Bibione – Città di Eraclea 2-0

BIBIONE
  CITTA’ DI ERACLEA
Bucciol
1
Giro
Lazzarin
2
Bincoletto
Disarò
3
Fralonardo (89′ Zanusso)
Maiello
4
Bortoluzzo (53′ Margherito)
Francescato
5
Vallese
Bozza
6
Roman
(88′ Gobbato) Consorte
7
Tonetto A.
(71′ Buoso) (16′ Chiasutto) Versolato
8
Sforzin
Colle
9
Franco Martin
Sartori
10
Bozzatto
Pizzolitto
11
Marian (80′ Rippa)
Marzola
All.
Tasca
Arbitro: De Matteis di Mestre
Marcatori: 47′ Colle (B), 79′ Consorte (B)
 
Cronaca: In formazione rimaneggiata a causa di squalifiche ed infortuni il Città di Eraclea finisce per subire il terzo stop negli ultimi dieci giorni. Le due gare da recuperare in sole 72 ore non erano semplici da affrontare non solo per la ravvicinanza degli impegni ma anche per la qualità delle due squadre che il gruppo diretto da mister Tasca si è trovato di fronte. Prima la capolista Muranese che si è imposta di strettissima misura grazie ad un calcio di rigore trasformato ed al contemporaneo errore dal dischetto degli eracleensi e poi il Bibione che aveva dalla sua una maggiore freschezza atletica dato che domenica ha riposato a differenza del Città di Eraclea che oltre ad aver giocato ha anche spinto in avanti senza mai risparmiarsi fino al 90′ ed in 10 contro 11 nel tentativo di recuperare lo zero a uno che la vedeva soccombere alla Muranese. Proprio queste due compagini, il Bibione e la Muranese si dimostrano essere le due “bestie nere” del Città di Eraclea in considerazione del fatto che hanno sconfitto i granata sia all’andata che al ritorno. La gara di San Michele ha un primo sussulto attorno al 15′ minuto, ma non per una occasione da gol bensì per un durissimo scontro a centrocampo che ha visto coinvolti Versolato e Franco Martin, quest’ultimo sembra avere la peggio perchè rimane a lungo dolorante a terra, in realtà è il bibionese Versolato a pagarne le conseguenze perchè poco dopo è costretto non solo ad abbandonare il campo ma anche a ricorrere alle cure dell’ospedale dove viene trasportato in autoambulanza. A Matteo Versolato rivolgiamo un caloroso augurio di pronta guarigione. I bibionesi cercano di prendere in mano le sorti dell’incontro fin dall’inizio con il Città di Eraclea che tutto sommato controlla bene e risponde colpo su colpo, ma sono proprio i padroni di casa a rendersi più pericolosi in fase di conclusione. A metà della prima frazione di gara concitata azione offensiva del Bibione che oltre ad usufruire di un doppio calcio d’angolo prima colpisce la traversa con capitan Colle e poi conclude fuori di poco. Al 34′ minuto Chiasutto, che era entrato in sostituzione dell’infortunato Versolato getta alle ortiche una colossale occasione quando viene imbeccato sul centro sinistra da un assist di Colle ed approfittando di un Bortoluzzo fuori posizione ha via libera per presentarsi tutto solo davanti a Giro che finisce per graziare con una maldestra conclusione che termina alta. Sull’altra sponda le risposte del Città di Eraclea mancano sempre di una conclusione che possa impensierire l’estremo Bucciol. La gara cambia volto ad inizio ripresa e precisamente al 2′ minuto: angolo per il Bibione, un attimo di distrazione sulla marcatura di Colle ed il centravanti di casa può staccare di testa mandando il pallone a colpire la parte bassa della traversa, la sfera nel ricadere carambola addosso allo stesso Colle terminando in fondo al sacco. Si desta il Città di Eraclea che abbozza una reazione, al 9′ minuto Marian ha un’ottima occasione per pareggiare ricevendo palla a tre metri dalla porta ma il suo doppio tentativo di spingerla alle spalle del portiere viene respinto dalla morsa dei difensori che lo hanno circondato. Un minuto dopo secca staffilata dalla distanza di Bozzatto e grande risposta di Bucciol che toglie la palla dall’angolo basso alla sua destra. Mister Tasca prova ad inserire anche Margherito per dare maggior spinta sulla fascia sinistra, ma il Bibione trovato il vantaggio si chiude difendendosi a pieno organico con l’esclusione di Colle unico faro lasciato in prossimità del centrocampo nel tentativo di raccogliere i rilanci della difesa e far quindi salire la squadra. Il Città di Eraclea ci mette come sempre tanta buona volontà ma oltre ad esercitare una certa pressione nella metà campo avversaria non si vede altro, mancano come già detto le conclusioni vincenti. Gli ospiti sono poco fortunati anche negli episodi, al 31′ minuto Marian riceve palla in area spalle alla porta dove viene affrontato con irruenza da tergo e messo a terra, l’arbitro nell’occasione rimane impassibile e fa proseguire. Tre minuti più tardi, al 34′ della ripresa, un veloce e ben orchestrato contropiede di un cinico Bibione porta al raddoppio dei padroni di casa. L’azione si sviluppa sulla destra, un paio di veloci tocchi e poi un servizio preciso indirizzato verso il centro area dove l’accorrente Consorte arriva all’appuntamento con il gol girando il pallone di destro nell’angolino basso dove Giro nulla può. A quel punto le sorti del match sono oramai decise e per il Città di Eraclea si profila la terza sconfitta consecutiva, in attesa di recuperare le varie pedine mancanti e di poter giocare almeno per una volta in formazione tipo mister Tasca ha solamente tre giorni per preparare al meglio la prossima sfida con il Noventa di Piave, ai suoi ragazzi ora come non mai serve un successo per riprendere fiducia e morale.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*