Cessalto – Città di Eraclea 1-2

EUROPEO CESSALTO
  CITTA’ DI ERACLEA
Ervas
1
Giro
Marchese
2
Panont
Budoia
3
Bincoletto
Fasan
4
Sforzin
Doretto
5
Vallese
Finotto
6
Roman
Raimondi
7
Tonetto E.
(84′ Zanutto) Scandiuzzi
8
Follador (62′ Bozzatto)
Piovesan
9
Franco Martin
(59′ Fregonese) Moretto
10
Crosariol (75′ Marian)
(75′ Franzoi) Michelin
11
Margherito (84′ Fralonardo)
Anzolin
All.
Tasca
Arbitro: Spezzati di Padova
Marcatori: 56′ Margherito (E), 74′ Franco Martin (E)(rig.), 90′ Piovesan (C)(rig.)
Note: Espulso Roman (E) al 88′ per doppia ammonizione.
 
Cronaca: L’ultima gara degli eracleensi disputata in un campionato di prima categoria risaliva al maggio del 1997, l’allora U.S. Eraclea perse il confronto con la Sagittaria a Concordia per 2-1, un risultato che la condannò inesorabilmente alla retrocessione. A distanza di undici anni, riconquistata la categoria superiore, la rinnovata Città di Eraclea può nuovamente cimentarsi in prima ripartendo da dove si era fermata: una gara in trasferta. Questa volta però nello spogliatoio granata al termine del match non c’è sconforto e disperazione, ma euforia e felicità perchè l’esordio in prima categoria è terminato con una bella vittoria che porta i primi preziosissimi punti in classifica. Il tecnico Fabrizio Tasca ha preparato con grande impegno ed attenzione questa gara che in casa granata è considerata molto importante, come lo sono gli esordi per tutte le matricole. Non ha ancora a disposizione i convalescenti Da Riol ed Alberto Tonetto ai quali si è appena aggiunto l’infortunato Bortoluzzo, ma la rosa a disposizione gli permette ugualmente di schierare sul campo una formazione competitiva. Primo tempo senza particolari note di cronaca che il Città di Eraclea disputa in maniera contratta, probabilmente sente più del previsto questo battesimo nella nuova categoria, gli fa contrapposizione il navigato Europeo Cessalto che da parte sua cerca di interpretare al meglio il ruolo di padrone di casa mettendo in mostra una leggera supremazia territoriale in fase offensiva senza comunque ottenere risultati apprezzabili. Dietro i granata si difendono con ordine senza concedere grosse chance agli avversari, in avanti invece le due punte Franco Martin e Crosariol godono di pochissimi palloni giocabili mentre sulle fasce gli eracleensi non pungono come al solito con Margherito che non riesce a trovare il guizzo vincente per giungere a fondo campo. La svolta però arriva durante la ripresa, già ad inizio del secondo tempo l’Eraclea dimostra di aver cambiato marcia con delle incursioni che cominciano a mettere in difficoltà la retroguardia trevigiana. Tutto questo porta ben presto i suoi frutti: all’undicesimo Enrico Tonetto riceve palla sulla trequarti di destra, ottimo il suo controllo di palla a seguire che gli permette di liberarsi sullo slancio del diretto avversario e dopo una veloce occhiata pesca con precisione l’accorrente Margherito che sta sopraggiungendo dalla parte opposta, quest’ultimo di piatto devia l’assist del compagno alle spalle del portiere. Il Cessalto prova a reagire creando un’occasione per il pareggio al 20′ minuto quando Scandiuzzi riceve palla da Piovesan, si libera della marcatura e calcia da buona posizione ma si trova di fronte un attento Giro il quale ben piazzato blocca la minaccia. I granata non stanno certo a guardare ma cercano il raddoppio con Franco Martin che al 22′ se ne va in progressione dalla linea mediana, percorre molti metri palla al piede presentandosi solitario nei pressi dell’area, ma al momento di concludere in porta Marchese con un gran recupero riesce a rimpallargli il tiro evitando guai al suo portiere. Il secondo gol per gli eracleensi è comunque nell’aria ed è rimandato solamente di alcuni minuti: al 29′ su un lungo rilancio di Giro la palla ha un alto rimbalzo sul quale provano a chiudere i due centrali del Cessalto, Crosariol vi si fionda in mezzo conquistando solo momentaneamente la sfera perchè a quel punto viene strattonato a terra. Il fallo avviene all’interno dell’area e l’arbitro fischia prontamente indicando il dischetto del rigore, dagli undici metri Franco Martin trasforma spiazzando Ervas. Sotto di due gol i padroni di casa finiscono per sbilanciarsi in avanti offrendo il fianco al contropiede eracleense e nel giro di due minuti la squadra di mister Tasca ha un paio di grosse occasioni per chiudere definitivamente il match. Al 31′ il neo entrato Marian viene lanciato in solitaria verso l’area avversaria, giunto al limite calcia rasoterra sull’uscita del portiere che è bravo a salvarsi deviando con un piede. Un minuto dopo la stessa situazione si ripete ma questa volta ha Margherito come protagonista veloce ad inserirsi sulla sinistra dove riceve il pallone, entra in area da posizione defilata e calcia, ma Ervas ancora una volta si salva deviando con un piede. Nonostante il 3-0 fallito in due occasioni il Città di Eraclea sembra ugualmente in grado di controllare la situazione, una sicurezza che rischia di svanire proprio nel finale di gara quando un paio di grosse leggerezze rischiano di riportare in gara il Cessalto. Al 43′ minuto il già ammonito Roman commette fallo su un avversario e poi non contento della decisione arbitrale allontana il pallone guadagnandosi il secondo giallo, cosa che lascia in 10 la formazione granata. Trascorre poco più di un minuto e i padroni di casa gettano un pallone nella mischia che si è formata nell’area eracleense, la sfera finisce sui piedi di Budoia il quale spalle alla porta viene affrontato da Bozzatto terminando a terra. Il direttore di gara pareggia il conto dei penalty decretandone uno anche per i trevigiani, è il 90′ quando l’ex granata Piovesan trasforma la massima punizione che Giro intuisce ma non arriva a deviare. L’arbitro assegna cinque minuti di recupero che, ovviamente, un Cessalto rigenerato trascorre nella metà campo eracleense tentando l’arrembaggio finale, ma il fortino granata resiste senza problemi anche durante l’inspiegabile minuto aggiuntivo concesso dal fischietto padovano. Grande euforia nello spogliatoio degli ospiti a fine gara, sarà anche vero che è stata giocata solamente la prima gara di un campionato che sarà certamente molto impegnativo ma per il momento il Città di Eraclea si gode questo primo successo senza comunque distogliere la mente dal prossimo appuntamento con la Pro Mogliano al Comunale di Eraclea.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*