantaggio, la formazione diretta da mister Pattaro ha il pregio di non perdersi mai d’animo in questa maniera i granata riprendono a pressare l’avversario nella propria metà campo ed al 33′ arrivano al pareggio con capitan Boatto Andrea il quale ricevuto un preciso assist appena dentro l’area difende il pallone e da pochi passi batte l’incolpevole De Palma. Questo carica ancora di più gli eracleensi che continuano a spingere in avanti mettendo in seria difficoltà la difesa avversaria e prima del termine del primo tempo vanno ancora in gol grazie ad un calcio di rigore trasformato da Boatto Andrea e concesso dall’arbitro per un fallo subito dal fratello Alessandro in piena area mentre stava per calciare a rete. I primi minuti della ripresa sono a favore del Villanova che con un paio di feschi innesti riesce a spingere di più dell’Eraclea, quest’ultima dopo un primo tempo alla grande sta rifiatando, gli ospiti hanno così una grossa occasione per pareggiare al 4′ minuto: a seguito di un calcio di punizione c’è un batti e ribatti in area granata la palla arriva infine sui piedi di Pellegrina che all’altezza dell’area piccola calcia sopra la traversa sprecando l’opportunità. A partire dal decimo minuto l’Eraclea riprende a macinare gioco offensivo e a tener lontani gli avversari dalla propria porta, i granata cercano il gol che può chiudere l’incontro e lo trovano al 18′ quando Rinaldi batte con precisione un calcio d’angolo facendo spiovere il pallone a centro area dove Follador stacca più in alto di tutti e di testa manda la palla a gonfiare la rete alla destra del portiere. Nonostante il doppio svantaggio il Villanova non si dà certo per vinto, manca ancora molto alla fine e spera di poter realizzare quel gol che riaprirebbe l’incontro. L’Eraclea dal canto suo controlla con attenzione i tentativi degli avversari per vari minuti fino al 34′ quando la formazione granata a causa di una autentica leggerezza difensiva, un ritardato rinvio, permette a Battel di ricevere comodamente palla a centro area, trovatosi in completa solitudine l’attaccante del Villanova evita anche l’estremo Teso e deposita in rete. Ancora una volta il gol subito ha un effetto positivo per la formazione di casa diretta da mister Pattaro, già un minuto dopo, al 35′, i granata hanno la possibilità di trovare la quarta rete grazie ad un preciso tiro di Rinaldi dal limite che poi colpisce in pieno la base del palo a portiere battuto. Negli ultimi minuti il Villanova si allunga un pò troppo permettendo ad un attento Rosiglioni di rubare palla a centrocampo per poi galoppare velocissimo verso la porta avversaria, dopo aver evitato l’ultimo difensore il portiere in uscita lo ferma in maniera fallosa e l’arbitro assegna un secondo calcio di rigore all’Eraclea. Sul dischetto va ancora Boatto Andrea che trasforma il penalty e realizza così la sua personale tripletta. C’è ancora il tempo, in pieno recupero, per un contropiede di Destito che si presenta solitario in area ma questa volta De Palma sceglie il tempo giusto e gli soffia in extremis il pallone dai piedi. Abbastanza buono e preciso l’arbitraggio del signor Merulla di Mestre, unico suo neo dell’incontro il primo gol del Villanova quasi sicuramente realizzato in fuorigioco e per questo da un probabile otto la sua valutazione, pur buona, scende a sette.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*