Città di Eraclea – Bibione 3-1

Città di Eraclea Bibione
Giro Savian
Bincoletto Etro
Da Riol (62′ Pizzolitto)
Sforzin Bon
Vallese Maiello
Follador Disarò
Tonetto A. Barchetta
(40′ Marian) (87′ Salvador)
Tonetto E. Selva
Franco Martin Consorte
Conte Colle
Margherito Gobbato
(80′ Villa) Bozza
(75′ Filippi)
All. Tasca All. Marzola
Arbitro: Pin Marco di Treviso
Marcatori: 53′ Conte (E), 68′ Franco Martin (E), 84′ Filippi (B)(aut.), 85′ Colle (B).
 Città di Eraclea - Bibione 3-1

Un pallone conteso in Eraclea-Bibione

Il Città di Eraclea si aggiudica il big-match della prima giornata di ritorno superando per 3-1 la capolista Bibione e lo fa con la determinazione e la forza di una grande. La squadra granata è stata perfetta in ogni reparto ed in ogni momento della partita; il Bibione solo all’inizio ha tenuto testa a Franco Martin e compagni ma poi ha finito per cedere alla distanza. Le due compagini scendono in campo accusando entrambe alcune importanti assenze: nel Città di Eraclea gli infortunati Finotto e Fregonese, ai quali si aggiunge l’influenzato Roman (autore di una delle reti nella gara d’andata), di contro vengono recuperati all’ultimo momento i febbricitanti Margherito e Marian; fra gli ospiti spiccano le assenze di Geromin, Lunardelli, Polifcka e dello squalificato Moretto. Parte decisa l’Eraclea che dopo soli 30 secondi si presenta subito in maniera pericolosa nell’area del Bibione, mantenendosi in proiezione offensiva anche nei minuti a seguire. Al 12′ di gioco la squadra di mister Tasca va vicinissima alla rete del vantaggio quando Enrico Tonetto dalla trequarti effettua un lungo e preciso traversone verso il centro area dove Franco Martin si avvita per un colpo di testa che sembra non lasciare scampo al portiere Savian fermo ad osservare la sfera che lo scavalca, ma per sua fortuna il pallone si infrange sul palo di destra e ritorna in gioco. L’Eraclea non demorde e prosegue con la sua spinta offensiva alla quale il Bibione risponde con delle azioni di rimessa che non creano però dei grossi grattacapi alla retroguardia granata dove rientra felicemente l’esperto Vallese dopo l’infortunio patito 40 giorni prima a Quarto d’Altino. Il suo ritorno rafforza un reparto che si dimostra preciso ed attento in fase di tamponamento ricorrendo anche alla deviazione in angolo quando necessario. Al 31′ minuto l’Eraclea fallisce una clamorosa occasione da gol: angolo battuto da Enrico Tonetto con una traiettoria che taglia fuori portiere e difensori avversari e manda la palla a spiovere all’altezza del secondo palo dove Franco Martin indisturbato e a due metri dalla porta va per la deviazione di testa mancando però il pallone che sfiora solamente. Paura per Alberto Tonetto al 40′ minuto: all’altezza della linea mediana il numero sette in maglia granata si eleva per il colpo di testa contrastato da Colle, quest’ultimo salta a gomiti larghi colpendolo in piena fronte, un colpo terribile che fa stramazzare Tonetto al suolo e che non viene sanzionato dal direttore di gara. L’azione prosegue, ma dalla panchina granata si sbracciano per attirare l’attenzione dell’arbitro che allora nota il giocatore a terra e permette l’entrata in campo del massaggiatore. Alberto Tonetto (nella foto) è immobile a terra stordito dalla gran botta subita ed ha il viso insanguinato, poco dopo, fortunatamente, da segni di ripresa e viene quindi momentaneamente bendato per poter raggiungere il pronto soccorso dove gli vengono applicati diversi punti di sutura, al suo posto entra Marian. Il primo tempo termina sullo zero a zero, l’Eraclea è andata in più di una occasione molto vicina a quella rete che cerca con insistenza anche ad inizio ripresa e la tenacia dei ragazzi in maglia granata viene premiata all’ottavo minuto quando Conte riceve palla poco fuori dell’area, se la aggiusta per il tiro e lascia partire un rasoterra a giro che si infila nell’angolino basso alla sinistra di Savian. La rete galvanizza ulteriormente la squadra eracleense che prosegue a spingere pungendo anche sulle fasce, a sinistra con Margherito ed a destra con Marian. Quest’ultimo al 23′ minuto si rende artefice di una di quelle perentorie discese che non metteva più in mostra dallo scorso campionato, dapprima si sgancia veloce sulla destra, poi salta di netto un difensore che cerca di sbarrargli la strada ed infine giunto a fondo campo nota l’accorrente Franco Martin che serve con un lungo e preciso traversone diretto verso il secondo palo sul quale il capitano granata questa volta non manca il colpo di testa vincente. La capolista accusa il colpo mentre il Città di Eraclea prende definitivamente in mano la situazione con un possesso di palla che mantiene gli avversari lontani dalla propria porta. La gara ha il suo epilogo al 39′ minuto quando i granata si portano sul tre a zero: a seguito di un calcio d’angolo battuto da Enrico Tonetto c’è una maldestra deviazione in porta di un giocatore bibionese, probabilmente del neo entrato Filippi, che mette così fuori causa il proprio portiere. La grande euforia fra le fila eracleensi porta ad un momentaneo rilassamento mentale che viene subito punito dall’esperto Colle il quale, spalle alla porta, riceve palla appena dentro l’area di rigore per poi girarsi di scatto e concludere con un preciso rasoterra che non lascia scampo a Giro battuto nell’angolino basso alla sua sinistra. Rimarrà questa però l’unica concessione fatta dalla retroguardia granata che in seguito chiuderà con precisione ogni varco agli avversari nei pochi minuti ancora da giocare. Al termine grande festa negli spogliatoi per la squadra di mister Tasca, perchè superare la capolista con una vittoria così convincente non è certo una impresa che riesce spesso. Se la dirigenza gongola mister Tasca raffredda gli entusiasmi cercando di portare da subito l’attenzione dei suoi ragazzi sulla prossima trasferta di Lugugnana dove ad attendere l’Eraclea ci sarà una avversaria capace di mettere in seria difficoltà qualsiasi compagine.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*