6and : Eraclea – Giussaghese 2-0

ERACLEA GIUSSAGHESE
Carraro
Basso
Buratto F.
Buratto M.
Pinato
Mattiuzzo
Pasian
Boatto
(72′ Cella)
Tonello
(63′ Turcato)
Pasqual G.
(80′ Trevisiol)
Giacchetto
All. De Pieri
Passador
Tofan
Amadio
Drigo Ant.
Drigo And.
Fontanel
(46′ Conversan)
Maccan
Bellotto
Segato
Puppo
Buzzarello
All. Disarò
 
 

Arbitro: Mora di Treviso 6

Marcatori: 26′ Pasian (E), 37′ Boatto (E)

Note Espulsi: Furlanis (G) per ingiurie all’arbitro e Tofan (G) per gioco violento.

CRONACA:
Sembra proprio che l’Eraclea sia riuscita a superare la crisi (più di risultati che di gioco) che l’attanagliava nelle prime giornate di campionato: un solo punto nelle prime quattro partite ed ora due limpide vittorie nelle ultime due domeniche. Il compito di conquistare i tre punti non era facile in quanto l’undici granata si trovava di fronte una formazione molto ostica e mai doma come quella della Giussaghese, ma al termine dei novanta minuti per quanto espresso sul campo la vittoria dell’Eraclea è stata ineccepibile. Gli spunti principali di cronaca sono quasi tutti nel primo tempo: la prima vera palla gol a favore dei granata al nono minuto, sugli sviluppi di un calcio d’angolo il pallone finisce sui piedi di Pasian che dentro l’area è lesto a calciare al volo, la sfera attraversa tutto lo specchio della porta senza entrarvi e poi viene rinviata dalla difesa degli ospiti. La Giussaghese risponde al diciasettesimo con un insidioso calcio di punizione di Puppo che viene parato a terra da Carraro ed un minuto più tardi manca di un soffio il gol quando il portiere granata uscito dall’area rinvia corto il pallone che diventa preda di Amadio il quale vista la posizione del numero uno eracleense calcia prontamente verso la porta sguarnita ma la sfera termina fuori di un soffio, fra la disperazione dei suoi compagni contrapposta al sospiro di sollievo del clan granata. Dopo aver corso questo serio pericolo l’Eraclea prende le misure all’avversario e spinge in avanti con più determinazione arrivando al gol del vantaggio al ventiseiesimo minuto. L’azione da porta a porta è molto veloce: su un lungo rinvio di Carraro c’è il prezioso ponte di testa di Tonello che smarca Pasian il quale dopo aver controllato il pallone ha il tempo di osservare la posizione del portiere avversario prima di superarlo imparabilmente con un tiro sull’angolo basso. Al gol di pregevole fattura seguono dieci minuti di supremazia territoriale dell’Eraclea come preludio al raddoppio che giunge al 37′ e vede ancora protagonista Pasian, questa volta è l’ala granata che effettua un intelligente assist di testa per lo smarcato Boatto che piazzato sul secondo palo a due passi dalla porta non può far altro che spingere dentro il pallone. La Giussaghese subito il raddoppio “perde la testa” e si lascia andare a continue proteste nei confronti dell’arbitro il quale sente una parola di troppo provenire dalla panchina ospite e decide così di espellere Furlanis che era una delle riserve a disposizione di mister Disarò. Al contrario della Giussaghese per l’Eraclea il momento è d’oro tanto che al 40′ arriva anche la terza rete con un perentorio colpo di testa di Pinato che l’arbitro annulla ingiustamente per un fuorigioco che non c’era assolutamente. Gli ospiti negli ultimi cinque minuti cercano di ridurre lo svantaggio prima del termine del primo tempo, ma riescono ad impegnare Carraro solamente al 45′ con un secco tiro di Segato. Col termine del primo tempo terminano anche gli spunti di cronaca relativi alle palle-gol in quanto nella ripresa una nervosa Giussaghese facilita il compito dei granata nel controllare i suoi tentativi di rimonta e in più di un’occasione l’Eraclea in contropiede non ne approfitta per aumentare il suo bottino di reti. Poco prima del novantesimo altra espulsione fra le fila della Giussaghese, l’arbitro estrae il cartellino rosso per Tofan, reo di un brutto, inutile e pericoloso fallo a centrocampo.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*