5and : Eraclea – San Stino di L. 0-1

ERACLEA SAN STINO
Teso An.
Zorzetto
Boatto Al.
Bacchin
Dorigo
Pasian
Follador
(66′ Destito)
Rosiglioni
Boatto An.
Rinaldi
Berton
All. Pattaro
 
De Piccoli
Ciganotto
Presotto
De Pieri
Geretto
Tiso
Artico
Rossi
(79′ Migotto)
Sartorello
Chillon
(66′ Paternuosto M.)
Paternuosto S.
All. Migotto

Arbitro: Camillo di Portogruaro 5

Marcatori: 19′ Sartorello (SS)

Note

CRONACA:
Prima battuta d’arresto per l’Eraclea in questo campionato che crea una certa delusione fra il clan granata e i suoi tifosi per come è maturata questa sconfitta. Dopo aver visto la domenica precedente un’Eraclea brillante, grintosa e battagliera in ogni settore del campo quella che ha affrontato il San Stino sembrava invece un’altra squadra, il reparto difensivo ha tutto sommato retto abbastanza bene al contrario si sono viste poche idee a centrocampo ed un’attacco del tutto sterile. Alla fine il San Stino di Livenza, formazione per niente irresistibile, ha meritatamente portato a casa i tre punti grazie ad un bel gol realizzato in contropiede al quale ha fatto seguito una attenta amministrazione del vantaggio, quasi mai la difesa ospite è stata vista in affanno, questo grazie anche alla mancanza di pericolosità in fase conclusiva delle punte eracleensi. Durante i primi 45 minuti c’è una certa supremazia territoriale dell’Eraclea ed al 14′ di gioco Berton con un tiro dal limite dell’area costringe il portiere ospite De Piccoli ad una impegnativa deviazione in angolo. Anche se la formazione diretta da mister Pattaro mantiene il baricentro avanzato bisogna attendere il 30′ per segnalare un’altra occasione da gol a favore dei granata: una punizione di Rinaldi dal limite viene respinta con i pugni dal numero uno avversario. Gli ospiti del San Stino badano più a controllare i tentativi avversari che a rendersi veramente pericolosi, il portiere granata Teso rimane a lungo inoperoso, la sua prima parata si registra solamente al 41′ quando Paternuosto S. riceve palla al limite dell’area dove da posizione abbastanza centrale calcia in porta, il suo tiro però trova la pronta risposta dell’estremo granata il quale blocca a terra. Al 43′ il sanstinese De Pieri rischia un clamoroso autogol a causa di un suo maldestro retropassaggio di testa, il portiere De Piccoli vistosi superare è costretto a rincorrere il pallone che riesce a bloccare in tempo prima che varchi la linea di porta. All’inizio della ripresa arriva la doccia fredda per l’Eraclea, il San Stino può contare su una veloce e insidiosa punta come Sartorello, il quale al 6′ dimostra le sue doti scattando rapidissimo su un rilancio del proprio centrocampo e giunto al vertice destro dell’area fa partire un preciso diagonale verso il secondo palo che non lascia scampo a Teso. Ancora una volta l’Eraclea è costretta a rincorrere l’avversario, ma a differenza delle altre volte sembra non trovare varchi per poter arrivare almeno al pareggio, il San Stino molto preciso ed ordinato nella propria metà campo si difende senza affanno. Al 20′ Follador riceve palla in area ma poi da buona posizione calcia troppo centralmente ed il portiere De Piccoli può sventare la minaccia bloccando il pallone. L’Eraclea cerca di accelerare i tempi ed aumenta la sua pressione offensiva, tutto questo crea al 30′ una incredibile mischia in area sanstinese, dopo un classico batti e ribatti la difesa ospite riesce ad allontanare la minaccia. Al 38′ il neo entrato Destito riceve palla solitario a centro area, sembra l’occasione buona per il pareggio, ma la punta granata conclude troppo centralmente ed il portiere ospite interviene senza difficoltà. Si avvicina il 90′ di gioco per l’Eraclea le speranze sono sempre più flebili, la formazione di casa negli ultimi minuti si sbilancia ed al 44′ il solito Sartorello viene lanciato in contropiede sulla fascia sinistra del suo fronte d’attacco, il centravanti prima evita Bacchin, ultimo difensore, ma poi si trova di fronte un attento Teso che evita il raddoppio ospite respingendo con i piedi la sua conclusione ravvicinata. Subito dopo l’arbitro assegna giustamente sei minuti di recupero, anche se questi non pareggiano tutto il tempo furbescamente perso dal San Stino, al 47′ il libero Pasian calcia con precisione dal limite dell’area, ma il suo tiro sfiora la traversa con il portiere che sembrava fuori causa, poco dopo Destito servito solitario ed in sospetta posizione di fuorigioco trovatosi a tu per tu con De Piccoli tarda la conclusione e permette alla difesa ospite di recuperare la posizione e sventare la minaccia. Al triplice fischio finale c’è la giusta esultanza della formazione del San Stino, mentre è grande la delusione fra le fila eracleensi, tifosi inclusi. Da segnalare fra i migliori dell’incontro Pasian per l’Eraclea e Sartorello per il San Stino. Alcuni errori, a sfavore di entrambe le formazioni, pregiudicano la sufficienza al signor Camillo di Portogruaro, arbitro dell’incontro, in particolar modo si è rimasti perplessi quando a Destito, che ha subito un durissimo impatto all’interno dell’area di rigore perdendo alcuni denti, è stato addirittura fischiato fallo a sfavore.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*