9rit : Treporti-Eraclea 3-0

TREPORTI ERACLEA

Sangalli
Vianello
Bacchin
Costantini
Turchetto
Carillo
Enzo
Bezerra
(42' Scarpa)
Lopez
Marani
Bolzan
(58' Bolzan)
All. Mavaracchio

Baldo
Reale
Picchetti
Amadio
(80' Barbujani)
Furlanetto
Sandrin
Teso
Marcon
Cinquegrani
Boem
Imperi
(63' Turchetto)
All. De Pieri

Arbitro: Simone di San Donà di P. 5,5

Marcatori: 45'+1 Marani (T), 45'+2 Lopez (T), 69' Lopez (T)

Note:

CRONACA:
Fra Treporti ed Eraclea la differenza la fanno gli attaccanti, ovviamente quelli del Treporti che si sono dimostrati pronti a sfruttare le occasioni avute, mentre sull'altra sponda: quella eracleense le altrettante occasioni avute sono svanite una per imprecisione, un'altra per la bravura del portiere di casa ed una terza si è stampata sull'incrocio dei pali. Alla fine però il risultato parla chiaro: Treporti 3 Eraclea 0, perchè nel calcio le gare si vincono mettendo la palla in fondo alla rete e non ai punti considerando le palle-gol avute. Le due squadre scendono in campo con una situazione formazioni decisamente diversa perchè il Treporti oltre a recuperare il suo gioiellino Bezerra schiera all'attacco un ulteriore sudamericano: Lopez Nicolas Mauricio che poi realizzerà una bella doppietta. Situazione opposta per l'Eraclea che si ritrova ad affrontare un temibile avversario in condizioni di difficoltà dato che tre giocatori di una certa importanza come Follador, Turchetto e Pellegrin devono accomodarsi in panchina a causa di malanni di vario genere, mentre Baldo che in settimana non si è mai potuto allenare viene schierato ugualmente fra i pali. La prima mezz'ora di gioco non offre particolari azioni da gol degne di nota, i padroni di casa nei primi minuti di gara cercano la profondità ma senza apprezzabili risultati. Il temuto Bezerra, dopo lunga assenza, torna a vestire la maglia del Treporti cercando di dettare i ritmi per la propria squadra impostando la manovra di centrocampo. L'Eraclea comunque controlla al meglio le verticalizzazioni treportine anche perchè la formazione di casa non sembra basare il proprio gioco su una azione manovrata ma si affida piuttosto ai funambolismi dei propri sudamericani anche se il dribbling strappa applauso, il tunnel o il colpo di tacco non sembrano creare seri pericoli per la porta degli ospiti. La formazione granata non solo arriva alla mezz'ora praticamente indenne, ma dimostra che i suoi ragazzi "nostrani" sanno anche costruire qualcosa di pericoloso in fase offensiva. Senza tunnel o colpi di tacco al 34' minuto la mediana eracleense con un preciso e veloce ribaltamento di fronte è in grado di lanciare Cinquegrani in uno scatto solitario verso l'area treportina, il centravanti granata appena entrato in area con il solo portiere davanti calcia in porta ma la conclusione è da dimenticare con la palla che sorvola la traversa sprecando così un'ottima occasione per sbloccare il risultato. E' un buon momento per l'Eraclea che al 41' minuto costruisce un'altra palla-gol: questa volta è Boem a scattare verso l'area avversaria sfruttando un sevizio in profondità di Cinquegrani, giunto al limite lascia partire una conclusione a mezza altezza con giro a rientrare sulla quale Sangalli compie un mezzo miracolo sfruttando la sua altezza e le lunghe leve si tuffa alla sua destra riuscendo ad intercettare il pallone prima che entri in porta. Il Treporti sembra attraversare un momento di difficoltà anche perchè Bezerra zoppica e si porta ai bordi del campo per farsi medicare, c'è un momento di pausa forzata perchè il pallone è uscito e nonostante più di una sollecitazione dell'arbitro verso la panchina treportina per averne un altro gli altri palloni sembrano scomparsi e tutti devono rimanere fermi in attesa. Poco dopo Bezerra deve dare forfait e viene sostituito da Scarpa assieme al quale ricompare anche il pallone. Il direttore di gara, per il tempo perso, assegna tre minuti di recupero che, ironia della sorte, saranno fatali all'Eraclea. Al primo minuto di recupero i granata effettuano una rimessa laterale in zona difensiva, un attimo di disattenzione ed un giocatore treportino è lesto a rubar palla e servirla verso il centro a favore di Marani il quale da un paio di metri fuori area lascia partire una velenosa conclusione con parabola a scendere verso la porta granata cogliendo di sorpresa Baldo, l'estremo eracleense si inarca inutilmente perchè il pallone lo scavalca per poi infilarsi sotto la traversa. I granata sorpresi ed un po' storditi per l'improvviso svantaggio giunto in un momento che sembrava a loro favorevole hanno solo il tempo di riprendere il gioco a centrocampo che il Treporti approfitta del momentaneo sbandamento degli ospiti per rubar nuovamente palla verticalizzando velocemente a favore di Lopez il quale ricevuto un preciso assist appena dentro l'area di rigore si libera della marcatura e conclude con un rasoterra angolato ma lento sul quale Baldo interviene un po' goffamente facendosi sorprendere per la seconda volta nel giro di un minuto. L'Eraclea che si preparava a rientrare negli spogliatoi sullo zero a zero, quasi incredula, si ritrova invece all'intervallo a bere un tè amaro con due reti al passivo entrambe subite nel recupero. In maniera generosa, dopo la ramanzina di mister De Pieri, la formazione eracleense inizia la ripresa all'attacco con la speranza di ridurre al più presto le distanze per cercare poi anche il gol del pareggio. Al 13' minuto del secondo tempo azione manovrata dei granata che coinvolge anche il terzino Picchetti il quale serve palla a favore di Marcon pronto a scagliare una secca conclusione dalla stessa posizione dove Marani nel primo tempo ha realizzato il primo gol del Treporti, ma il generoso numero undici eracleense è meno fortunato perchè a portiere battuto il suo tiro si stampa sull'incrocio dei pali alla destra di Sangalli. Con il passare dei minuti l'Eraclea inevitabilmente si allunga e si sbilancia ed al 24' i padroni di casa mettono al sicuro il risultato: Lopez riceve palla sulla sinistra dell'area eracleense, in rapida successione il numero nove treportino controlla la sfera per poi incrociare il tiro verso il secondo palo mandando la palla ad insaccarsi alla sinistra di Baldo. Un gol di pregevole fattura che dimostra il bagaglio tecnico del calciatore. Nei minuti rimanenti il Treporti bada più a cercare il possesso di palla, mentre l'Eraclea solamente spinta dal cuore ma oramai anche poco lucida cerca almeno il gol della bandiera che tuttavia non trova effettuando qualche conclusione verso la porta treportina che Sangalli controlla senza particolare difficoltà. La gara termina sul tre a zero a favore del Treporti ed i granata tristemente escono dal campo in attesa di sentire anche i risultati dagli altri campi. Per quanto riguarda la zona play-out non giungono buone notizie per i granata a causa delle vittorie di Torre di Mosto e Vigor, l'Eraclea al ritorno deve ancora incontrarle entrambe ad iniziare domenica prossima dalla Vigor. Servirà una buona prova da parte di tutti per battere e quindi allontanare in classifica un diretto avversario che ha le medesime necessità di salvezza.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*