Città di Eraclea – Altino 0-0

Città di Eraclea

Altino

Giro Cestaro
Bincoletto Toffolo
Sforzin (70′ Mariuzza)
Finotto De Lazzari
Vallese Ruzzene
Zanusso (58′ Carrer)
(69′ Fregonese) Moro
Tonetto A. Marcato T.
Tonetto E. Uva
(63′ Marian) (62′ Longo)
Franco Martin Marcato I.
Conte Callegaro
Margherito Bordignon
  Piaser
All. Tasca All. Galuppo
 
Arbitro: Di Filippo Simone di Treviso
 
Marcatori:
 

 Città di Eraclea - Altino 0-0

Mauro Vallese rintuzza un attacco dell’Altino

Il Città di Eraclea ci ha provato per tutta la durata della gara, ma quella rete che le avrebbe permesso di mantenere accesa qualche speranza di avvicinamento al vertice della classifica non è mai arrivata. Le cause di questa mancata vittoria per la compagine granata potrebbero essere molteplici o nessuna, tutto è opinabile e di questo ne hanno subito discusso a fine gara anche i dirigenti della squadra eracleense, ma alla fine la sostanza non cambia: il Città di Eraclea ha pareggiato ed il Bibione vincendo a Portogruaro si è messo praticamente al sicuro da eventuali sorprese di fine campionato. Non è per niente facile mantenere il passo di un’avversaria che continua a vincere in particolar modo quando sei dalla parte di chi insegue e che ha un certo svantaggio da rimontare. L’unico modo è di provare a vincerle tutte e questa è un’impresa che necessita, oltre ad una giusta dose di fortuna, di uno stato fisico e mentale di prim’ordine senza permettersi rilassamenti di alcun genere. Il gruppo diretto da mister Tasca in questa stagione si è dimostrato capace di grandi imprese inanellando due filotti di vittorie di tutto prestigio: il primo con 9 successi consecutivi è durato dal 21 ottobre al 16 dicembre, il secondo con 7 vittorie di fila è iniziato il 10 febbraio ed è terminato proprio con questo zero a zero. E’ stato l’Altino a fermare la corsa dell’Eraclea giocando una gara accorta ed attenta in qualsiasi settore del campo senza mai esporsi più di tanto. Il Città di Eraclea ha dimostrato da subito di voler fare sul serio costringendo la squadra avversaria alla difensiva fin dal calcio d’inizio. Nel solo primo minuto di gioco i padroni di casa conquistano due calci d’angolo consecutivi riversandosi nell’area avversaria. Al 15′ minuto Conte si destreggia bene in area e poi lascia partire un diagonale che sfiora il palo alla sinistra di Cestaro. Gli ospiti si rendono pericolosi per la prima volta al 21′ sfiorando la rete a seguito di un’azione personale di Callegaro che avanza per vie centrali scodellando poi un pallone in area sul quale grazie ad un ponte di testa la sfera perviene a Bordignon rapido ma non precisissimo nella conclusione ravvicinata che sorvola di poco la traversa della porta difesa da Giro. Trascorre un solo minuto ed il Città di Eraclea risponde colpendo il primo legno della giornata: apertura per Sforzin che avanza sulla fascia destra e poi giunto nei pressi dell’area lascia partire all’improvviso un fendente da posizione decentrata che sorprende il portiere avversario ma viene respinto dal palo che gli nega il gol. Nel proseguo del primo tempo l’Eraclea non rallenta la propria spinta offensiva, ma sembra mancare della giusta convinzione in fase di conclusione come succede in un paio di buone occasioni capitate fra i piedi di Franco Martin ed Alberto Tonetto terminate entrambe con dei tiri al lato. La squadra granata ci riprova ad inizio ripresa andando vicinissima alla marcatura al 9′ minuto: calcio di punizione battuto da Conte con palla indirizzata al limite dell’area piccola dove Tonetto Alberto è lesto a tentare la conclusione ravvicinata di sinistro mancando però il bersaglio grosso in quando la palla seppur di un soffio si spegne sul fondo. Un minuto dopo è Franco Martin a rendersi protagonista di un’azione personale, dopo aver ricevuto palla in posizione centrale avanza di alcuni passi prima di lasciar partire una secca conclusione sulla quale Cestaro si allunga inutilmente in tuffo alla sua sinistra ma viene salvato ancora una volta dal palo. Con il trascorrere dei minuti l’azione offensiva dell’Eraclea comincia ad appannarsi e l’Altino fatica meno a controllare i tentativi dei padroni di casa, mister Tasca a quel punto prova ad inserire altre due punte come Fregonese e Marian senza riuscire però a creare maggiori grattacapi per la difesa altinate. In periodo di recupero un calcio di punizione battuto un po’ troppo frettolosamente dall’Eraclea nel disperato tentativo di sbloccare lo zero a zero innesca un pericoloso rilancio della retroguardia ospite con palla lunga verso la trequarti in direzione di Piaser sul quale chiude Vallese che sembra poterlo anticipare. A quel punto il numero undici altinate si lascia cadere e lo stesso Vallese si arrabbia con l’avversario e con l’arbitro per la simulazione rimediando per questo un giallo. Il difensore granata allora va su tutte le furie e prosegue nella protesta passando in un attimo dal cartellino giallo a quello rosso, per lui e per il Città di Eraclea è un triste finale di gara che si chiude nonostante tutta la buona volontà messa sul campo da parte dei granata con un pareggio a reti inviolate. Un risultato che accontenta solamente gli altinati, per questi ultimi lo zero a zero in casa della seconda in classifica viene festeggiato come fosse una vittoria intravvedendo oramai vicina la salvezza.

 

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*