9and : Libertas Ceggia – Eraclea 1-0

LIBERTAS CEGGIA ERACLEA
Varriale
Farnia
Terreo
Antonini
(60′ Zanchetta)
Casonato
Zecchinello
Buran
(83′ Presotto)
Boso
Destito
Drigo
Giacomini
All. Cecco
Carraro
Cappelletto
Cella
(54′ Zorzetto)
Pinato
(80′ Tonello)
Basso
Buratto M.
Buratto F.
Vigani
Bisiol
Pasqual G.
Pasian
All. De Pieri

Arbitro: Drigo di Portogruaro 4

Marcatori: 15′ Buran (LC)

Note

CRONACA:
Anche questa volta l’Eraclea, a fine partita, invece dei punti raccoglie solamente i complimenti dell’avversario e questo certamente non è sufficiente per migliorare la propria posizione di classifica che è tornata ad essere pericolosa. Le due squadre hanno dato via all’incontro in una situazione psicologica completamente diversa: per i padroni di casa del Libertas Ceggia questo è un inizio di campionato nel quale tutto fila per il verso giusto ed il secondo posto in classifica ha portato grande entusiasmo; al contrario il morale dell’Eraclea è ultimamente assai basso in quanto il grande impegno profuso ogni domenica dalla formazione granata è stato finora “ripagato” da una serie di sconfitte, tutte di stretta misura ma pur sempre delle sconfitte che hanno spinto nuovamente l’Eraclea nelle paludi della bassa classifica. A volte la paura di perdere nuovamente gioca brutti scherzi e rende insicuri come è successo al 15′ del primo tempo quando su un lancio del centrocampo ciliense diretto verso l’area granata c’è stato dapprima il liscio del terzino Cappelletto che ha mancato goffamente il rinvio traendo in inganno anche il libero Pinato appostato dietro di lui, tutto questo ha fatto sì che la palla pervenga fra i piedi di Buran appostato all’altezza dell’area piccola da dove ha calciato prontamente mandando la sfera ad insaccarsi sull’angolino basso alla sinistra di Carraro. Sei minuti più tardi è il portiere granata ad essere protagonista in positivo quando compie un autentico salvataggio riescendo a deviare un colpo di testa di Destito che era stato servito, a due passi dalla porta granata, da un preciso traversone. Al 25′ è l’Eraclea a rendersi pericolosa con Pasqual che viene lanciato sulla destra, entra in area e calcia prontamente verso lo specchio della porta, ma la conclusione gli viene deviata in angolo. E’ ancora Pasqual a portare un grosso pericolo alla rete ciliense qualche minuto più tardi, la mezz’ala granata al 32′ sferra un secco tiro da fuori area mandando il pallone verso l’angolo della porta difesa da Varriale che si salva compiendo una impegnativa deviazione in calcio d’angolo. Il portiere granata Carraro non è certamente da meno e lo dimostra al 40′, deviando una conclusione ravvicinata a botta sicura di Destito salva la propria squadra dal raddoppio. Termina il primo tempo con una sorta di parità per quanto riguarda le occasioni da rete, ma con i padroni di casa in vantaggio per uno a zero, le cose cambieranno nella ripresa in quanto la spinta dell’Eraclea si farà molto più insistente, con il passare dei minuti i granata costringeranno il Ceggia sempre più sulla difensiva lasciando ai padroni di casa solo qualche contropiede. Il grande sforzo dell’Eraclea durante il secondo tempo non porta però grandi risultati in casa granata in quanto il Ceggia gioca molto ben coperta e riesce a difendendersi senza grandi affanni. Le punte eracleensi sono come al solito poco incisive e l’undici granata durante la seconda frazione di gara crea un’unica vera palla-gol: è il 22′ ed in area ciliense si crea una autentica mischia di difensori ed attaccanti che dopo un certo batti e ribatti si risolve con una deviazione in angolo. Come già detto i padroni di casa rispondono agli attacchi dell’Eraclea con qualche contropiede, da ricordare come più pericoloso quello al 26′ della ripresa che trova il centravanti Destito appostato a due passi dalla porta granata, non è altrettanto precisa la sua conclusione visto che calcia fuori il pallone da favorevolissima posizione. Per la cronaca non c’è altro di importante da segnalare se non la pessima prestazione dell’arbitro che sui rinvii del portiere del Ceggia non ha mai visto e fischiato le ripetute posizioni di fuorigioco degli attaccanti di casa ed ha danneggiato l’Eraclea sorvolando sulla concessione di ben due calci di rigore per falli subiti in area da Basso e da Bisiol.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*