6and : Eraclea – Jesolo 0-4

ERACLEA JESOLO

Mancuso
Rippa
Tonet
(58′ Di Meo)
Amadio
Simonetto
Teso
Marian
Stefanel
Imperi
Follador
Turchetto
All. De Pieri


De Vettor
Locci
Boatto Al.
Bacchin
Donà
Zorzetto
Costantini
(75′ Danieli)
Marani
(60′ Boatto An.)
Rossignoli
D’Arienzo
(83′ Zanusso)
Basso
All. Beninato

Arbitro: Ceresatto di Portogruaro 4,5

Marcatori: 26′ e 32′ Rossignoli (J), 41′ Basso (J), 57′ Rossignoli (J)  

Note: 

CRONACA:

L’Eraclea cerca di opporsi con la solita generosità ad uno Jesolo in grande spolvero, ma una serie di errori dei suoi giovani cancellano presto la speranza di condurre in porto un risultato positivo. La formazione jesolana, ora capolista del girone, si presenta al comunale di Eraclea con undici titolari di tutto rispetto coadiuvati da una altrettanto valida panchina nella quale siede anche il neo arrivato Bezerra, un brasiliano che lo scorso anno faceva parte del gruppetto di sudamericani grazie ai quali il Treporti si era mantenuto fra le prime posizioni di classifica, tutto questo la dice lunga sulle reali ambizioni dello Jesolo per questa stagione. La formazione eracleense per lo più formata da giovani inesperti che alle spalle ha una panchina cortissima prova ugualmente a far paura alla squadra ospite ed al 15′ minuto di gioco ha anche una grossa occasione per passare in vantaggio quando Imperi decentrato sulla sinistra serve a favore di Marian che si infila in un corridoio centrale ritrovandosi tutto solo in area a tu per tu con De Vettor, ma gli manca la freddezza per piazzare il pallone e la sua conclusione viene respinta con i piedi dall’estremo jesolano. Dieci minuti dopo, al 25′, altra palla-gol per l’Eraclea sempre sui piedi di Marian, ancora una volta servito con precisione il numero sette granata giunto sul vertice destro dell’area avversaria invece di servire a favore di Turchetto che si trovava in ottima posizione a pochi metri dalla porta cerca la conclusione, ne esce un rasoterra centrale che De Vettor blocca a terra. Fallite queste due palle-gol un minuto dopo l’Eraclea viene castigata da un avversario che alla prima occasione sblocca il risultato: Rossignoli riceve palla appena fuori area da dove cerca la conclusione, un tiro ne forte e nemmeno angolato sul quale Mancuso ci mette molto del suo con una presa difettosa che permette alla sfera di varcare la linea di porta. Il gol galvanizza l’esperto Rossignoli, al 28′ D’Arienzo si esibisce in una bella discesa sulla sinistra, salta due avversari e poi da fondo campo effettua il traversone in area sul quale Rossignoli stacca per il colpo di testa che manda la palla ad incocciare sull’incrocio dei pali. Sembra proprio un buon momento per lo Jesolo che al 32′ minuto raddoppia: Basso difende palla al limite dell’area permettendo l’inserimento di Rossignoli che controlla e calcia in porta, Mancuso si oppone ma non a sufficienza perchè smanaccia il pallone deviandolo in porta anzichè in calcio d’angolo. E’ da poco passata la mezz’ora e già si ha la sensazione che per l’Eraclea la gara possa considerarsi compromessa, sensazione che diventa realtà al 41′ minuto quando Donà in missione offensiva riceve palla sulla trequarti e la difende trovando poi lo spiraglio per effettuare un lungo traversone che termina dal lato opposto dell’area da dove Boatto calcia forte verso il secondo palo trovando a due passi dalla porta la deviazione vincente di Basso. Subite tre reti nella prima frazione di gara l’Eraclea che inizia il secondo tempo sembra confusa e frastornata, per lo Jesolo è cosa facile controllare l’avversario e metterlo ancora in difficoltà con delle veloci ripartenze sulle fasce, durante una di queste azioni, al 10′ minuto, Costantini appena entrato in area viene affrontato ed atterrato da Simonetto portando il direttore di gara a fischiare il penalty. Dal dischetto si prepara Marani che calcia rasoterra alla destra di Mancuso, bravo questa volta ad intuire allungandosi in tuffo per la deviazione. Ma la quarta rete degli ospiti è rinviata di soli 2 minuti, l’esperto Rossignoli quando riceve palla in area, spalle alla porta, si dimostra ancora una volta pericoloso, questa volta sfrutta un errore del suo marcatore che gli permette di girarsi e di calciare sul palo lungo sorprendendo per la terza volta l’estremo granata. Durante l’ultima mezz’ora con uno Jesolo che sembra sazio l’Eraclea cerca almeno il gol della bandiera, ma se Rossignoli ha già avuto il suo momento di gloria ora sale in cattedra il portiere De Vettor che nega in tre occasioni il gol ai padroni di casa: al 21′ un’azione insistita della squadra granata si conclude con un tiro dal limite di Follador che il numero uno jesolano devia in tuffo. Al 28′ lancio di Marian per il neo entrato Di Meo veloce ad entrare in area palla al piede e poi calciare da buona posizione, ma De Vettor è molto bravo a chiudere lo specchio deviando con i piedi la sfera in calcio d’angolo. Per finire, al 36′, Stefanel si avvicina all’area jesolana e poi calcia di controbalzo con parabola discendente trovando l’estremo ospite è ancora una volta pronto ad inarcarsi per alzare la sfera sopra la traversa. Al triplice fischio finale lo Jesolo festeggia una vittoria meritata ma dal risultato che va ben oltre quanto è stato espresso sul terreno di gioco, per l’Eraclea un’altra brutta mazzata dovuta per lo più a grossolani errori dei suoi giovani calciatori. Nel giro di un mese la squadra granata ha dapprima reso felice il torresano Caminotto permettendogli una indimenticabile tripletta e questa volta la cosa si è ripetuta con Fabio Rossignoli, altra tripletta al comunale eracleense, chi sarà il prossimo? Se Rossignoli e De Vettor sono stati protagonisti in positivo il giovane arbitro Ceresatto della sezione di Portogruaro lo è stato in negativo con una direzione di gara costellata di errori più o meno gravi, a volte ci si chiede se a certi fischietti giovani ed inesperti non farebbero bene ancora un paio di stagioni nel settore giovanile.          

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*