6r : Città di Eraclea – Fossaltese 3-2

CITTA’ DI ERACLEA

FOSSALTESE

Salatin
Zanusso
Rosiglioni
Piovesan Federico
Finotto
Fasan
Villa Alberto
Coppola
Turchetto
Belloni
Marian
All. Vio

Florean
Falcon
Marcon
(67′ Monibidin)
Zoccolan
(52′ Tiso)
Coasin
Disarò
Falcomer
Lenardon
Zambon
Galasso
Sette
(89′ Basso)
All. Neri

Arbitro: Crisci di Treviso

Marcatori: 42′ Zambon (F), 58′ Belloni (E), 80′ Disarò, 82′ e 94′ Belloni (E)

Note:

CRONACA:
Tra gioia e sconforto, a distanza di sole tre settimane il pubblico presente al comunale di Eraclea ha rivissuto la stessa grande emozione provata nel finale di Città di Eraclea-Treporti. Come allora le due formazioni sono giunte ai minuti di recupero con il medesimo risultato di parità: 2-2 ed anche in questo caso l’Eraclea ha cercato e trovato la rete della vittoria proprio all’ultimo istante, per l’immensa gioia di chi tifa granata opposta allo sconforto dei fossaltesi che in un finale concitato hanno dapprima perso i tre punti ed all’ultimo momento anche il punto del pareggio. Si tratta di una vittoria di grande valore per il Città di Eraclea se consideriamo la situazione di emergenza nella quale mister Vio si è trovato ad operare, numerose le assenze fra le fila granata con tre giocatori squalificati ed altri tre infortunati, ad onor di cronaca comunque anche la Fossaltese lamentava due calciatori squalificati. Di un certo peso per l’Eraclea le assenze di Fregonese in attacco e di Vallese nel reparto arretrato, mister Vio si “arrangia” schierando Turchetto di punta e piazzando Finotto davanti alla difesa che oltre alla maglia di Vallese ne indossa anche la fascia di capitano. Un primo tempo che assomiglia un po’ a quello visto a San Giorgio, squadre guardinghe che concedono poco agli attaccanti avversari e per i due portieri da effettuare ci sono solo pochi e semplici interventi. Un sostanziale equilibrio in campo che viene all’improvviso interrotto al 42′ minuto da una fiammata degli ospiti, si tratta di una protratta azione offensiva della Fossaltese che viene in un primo momento respinta dalla retroguardia granata, ma gli ospiti spingono nuovamente il pallone verso la porta granata con un lancio che sembra essere destinato alla presa di Salatin ma Rosiglioni scivola giusto davanti al proprio portiere finendo per stoppare involontariamente il pallone a favore di Zambon che se lo ritrova fra i piedi a due passi dalla porta e l’attaccante della Fossaltese sfrutta al meglio questa grossa occasione piazzando la sfera nell’angolino basso alla destra di Salatin che non può opporsi. Convinta che si è trattato solamente di un incidente di percorso e di essere in grado di far meglio di quanto si è visto nella prima frazione di gara l’Eraclea dopo l’intervallo riparte con maggiore convinzione costringendo da subito gli avversari alla difensiva. Le intenzioni dei granata sono certamente buone come la determinazione espressa fin dai primi minuti del secondo tempo, sembra però mancare un rifinitore sotto porta, ecco quindi arrivare i calci piazzati in soccorso dell’Eraclea. Ad onor del vero durante il primo tempo c’erano stati un paio di tentativi di trasformazione da parte di Finotto entrambi senza successo, allora al 13′ della ripresa si cambia battitore, è la volta di Belloni a calciare una punizione dai 20 metri e lo fa con esito spettacolare, il numero 10 granata infatti lascia partire un autentico missile che sorvola la barriera e si insacca all’incrocio dei pali lasciando Florean di stucco ad osservare. Per la squadra eracleense è una vera iniezione di adrenalina ed al 21′ minuto i padroni di casa hanno una grossa occasione per ribaltare il risultato: l’azione è da manuale con Marian che scatta inarrestabile a lunghe falcate servendo poi palla a Belloni il quale di prima intenzione apre in profondità a favore dell’accorrente Turchetto, l’inserimento di quest’ultimo è preciso e gli permette di presentarsi solo davanti al portiere non altrettanto la sua conclusione perchè calcia sul corpo del portiere che può così salvarsi deviando in angolo. L’Eraclea non demorde e prosegue a spingere in avanti alla ricerca della seconda rete, ma anche la Fossaltese non sta a guardare ed al 35′ minuto a seguito di una azione di alleggerimento trova un calcio d’angolo che gli ospiti battono con uno spiovente diretto verso il centro area. Nell’occasione l’estremo Salatin decide di uscire per respingere di pugno ma un attimo di indecisione lo porta a scontrarsi con un compagno di squadra, del parapiglia ne approfitta Disarò che insacca il pallone a porta vuota. Per una squadra che si stava muovendo nella giusta maniera per passare in vantaggio subire in questo modo la seconda rete potrebbe essere una vera mazzata al morale, non per l’Eraclea che riparte motivata come se nulla fosse successo ed in soli due minuti ristabilisce di nuovo la parità. Altro calcio di punizione da fuori area a favore dei granata con Belloni che si prepara nuovamente alla battuta, ricordandosi della precedente il portiere ospite cerca di prendere tutte le precauzioni del caso controllando bene il piazzamento della rinforzata barriera, ma il risultato non cambia: altra sassata di Belloni che si insacca nello stesso angolo alla destra dello sconsolato Florean. Trovato in breve il 2-2 l’Eraclea non sembra ancora paga ed un minuto più tardi, al 38′ di gioco, sfiora la terza rete a seguito di una prolungata triangolazione fra Marian e Belloni che porta quest’ultimo alla conclusione dal limite diretta verso il secondo palo dove però c’è Falcon che si sostituisce al proprio portiere salvando sulla linea con una deviazione di testa. Al 90′ il direttore di gara concede quattro minuti di recupero, le due squadre sono indubbiamente stanche con la differenza che gli ospiti hanno effettuato tutte e tre le sostituzioni e l’Eraclea nessuna, una scelta di mister Vio che può lasciare perplessi ma alla fine i fatti gli hanno dato ragione. Nonostante la stanchezza i ragazzi in maglia granata non mollano e non rallentano come dimostrato da Marian il quale all’ultimo giro di lancetta trova le energie per effettuare l’ennesima sgroppata sulla fascia palla al piede, giunto sulla trequarti la scodella all’interno dell’area a favore dell’accorrente Belloni bravo nonostante la lunga corsa attraverso tutto il campo a trovare la lucidità necessaria per calciare di sinistro la sfera sotto la traversa dove Florean certo non può arrivare. Tutta la panchina eracleense si precipita sul terreno di gioco ad esultare assieme ai compagni di squadra che si trovano in campo festeggiando così un vantaggio cercato e voluto a lungo ma trovato proprio all’ultimo istante. Il recupero è praticamente finito ma il signor Crisci della sezione di Treviso, che ha ben diretto facilitato anche dalla correttezza dei 22 in campo, a sorpresa assegna un altro minuto supplementare durante il quale non succede altro di importante. In breve tempo per il Città di Eraclea è la seconda vittoria ottenuta in piena zona Cesarini e per di più con delle concorrenti per l’accesso ai play-off, ma non c’è molto tempo per festeggiare i granata devono già concentrarsi sul prossimo incontro che disputeranno a San Stino in casa di un’altra rivale play-off: il Corbolone che li affianca in classifica.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*