Bibione – Città di Eraclea 2-2

Bibione

Città di Eraclea

 

Geromin
Etro
Zoccolan
Maiello
Bozza
(83' Salvador)
Versolato
Moretto
Bon
Colle
Lunardelli
Barchetta

All. Marzola
 

Balsarin
Vallese
Bincoletto
Daneluz
Roman
Da Riol
Villa
(70' Zanusso)
Tonetto
Franco Martin
Follador
Fregonese
(86' Simonetto)

All. Tasca

   
Arbitro: Bellotto Ismaele di Portogruaro
   
Marcatori: 12' Roman (E), 34' Colle (B), 88' Salvador (B), 94' Tonetto (E).
   
 Bibione - Città di Eraclea 2-2

Alessandro Roman

Dopo aver vinto il proprio girone di qualificazione del Trofeo Veneto a punteggio pieno il Città di Eraclea affronta la prima fatica di campionato a San Michele dove l'aspetta una squadra ben attrezzata come il Bibione che nell'arco dei 90 minuti ha messo in mostra le sue indubbie qualità. Prima della gara mister Tasca catechizza i suoi ragazzi, ancora una volta in formazione rimaneggiata a causa di alcune assenze dovute a infortunio, con le raccomandazioni del caso perchè l'avversario da affrontare è di tutto rispetto e partire bene alla prima di campionato è cosa importante. E l'Eraclea in realtà parte bene perchè già al 12' minuto sblocca il risultato quando Roman si incarica di battere un calcio di punizione dalla lunga distanza disegnando una incredibile parabola che manda la sfera ad insaccarsi all'incrocio dei pali alla sinistra del sorpreso Geromin inutilmente proteso in tuffo. Nei minuti a seguire i granata cercano di legittimare il vantaggio spingendo in avanti ma le conclusioni che ne seguono non inquadrano lo specchio della porta. Il Bibione non sta certo a guardare e prima della mezz'ora crea un paio di pericolose mischie nell'area eracleense che si risolvono come succede spesso in questi casi con dei salvataggi in calcio d'angolo. I padroni di casa spingono con maggiore insistenza alla ricerca del pareggio che arriva al 34' e su calcio di rigore: Colle viene servito al limite ed appena entrato in area palla al piede viene affrontato da Da Riol il quale da tergo probabilmente lo colpisce con il ginocchio e la punta bibionese termina a terra per il conseguente fischio dell'arbitro che gli concede il penalty, lo stesso Colle si incarica della battuta spiazzando Balsarin. Nel finale del primo tempo la squadra di casa crea altre due occasioni da gol grazie ad uno scatenato Colle, al 40' minuto riceve palla poco fuori area spostato a sinistra e va alla conclusione mirando al primo palo, ma trova la risposta di Balsarin che si tuffa per mettere la sfera in angolo, quattro minuti più tardi si ripete in un'azione simile, questa volta spostato a destra calciando a mezza altezza, ma ancora una volta Balsarin si allunga deviando la minaccia oltre la linea di fondo. Ad inizio ripresa il Bibione cerca da subito il secondo gol, ma l'Eraclea è attenta e ben disposta e dopo ogni recupero rilancia prontamente per gli avanzati Franco Martin e Fregonese. Al 7' minuto una conclusione rasoterra da fuori area di Zoccolan con palla a girare mette alla prova i riflessi di Balsarin che si accartoccia a terra per bloccare la sfera. Poco più tardi, al 12', il Città di Eraclea è anche sfortunata in occasione di un angolo battuto da Fregonese con palla a spiovere a centro area dove Franco Martin svetta di testa colpendo il palo a portiere battuto. Il secondo tempo prosegue in questo modo con le due squadre che si affrontano a viso aperto creando i presupposti per aumentare il loro bottino di reti, ma il risultato non si schioda dall'uno a uno. Si avvicina il 90' ma entrambe ci credono ancora spingendo in avanti con generosità ed il Bibione pesca il jolly proprio a due minuti dal termine: discesa sulla sinistra di Moretto il quale giunto a fondo campo effettua un lungo traversone che taglia tutto lo specchio della porta granata ed è preda del neo entrato Salvador appostato sul secondo palo, per la giovane punta bibionese è sufficiente appoggiare il pallone in fondo alla rete. Una rete subita a pochi istanti dal termine solitamente è come una mazzata sul morale di una squadra, ma non per l'Eraclea che si riversa nella metà campo avversaria durante i quattro minuti di recupero creando una buona occasione per pareggiare a seguito di una mischia in area con il pallone che vaga davanti alla porta difesa da Geromin ma in questo caso nessuno riesce a trovare la deviazione vincente. Si arriva anche all'ultimo giro di lancetta, la panchina di casa attende il triplice fischio finale per festeggiare mentre per il Città di Eraclea la speranza di rimonta è oramai flebile, ma non per un indomabile Franco Martin che al 94' rincorre un lungo rilancio dalle retrovie, al limite dell'area bibionese ci sono due difensori che sembrano in vantaggio sulla punta granata ma hanno un attimo di indecisione e Franco Martin si getta in mezzo ai due soffiando loro il pallone per poi subire il ritorno di uno di questi che lo scalcia alle spalle mandandolo a terra proprio quando sta per concludere. Anche in questo caso il direttore di gara non ha dubbi si tratta di calcio di rigore che Franco Martin, stanchissimo e dolorante, non si sente di battere lasciando l'incarico a Tonetto. La tensione in campo è palpabile, non capita certo spesso di avere a disposizione un penalty al 94' che ti può far pareggiare la gara, il portiere Geromin cerca di distrarre il centrocampista granata con dei movimenti alla Grobbelaar ma Tonetto è sufficientemente freddo per trasformare. E con questo finale mozzafiato si spengono le luci su una gara che ha riservato molteplici emozioni ai pochi spettatori che hanno avuto il piacere di seguirla. Un due a due che alla fine accontenta di più l'Eraclea viste come si erano messe le cose nel finale di gara, un punto per parte per due squadre che avranno certo modo nel proseguo del campionato di togliersi le loro belle soddisfazioni.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*