8and : Eraclea – Giussaghese 0-0

ERACLEA GIUSSAGHESE
Boso
Zorzetto
Cibin
Schiavon
Michelin
Bacchin
Boatto Al.
Rosiglioni
Lessi
(70′ Giaretta)
Boatto An.
Berton
(85′ Rizzetto)
All. Schugur
 
Cicuto
Colla
Perissinotto
Cracco
(86′ Vian)
Macan
Sorgon
Zoppelletto
Bellotto
Franzo
(77′ Pivetta)
Bernardo
(91′ Lenardon)
Costa
All. Puppo

Arbitro: Veroni di Venezia 7

Marcatori: 

Note

CRONACA:
Dopo la brillante vittoria esterna per sei a uno della domenica precedente l’Eraclea, ancora una volta, non è stata in grado di riproporsi altrettanto bene fra le mura amiche. La Giussaghese diretta da Elio Puppo si è presentata al comunale di Eraclea consapevole di affrontare un brillante avversario, ma grazie ad una accorta gara basata sul pressing a tutto campo alla fine non ha demeritato il punto che ha aggiunto alla propria pericolante classifica. Le intenzioni degli ospiti sono sembrate chiare fin dall’inizio: imbrigliare la manovra offensiva eracleense per poi, una volta recuperata palla, ripartire velocemente in contropiede. Bisogna sottolineare che hanno svolto bene il loro compito visto che nella prima frazione di gara le due azioni più pericolose sono state proprio a favore della Giussaghese: al 12′ Costa direttamente da calcio d’angolo costringe Boso ad alzare il pallone sopra la traversa prima che si infili all’incrocio dei pali ed al 28′ Bellotto salito dalle proprie retrovie riceve palla sul vertice destro dell’area granata per poi rimetterla con precisione dalla parte opposta a favore del lungo Zoppelletto che di testa chiama Boso ad una difficile deviazione in angolo. Nessuna conclusione degna di nota da segnalare per l’Eraclea durante il primo tempo che termina a reti inviolate. I ragazzi di mister Schugur ripartono con maggior convinzione durante la ripresa ed al 9′ minuto capitan Andrea Boatto ha una grossa occasione per sbloccare il risultato quando viene servito con precisione sul lato sinistro dell’area avversaria ma spreca tutto calciando al lato. Al 13′ la risposta della Giussaghese: Franzo scatta in sospetta posizione di fuorigioco sfruttando un lungo rilancio dalle proprie retrovie entra in area palla al piede ed evita anche la disperata uscita di Boso per poi concludere verso la sguarnita porta dell’Eraclea, ma proprio quando gli ospiti stanno per gridare al gol arrivano di gran carriera Zorzetto ed Alessandro Boatto che in tandem compiono un miracoloso salvataggio togliendo la palla dalla linea di porta un istante prima che possa varcarla. Scampato il pericolo due minuti più tardi, al 15′, è la volta dell’Eraclea a rendersi pericolosa in avanti con un’azione offensiva che sembra terminare su un traversone di Andrea Boatto bloccato a centro area dal portiere Cicuto, ma che in realtà ha un seguito visto che la presa del numero uno ospite è difettosa e la palla finisce per rotolare nei pressi del granata Lessi il quale però a tre metri dalla porta non è sufficientemente veloce ad approfittare dell’incredibile regalo facendosi anticipare da un difensore. Con il trascorrere dei minuti il pressing della Giussaghese è sempre meno asfissiante ma la stanchezza comincia a farsi sentire anche fra le fila della formazione eracleense, così lo zero a zero non si sblocca. L’Eraclea comincia ad allungarsi e a concedere più spazi al contropiede degli avversari come al 38′ quando Costa si propone sul versante destro del proprio fronte d’attacco e ricevuta palla scatta entrando solitario in area per poi concludere con un secco diagonale sul quale Boso si inarca per salvare la porta con una provvidenziale deviazione sopra la traversa. Subito dopo la puntuale risposta della formazione eracleense che è ancora una volta pericolosa grazie ad un errore della retroguardia avversaria: Cicuto si alza a centro area per bloccare un traversone dei granata e, come in precedenza, gli scivola a terra il pallone, nei pressi ci sono Andrea Boatto e Giaretta ma nessuno dei due è lesto ad approfittare della inattesa chance prima che la difesa ospite possa allontanare la minaccia. E’ questa l’ultima emozione per il pubblico presente sulle tribune, il triplice fischio finale sancisce un risultato di parità che accontenta molto di più la fazione della Giussaghese, un po’ di delusione invece sulla sponda opposta, quella eracleense, nonostante il secondo posto in classifica la squadra granata non sembra ancora matura per puntare al primato. Buona la direzione di gara del signor Veroni di Venezia, attento e quasi sempre preciso nelle valutazioni se si esclude il sospetto fuorigioco che nel secondo tempo ha portato Franzo ad un passo dal gol.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*