Città di Eraclea – Bibione 1-1

CITTA’ DI ERACLEA
  BIBIONE
Giro
1
Stocco
(74′ Feletto) Bortoluzzo
2
Etro
Bincoletto
3
Varone (52′ Lazzarin)
Sforzin
4
Maiello
Vallese
5
Francescato
Roman
6
Sartori (46′ Pizzolitto)
(58′ Fralonardo) Follador
7
Massarutto
(79′ Teso) Tonetto E.
8
Versolato
(62′ Bezerra) Crosariol
9
Colle (71′ Polifcka)
Bozzatto
10
Redzepi (57′ Bozza)
(46′ Franco Martin) Margherito
11
Chiasutto
Tasca
All.
Marzola
Arbitro: Lena di Portogruaro
Marcatori: 11′ Francescato (B), 94′ Franco Martin (E)
Note:
 
Cronaca: Le due squadre non avevano più nulla da chiedere alla coppa in quanto risultavano già tagliate fuori dalla corsa al primo posto con un turno di anticipo. La gara fra Città di Eraclea e Bibione è comunque servita ai due allenatori per saggiare il livello di preparazione dei loro ragazzi alla viglia del campionato che entrambe si apprestano ad affrontare in qualità di neo promosse. La partita si gioca ad Eraclea anziché San Michele per lavori in corso sul terreno del Bibione in un pomeriggio di sole ma sferzato dal vento. All’avvio l’iniziativa è in mano al Bibione mentre il Città di Eraclea sembra voler adottare una tattica attendistica, l’audacia premia da subito gli ospiti che passano in vantaggio già all’undicesimo minuto: Colle vede il taglio in area di Francescato e lo serve con precisione, il numero cinque bibionese controlla la sfera ed approfittando della blanda opposizione di Bortoluzzo può calciare con successo alle spalle di Giro da posizione ravvicinata. Pochi minuti più tardi, al 18′, i granata hanno una buona occasione per pareggiare, l’azione nasce dai piedi di Margherito che effettua un assist smarcante a favore di Bozzatto che si è ben inserito in area ma spreca questa chance calciando fuori di poco da buona posizione. Il Città di Eraclea non sembra in grado di proporsi in avanti come aveva fatto mercoledì sera a Caorle ed il Bibione ne approfitta per fare possesso di palla e mantenere avanzato il proprio baricentro. Nonostante la giornata poco brillante sono proprio gli eracleensi ad avere un’altra ottima occasione per andare in gol con Crosariol al 31′ minuto che è lesto a sganciarsi sulla trequarti sfruttando un rilancio di Follador, saltato di netto il suo marcatore Crosariol entra solitario in area e poi prova a beffare Stocco in uscita con un rasoterra sul quale l’estremo ospite compie un autentico salvataggio deviando con un piede. Durante l’intervallo mister Tasca cerca di scuotere i suoi ai quali chiede maggior grinta e determinazione, al contempo gioca la carta Franco Martin lasciando Margherito negli spogliatoi. Al quarto minuto della ripresa ancora Città di Eraclea vicina al pareggio a seguito di un calcio di punizione che Roman calcia con una secca staffilata che scheggia il palo alla destra di Stocco che nell’occasione sembrava battuto. Si mantiene sempre in attacco ed è nuovamente pericolosa la formazione di casa al 10′ minuto, questa volta il pericolo per i bibionesi arriva dalla bandierina con palla a spiovere al limite dell’area piccola proprio sui piedi dell’avanzato Bincoletto che non trasforma però questa facile opportunità cincischiando un po’ troppo con il pallone, la sfera rimane pericolosamente sotto porta ed è preda di Follador, quest’ultimo è lesto nel battere a rete a tre metri dal portiere ma lo fa in maniera imprecisa cogliendo la rete esterna. Al 16′ di gioco una leggerezza della retroguardia granata sta per regalare al Bibione il gol del raddoppio: Bortoluzzo nella propria metà campo appoggia per Vallese che è però pressato da Colle, quest’ultimo gli soffia il pallone ed apre prontamente in profondità per Chiasutto il quale si ritrova solo davanti a Giro  ed è a quel punto però che vanifica tutto concludendo al lato. Passato lo spavento il Città di Eraclea si riporta in avanti alla ricerca di quel pareggio che sembra proprio non voler arrivare anche perchè di fronte si ritrova un Bibione ordinato e ben disposto in campo che occupa tutti gli spazi della propria metà campo. Oltretutto la difesa ospite si avvale di uno Stocco in buona giornata che si dimostra un baluardo insormontabile per i granata, se ne accorge anche Franco Martin al secondo minuto di recupero quando è lesto ad approfittare di una palla vagante per la ribattuta in gol da posizione ravvicinata, ma Stocco si supera ribattendo d’istinto. Lo stesso Stocco però deve capitolare poco più tardi proprio quando sembra imminente il triplice fischio finale. Il Città di Eraclea usufruisce di un calcio di punizione da fuori area in posizione centrale, la nutrita barriera bibionese devia leggermente la secca battuta di Franco Martin cosicché la palla finisce per battere sotto la traversa per poi rimbalzare all’interno della linea di porta e venire abbrancata dal portiere. L’arbitro è però ben piazzato e non ha esitazioni a convalidare il gol del pareggio eracleense, a quel punto non c’è più tempo per riprendere perchè è terminato anche il recupero. Dopo un primo tempo opaco i granata riescono ad evitare la sconfitto proprio in extremis premiati per una ripresa giocata a buon livello, sull’altra sponda il tecnico bibionese Marzola a fine gara è furente con i suoi per una vittoria che si sono lasciati sfuggire all’ultimo istante Da domenica prossima si riparte con il campionato, il Città di Eraclea è in trasferta a Cessalto, mentre il Bibione se la vedrà con il Musile.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*