8rit : Eraclea-Salgareda 3-1

ERACLEA SALGAREDA

Franceschet
Picchetti
Momentè
Amadio
Furlanetto
Sandrin
Teso
Boem
Imperi
(84' Reale)
Follador
(74' Stefanel)
Turchetto
(65' Marcon)
All. De Pieri

Vanin
Rosolen
Zavattin
Pezzutto
(84' Massarotto)
Febas
Celadon
Murador
Falcier
(46' Bonotto)
Nan
Campagna
Cittadini
(72' Favretto)
All. De Biasi

Arbitro: Bortoluzzi di San Donà di Piave 6,5

Marcatori: 26' Turchetto (E), 61' Imperi (E), 85' Stefanel (E), 92' Bonotto (S)

Note:

CRONACA:
Dopo l'importante vittoria ottenuta ai danni della Vigor l'Eraclea a distanza di soli tre giorni si concede il bis superando per tre a uno una avversaria d'alta classifica come il Salgareda in una gara valida come recupero dell'ottava giornata di ritorno. Ancora una volta mister De Pieri deve fare i conti con le assenze e si ritrova con soli 15 giocatori a disposizione e non tutti in perfette condizioni fisiche, Follador e Turchetto partono titolari stringendo i denti, ma poi dovranno essere sostituiti durante la ripresa. All'attacco Cinquegrani è assente per squalifica mentre a difendere la porta granata non c'è il numero uno titolare, cioè Baldo, ma Franceschet che alla fine non farà certo rimpiangere l'assenza del suo collega grazie ad un paio di salvataggi determinanti. Il Salgareda dopo la battuta d'arresto patita a Cesarolo ha bisogno di tornare alla vittoria per non perdere il treno dei play-off ed inizia la gara cercando di pressare i portatori di palla eracleensi a tutto campo. Al 16' minuto gli ospiti hanno una grande occasione per portarsi in vantaggio grazie ad un liscio difensivo della difesa granata: un lancio del centrocampo ospite diretto verso l'area eracleense che sembra poter essere facilmente controllato dal duo Amadio Furlanetto in realtà filtra fra i due e permette all'esperto Nan di ritrovarsi solo appena dentro l'area eracleense da dove calcia in porta a colpo sicuro, ma Franceschet ha scelto il tempo giusto per l'uscita e con il corpo riesce a respingere la conclusione della sconsolata punta ospite. Tre minuti più tardi il portiere eracleense è artefice di un altro salvataggio: il Salgareda batte un calcio di punizione appena fuori dell'area la cui traiettoria viene deviata dalla barriera, ma Franceschet si dimostra attento e reattivo riuscendo a smanacciare il pallone in angolo. Trascorsi i primi venti minuti più a contenere che a offendere l'Eraclea comincia a sua volta a rendersi pericolosa ed al 26' minuto passa in vantaggio. Sandrin dalla linea mediana cerca di verticalizzare portando palla in avanti difendendola da più avversari prima di servire in direzione di Boem il quale è lesto nell'effettuare un preciso traversone verso il secondo palo dove Turchetto di testa mette la palla nell'angolo alla destra di Vanin. Galvanizzata dal vantaggio l'Eraclea al 31' minuto sfiora anche il raddoppio: azione sulla fascia destra con palla filtrante in area per la rapida conclusione sottomisura di Imperi sulla quale Vanin si salva deviando con un piede. Con la cronaca si passa al secondo tempo che il Salgareda inizia con una punta in più, fuori il centrocampista Falcier e dentro l'attaccante Bonotto, ma l'Eraclea non si fa pressare più di tanto visto che sono proprio i padroni di casa ad avere la prima occasione da gol della ripresa: al 10' Teso riceve palla sulla destra e dopo aver trovato lo spiraglio effettua un traversone verso il limite dell'area dove Turchetto controlla, difende palla e poi conclude in maniera insidiosa con Vanin che deve stendersi in tuffo per deviare in angolo. Al 16' minuto l'Eraclea raddoppia: un rilancio della mediana granata permette a Boem di scattare in contropiede sulla destra, giunto a fondo campo il giovane eracleense effettua un calibrato cross sul quale Imperi si esibisce in una semigirata che spedisce il pallone sotto la traversa, nulla da fare per il portiere avversario. Sotto di due gol il Salgareda cerca di aumentare la propria spinta offensiva nell'estremo tentativo di riaprire la gara, l'Eraclea è costretta a sostituire Turchetto e Follador per malanni fisici, ma i loro compagni di squadra sono determinati più che mai e respingono una dopo l'altra le incursioni dei trevigiani, determinante è anche la prestazione dell'estremo Franceschet che non sbaglia una uscita. Quando recupera palla l'Eraclea è sempre pronta a pungere in contropiede, è Teso al 29' minuto ad involarsi verso l'area avversaria, ma la sua conclusione viene deviata in tuffo dal portiere in calcio d'angolo. Un minuto più tardi proprio a seguito di un tiro dalla bandierina Imperi riceve palla e conclude da posizione ravvicinata, ma Vanin si supera riuscendo a deviare con il corpo. Non manca molto alla fine ma il Salgareda non demorde ancora ed al 35' minuto usufruisce di una punizione da fuori area che Campagna calcia sopra la barriera, Franceschet è ancora una volta determinante deviando la insidiosa conclusione con i pugni. Cinque minuti più tardi, al 40', l'Eraclea chiude la gara: Boem scende sulla destra per poi effettuare un lungo e preciso traversone verso la parte opposta che è controllato da Marcon al limite dell'area, quest'ultimo appoggia all'indietro per il neo entrato Stefanel il quale in corsa lascia partire una gran sventola con palla che rimbalza a terra prima di arrivare in porta rendendo così inutile il tuffo di Vanin. Grande euforia fra le fila granata che porta inevitabilmente la squadra di casa a rilassarsi nei minuti finali: al 92' a seguito dell'unica distrazione commessa dalla difesa eracleense durante la ripresa il trevigiano Bonotto può ricevere palla tutto solo a due passi dalla porta difesa da Franceschet da dove la punta del Salgareda può facilmente realizzare il gol della bandiera. Ora l'Eraclea dovrà attendere gli altri recuperi per sapere quale importanza assegnare a questa entusiasmante vittoria ottenuta contro il Salgareda. Buono l'arbitraggio del signor Bortoluzzi di San Donà di Piave, una direzione attenta senza alcun particolare errore da segnalare.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*