7rit : Eraclea – Ponte Crepaldo 1-1

ERACLEA PONTE CREPALDO
Boso
Zorzetto
Nesto
Giaretta
(45′ Cibin)
Schiavon
Boatto Al.
Teso Al.
Cerchier
(66′ Boatto G.)
Boatto An.
Follador
Turcato
(83′ Santin)
All. Pattaro
Enzo D.
Enzo G.
Mazzuia
Giacchetta
(91′ Biancotto)
Cappelletto
Pasqual
Caccato
Burato
Busetto
Caorlini
Zane
All. Rorato
 
 

Arbitro: Benvenuti di San Donà di P. 7

Marcatori: 18′ Follador (E), 93′ Ceccato (PC)

Note

CRONACA:
Anche il secondo derby di questo campionato fra Eraclea e Ponte Crepaldo termina con un risultato di parità che alla fine stà stretto all’Eraclea in virtù di quanto si è visto sul campo durante la gara. I granata erano schierati in campo, dal nuovo allenatore Luca Pattaro che ha sostituito Lorenzo De Pieri, con una formazione assai più giovane rispetto a quella del Ponte Crepaldo ed alla fine i ragazzi dell’Eraclea sono usciti dal campo a testa alta, con un pizzico di fortuna in più avrebbero sicuramente vinto l’incontro. E’ la domenica di Carnevale ed i contemporanei festeggiamenti rosicchiano parte del pubblico previsto per questo match, comunque l’affluenza sugli spalti è stata discreta favorita anche da un bel pomeriggio di sole. L’Eraclea parte bene ed è convinta, non teme l’avversario anche se annovera fra le sue file alcune vecchie glorie “decadute” che hanno militato in categorie superiori, la prima azione da gol è al 17′ e nasce grazie ad un calcio di punizione di Boatto Andrea battuto dal vertice sinistro dell’attacco granata direttamente verso la porta di Enzo Davide, il portiere ospite è costretto ad una impegnativa deviazione, la palla rimane per qualche istante nei pressi della porta indifesa dove arriva Turcato che non può però approfittare della colossale occasione perchè anticipato di un soffio in angolo. L’appuntamento con il gol per i granata è rimandato di pochissimo in quanto sul calcio d’angolo battuto da Boatto Andrea verso il secondo palo c’è Follador che stacca più in alto di tutti e di testa mette la palla sull’angolo basso alla sinistra di Enzo il quale non può nemmeno tentare la parata. Chi si aspetta una certa reazione da parte del Ponte Crepaldo rimane deluso, gli ospiti sono controllati con grande attenzione dai giovani granata e l’estremo Boso rimane inoperoso per tutta la durata del primo tempo tanto che sono gli eracleensi ad avere una buona occasione per poter raddoppiare al 29′ minuto quando Teso riceve un preciso e smarcante assist in area avversaria ma il suo stop non è dei migliori, si allunga un po’ troppo il pallone permettendo ad una difesa crepaldina in affanno di rimediare in calcio d’angolo; poi niente altro da segnalare fino al 45′. La ripresa inizia con un’incredibile occasione mancata dall’Eraclea, siamo al terzo minuto del secondo tempo ed i granata cotruiscono una pregevole azione d’attacco, dopo una precisa e veloce triangolazione Teso entra in area di rigore dal vertice destro a quel punto vede il compagno di squadra Turcato entrare in area dall’altro lato e gli serve sui piedi il pallone del due a zero, ma il numero undici granata a due passi dalla porta calcia sull’esterno della rete. Trascorrono i minuti ed il Ponte Crepaldo stenta assai a trovare la via del gol, gli ospiti oltretutto dimostrano un certo nervosismo che si manifesta sotto forma di insistiti rimproveri fra compagni di squadra e continui falli ai danni dei più giovani avversari dell’Eraclea. Nessuna azione degna di nota fino al 41′ quando un calcio di punizione dalla lunghissima distanza di Burato costringe Boso alla deviazione in angolo. Arrivati il 90′ minuto il direttore di gara segnala ben cinque minuti di recupero, la vittoria dell’Eraclea sembra cosa oramai fatta e meritata, ma al terzo di recupero per i granata succede l’irreparabile: Pasqual scende sulla sinistra e giunto quasi a fondo campo subisce fallo da Boatto Alessandro guadagnando un prezioso calcio di punizione, in area granata arrivano un po’ tutti questa per gli ospiti può essere l’ultima occasione per il pareggio, la palla spiove in un’area intasatissima dove il più lesto alla battuta è l’ex granata Cappelletto, la sua è una gran sventola che si infrange sulla traversa, la sfera ricade in piena area la difesa eracleense cerca di spingere fuori il pallone ma lo fa troppo debolmente mettendolo sui piedi di Ceccato che dal limite calcia al volo gonfiando la rete della porta difesa dall’incolpevole Boso, per gli ospiti questo è l’oramai insperato pareggio. Non è finita quì perche un minuto più tardi, pochi istanti prima che l’arbitro fischi la fine dell’incontro, l’Eraclea usufruisce di un calcio di punizione poco fuori del vertice sinistro dell’area crepaldina, lo calcia Follador e la palla filtra in mezzo alla barriera costringendo il portiere ospite Enzo, molto bravo nell’occasione, ad un vero e proprio salvataggio, tuffandosi alla sua destra riesce a togliere il pallone dall’angolo basso prima che varchi la linea di porta. Questo è l’ultimo sussulto della partita che termina con un certo rammarico fra le fila eracleensi per aver subito il pareggio in pieno recupero dopo aver controllato a lungo il match. Ci sono quindi delle note positive per i giovani granata ora diretti da mister Pattaro e delle buone prospettive per il futuro, note positive anche per il direttore di gara, il signor Benvenuti di San Donà ha arbitrato con buona precisione l’incontro senza commettere errori di rilievo, forse ha sorvolato su qualche intervento pesante degli ospiti del Ponte Crepaldo evitando loro qualche cartellino, in ogni caso il sette in pagella è meritato.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*