5and : Eraclea-Corbolone 0-1

ERACLEA CORBOLONE
Baldo
Reale
(83′ Barbujani)
Marcon
Furlanetto
Amadio
Teso
Bernardi
Zurma
(79′ Crosera)
Imperi
(59′ Stefanel)
Turchetto
Pellegrin
All. Scarpi
Budoia
Fantuz
Presotto
Drusian
(68′ Roman)
Piccolo
Geretto
Tonin
(68′ Carlassara)
Zulianello
(81′ Parravicini)
Camilotto
Cattai
Vivan
All. Lescarini

Arbitro:
De Zen di San Donà di P. 5,5

Marcatori: 77′ Camilotto (C)

Note

CRONACA:

Il Corbolone, attualmente primo nella classifica del girone, è arrivato ad Eraclea convinto di realizzare una facile goleada in casa di chi occupa l’opposta posizione della graduatoria, cioè l’ultima. In realtà le cose non sono andate proprio in questo modo visto che gli ospiti alla fine hanno vinto di stretta misura e con solo gol di scarto dopo aver sofferto per quasi tutto il primo tempo fra l’incredulità dei propri tifosi al seguito e non solo. Parte bene quindi la formazione in maglia granata che durante i primi dieci minuti non fa veder palla al più quotato avversario: al quarto minuto l’Eraclea usufruisce di un calcio di punizione da fuori area, l’azione dopo un batti e ribatti si chiude con una insidiosissima conclusione di Pellegrin dal limite con la sfera che esce di pochissimo alla destra di Budoia proteso in tuffo ma che probabilmente non sarebbe mai arrivato a deviare. Gli eracleensi mantengono palla nella metà campo avversaria ed all’ottavo un’azione che si sviluppa sulla fascia sinistra porta alla conclusione di Turchetto sulla quale Budoia è bravo ad allungarsi alla sua sinistra per la deviazione plastica. Con un notevole dispendio di energie la formazione granata non da respiro all’avversario che non riesce ad esprimere il proprio gioco, i padroni di casa si mantengono a lungo nella metà campo avversaria ma, a parte qualche calcio d’angolo o di punizione da fuori area, non sono in grado di impensiere l’estremo ospite con delle conclusioni degne di nota. Sull’altra sponda, quella ospite, bisogna attendere il 39′ minuto per registrare la prima pericolosa conclusione del Corbolone che arriva a seguito ad un calcio di punizione battuto da Geretto bravo a scavalcare la barriera granata ma altrettanto bravo risulta essere Baldo che vola alla sua sinistra deviando il pallone proprio quando sembrava destinato ad entrare in porta. L’andamento della gara cambia nel secondo tempo ed i ruoli si invertono, già dai primi minuti è il Corbolone la squadra a prendere in mano le redini del gioco ed a costringere l’Eraclea alla difensiva. I padroni di casa hanno forse speso un po’ troppo durante la prima frazione di gara ed ora ne pagano le conseguenze. Gli ospiti però non sembrano per il momento in grado di concretizzare le loro numerose azioni offensive visto che le conclusioni del Corbolone verso la porta difesa da Baldo lasciano spesso a desiderare. In realtà è l’Eraclea ad avere una occasionissima per sbloccare il risultato al 17′ minuto quando il portiere ospite Budoia sbaglia l’appoggio verso un compagno di squadra servendo involontariamente palla al granata Pellegrin il quale sorpreso per l’inatteso regalo effettua uno stop verso la porta un po’ troppo lungo permettendo così al numero uno avversario di rimediare in extremis gettandosi sui piedi dello stesso Pellegrin riuscendo così a riagguantare la sfera. Con il trascorrere dei minuti la spinta offensiva del Corbolone si fa sempre più insistente ma di conclusioni nello specchio della porta granata non se ne vedono, per gli eracleensi c’è una speranza di poter guadagnare il primo punto, mentre fra le fila ospiti cresce un certo nervosismo per un gol che tarda ad arrivare, in particolar modo poco tranquilli sembrano Camilotto e Cattai. Il primo, ingaggia un lungo ed aspro duello con Amadio: l’attaccante in più di un’occasione sembra anche rivolgersi in maniera offensiva nei confronti di Amadio che risponde con un paio di colpi proibiti che gli valgono anche un cartellino giallo. Anche Cattai, classe 1969, sembra patire la marcatura degli avversari, per buona parte classe 1985, ma uno dei suoi marcatori: Reale in realtà finirà per “soffrire” di più visto che deve lasciare il campo claudicante prima del termine della gara dopo aver subìto un paio di dure entrate da tergo, per il suo avversario nessun cartellino. L’accoppiata Cattai Camilotto risulterà però determinante, al 32′ minuto, nel realizzare il gol vittoria della loro squadra: un lungo traversone degli ospiti dalla sinistra trova Cattai sulla destra dell’area granata solitario ed in palese posizione di fuorigioco non rilevato dall’arbitro, il numero dieci del Corbolone effettua un intelligente assist di testa verso l’area piccola che taglia fuori il portiere Baldo e per l’accorrente Camilotto è sufficiente spingere sempre di testa il pallone all’interno della sguarnita porta granata. Negli ultimi minuti il Corbolone gestisce facilmente l’unico gol di vantaggio anche perchè ai granata manca la forza di reagire e la gara si conclude con un calcio di punizione da posizione interessante battuto da Turchetto che non crea alcun pericolo per la porta avversaria. Nella gara durante la quale era meno attesa c’è stata una reale possibilità per l’Eraclea di cancellare lo zero in classifica, ma la maggior esperienza del collettivo del Corbolone  alla fine ha fatto la differenza, con questa stentata vittoria gli ospiti ora sono soli al comando della classifica, al contrario dei granata che ora sono soli all’ultimo posto. Non del tutto sufficiente la prova del signor De Zen, sul fischietto sandonatese grava l’ombra del fuorigioco non fischiato che ha portato al gol partita ed è anche sembrato un po’ troppo clemente in occasione di alcune pesanti entrate subite sia dai padroni di casa che dagli ospiti.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*