Città di Eraclea – Casier Dosson 4-0

CITTA’ DI ERACLEA
  CASIER DOSSON
Mancuso
1
Angelico
Campardo
2
Zanon
Fralonardo
3
Simonaggio
Fida
4
Biasuzzi
Pomiato
5
Maso
(46′ Valeri) De Marchi
6
Vanin (55′ Modolo)
Tagliapietra
7
Piovesan (48′ Nascimben)
Guglielmi
8
Cappellazzo
Bullo
9
Castellino
(85′ Danieli) Polesel
10
Massariolo
(65′ Costantini) Marian
11
Marton (48′ Silvestre)
Piccolo
All.
Bonaldo
Arbitro: Zanella Riccardo di Schio
Marcatori: 12′ Tagliapietra (E), 26′ Bullo (E), 44′ Polesel (E), 85′ Costantini (E)(rig.)
 
 Città di Eraclea - Casier Dosson 4-0 Cronaca: Quattro reti messe a segno, almeno due fallite clamorosamente e nessun rischio corso per riassumere questa limpida vittoria del Città di Eraclea che fra le mura amiche mancava dal 1 marzo 2009. Un successo che va a premiare il grande lavoro fino ad ora svolto da mister Lorenzo Piccolo che a differenza di alcuni suoi colleghi ha dovuto operare con una rosa di calciatori incompleta e falcidiata da numerose assenze. In corso d’opera è stato costretto ad apportare numerose modifiche alla sua creatura, ha iniziato con un gruppo incompleto in attesa di avere tutti a disposizione, poi sono sopraggiunti alcuni infortuni e per finire la rosa è stata di recente scremata a causa delle difficoltà societarie. Nonostante questo grave handicap il tecnico granata non si è mai perso d’animo ed ha sempre creduto nel suo lavoro arrivando a conquistare questa bella e rotonda vittoria con quanto gli hanno lasciato a disposizione. Fin dal fischio d’inizio si ha la sensazione che questa sia la domenica decisiva per il Città di Eraclea quando dopo soli 30 secondi di gioco una bella azione manovrata dei granata porta Marian a concludere da ottima posizione ma il suo è un tiro centrale che Angelico può parare a terra. Stefano Polesel e compagni continuano nella loro azione offensiva ed al 12′ minuto il risultato si sblocca: angolo dalla destra con palla a spiovere nel mucchio sulla quale si avventa Tagliapietra che tenta una prima conclusione, il portiere è battuto ma sulla linea salva Castellino, lo stesso Tagliapietra è il più lesto a raccogliere la corta respinta mandando la sfera in fondo al sacco (nella foto a fianco). La reazione del Casier Dosson porta la squadra trevigiana al tiro in un paio di occasioni ma si tratta di conclusioni che sfilano sul fondo senza creare alcun grattacapo a Mancuso che può contare su un reparto difensivo attento e privo di sbavature. La mediana eracleense riesce a filtrare in maniera efficace i tentativi offensivi degli ospiti che si avvicinano con fatica all’area granata, una volta recuperata palla ecco scattare veloce e precisa l’azione di rimessa come succede al 26′ minuto quando Marian viene servito sulla fascia destra, quest’ultimo allunga palla a Guglielmi il quale giunto a fondo campo pesca con precisione Bullo a centro area che di prima intenzione gira la sfera in direzione del secondo palo dove Angelico non ci può arrivare. C’è ancora molto da giocare ed il Casier Dosson nonostante il doppio svantaggio non si da per vinto tanto facilmente I suoi tentativi di rimonta però non producono alcunchè di particolare limitandosi alla conquista di alcuni calci d’angolo senza esito. Molto più efficace l’azione offensiva degli eracleensi che prima dello scadere mettono al sicuro la vittoria: al 44′ minuto Bullo in azione di contropiede riceve palla sulla destra, controlla ed avanza evitando un avversario per stringere poi verso il centro, a quel punto invece di tentare la conclusione preferisce serve intelligentemente verso il lato opposto dell’area per l’accorrente Polesel che trova il palo lungo con un preciso rasoterra siglando così il 3-0. Un minuto più tardi, pochi istanti prima dell’intervallo, grossa chance anche per Marian il quale servito in velocità sulla sinistra dell’area avversaria calcia da distanza ravvicinata mancando però il bersaglio grosso con la palla che termina sul fondo. Se nel primo tempo gli ospiti del Casier Dosson sono riusciti ad imbastire alcune azioni d’attacco durante la ripresa, nonostante i cambi effettuati da mister Bonaldo, si eclissano definitivamente lasciando del tutto inoperoso l’estremo granata Mancuso. Il suo collega Angelico deve invece stare sempre allerta perchè il Città di Eraclea nonostante il triplo vantaggio non sembra ancora sazia ed al 7′ minuto capitan Polesel ci prova ancora su calcio di punizione chiamando il portiere trevigiano a tuffarsi a destra per una plastica parata. Il Città di Eraclea controlla agevolmente il match ed al 25′ minuto fallisce un’altra clamorosa occasione che giunge al termine di una bellissima triangolazione fra il neo entrato Costantini e Polesel per concludersi con un delizioso assist al limite dell’area piccola dove giunge puntuale Bullo che a porta spalancata angola troppo la conclusione cogliendo il palo esterno. Mister Piccolo sembra soddisfatto della prestazione che i suoi ragazzi stanno fornendo ma dalla panchina continua a spronarli per evitare rilassamenti, Bullo è veramente instancabile ed al 40′ minuto trova la forza per proporsi nell’ennesima scorribanda che semina il panico nella retroguardia avversaria, il centravanti granata entra in area infilandosi fra due difensori uno di questi allunga la gamba e lo stende convincendo l’arbitro a fischiare il calcio di rigore. Polesel che è già andato a segno durante il primo tempo lascia il tentativo di trasformazione a Costantini che si dimostra freddo e preciso spiazzando Angelico per il 4-0 finale. Buona la direzione di gara del sig. Zanella Riccardo di Schio che è stato comunque facilitato nella sua opera dalla correttezza e lealtà dimostrata sul campo da entrambe le squadre.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*