Città di Eraclea – Cessalto 1-0

CITTA’ DI ERACLEA
  CESSALTO
Giro
1
Ervas
Bincoletto
2
Finotto
Fralonardo
3
Budoia
Panont
4
Drusian
Vallese
5
Da Riol
Roman
6
Fasan
(75′ Sforzin) Bozzatto
7
Piovesan (85′ Musumeci)
(65′ Crosariol) Tonetto E.
8
Moretto A. (70′ Raimondi)
Franco Martin
9
Fregonese
Follador
10
Celotto (70′ Zanutto)
(70′ Tonetto A.) Margherito
11
Zottino
Tasca
All.
Boer
Arbitro: Bontorin Francesca di Bassano
Marcatori: 45’+2 Franco Martin (E)
Note: espulso Panont (E) al 89′ per doppia ammonizione
 Città di Eraclea - Cessalto 1-0

I due tecnici Diego Boer e Fabrizio Tasca, passato e presente dell’Eraclea

Cronaca: Città di Eraclea e Cessalto si sono ritrovate di fronte sul terreno del Comunale di Eraclea a distanza di otto anni dalla precedente sfida di campionato del 21 gennaio 2001. Il caso le ha rimesse difronte sempre a gennaio ed alla prima di ritorno, ma ci sono comunque alcune particolari differenze: allora si trattava di seconda categoria con il Cessalto in veste di capo-classifica e l’Eraclea ad inseguire, quello del 2001 fu un match entusiasmante, ricco di emozioni e di colpi di scena terminato sul 3-2 a favore dell’Eraclea, quest’ultimo invece è stato meno spettacolare con una unica rete nel tabellino dei marcatori e poche emozioni per gli spettatori. Decisamente diverso anche lo spirito con cui si sono presentati gli ospiti ad Eraclea: nel 2001 con il morale a mille, spavaldi e consci della loro leadership nella graduatoria, ora nel 2009 nella situazione completamente opposta: ultimi in classifica con la classica tristezza interiore che deriva da una situazione del genere anche se di positivo c’è la volontà ed il desiderio di fare bene in questa seconda parte della stagione, uniti agli ordini di un tecnico capace e preparato come Diego Boer che non è nuovo a situazioni di difficoltà, una su tutte quella incontrata nel campionato 2005/2006 quando accettò la panchina di un Eraclea ultima in classifica conducendola poi alla salvezza tramite i play-out. Vari gli “ex” che sono scesi in campo per quest’ultima gara, nelle file del Cessalto figuravano gli ex granata: Da Riol, Fasan, Piovesan, Fregonese, Balsarin e lo stesso tecnico Boer, con la maglia eracleense invece gli ex cessaltini: Roman, Margherito e Sforzin. Primo tempo giocato a ritmo blando con un sostanziale equilibrio in campo, Città di Eraclea un po’ più intraprendente e Cessalto ben coperto che fa della prudenza una virtù anche se non disdegna certo alcune puntate offensive con palla in profondità per il veloce Fregonese sempre ben chiuso dalla morsa difensiva attuata con grande attenzione dai padroni di casa. Una prima frazione di gara poco spettacolare e quasi priva di cronaca che registra la prima vera conclusione in porta solamente al 40′ minuto ad opera del difensore granata Panont il quale al termine di un’azione d’angolo della sua squadra riesce a rubare palla in prossimità della linea di fondo campo, punta quindi verso l’area scambiando stretto con un compagno di squadra per poi tentare di sorprendere Ervas sul primo palo da posizione molto decentrata, ma il numero uno ospite riesce a respingere con i pugni. Al 45′ la direttrice di gara concede due minuti di recupero e proprio al termine del secondo ecco, quasi inatteso, l’episodio che deciderà la gara: Franco Martin riceve palla sulla destra e avanza fino a fondo campo, quindi data una occhiata alla disposizione nell’area avversaria ed avendo visto il portiere cessaltino spostarsi in avanti per prepararsi ad abbrancare in presa il suo imminente traversone opta per una conclusione dall’alto coefficiente di difficoltà ma che risulterà vincente sorprendendo Ervas da posizione molto defilata, il suo tiro difatti trova lo spiraglio per infilarsi nello specchio della porta con l’estremo ospite che tenta il recupero gettandosi all’indietro ma finisce per spingere il pallone in fondo al sacco. Pochi istanti dopo tutti negli spogliatoi per l’intervallo ed al rientro in campo il Città di Eraclea, rafforzata dal vantaggio appena acquisito, riprende a giocare con uno spirito più battagliero rispetto a quanto dimostrato durante i primi 45 minuti. Attorno al decimo di gioco Franco Martin ha l’occasionissima per raddoppiare, ma la spreca: Fralonardo scende sulla sinistra ed effettua un traversone con spiovente sotto porta che Ervas smanaccia mandando la palla proprio verso il capitano granata il quale si ritrova la porta spalancata per la ribattuta vincente da posizione ravvicinata ma il suo colpo di testa termina, seppur di pochissimo, al lato. Poco più tardi, al 14′, è il turno di Follador a rendersi protagonista con una plastica rovesciata dal limite dell’area che non sorprende però Ervas pronto alla parata in presa. E’ un buon momento questo per il Città di Eraclea, mister Tasca si rende conto che la sua squadra non deve lasciarselo sfuggire trovando quel raddoppio che le consentirebbe di gestire il finale con una certa tranquillità, allora richiama Enrico Tonetto un po’ acciaccato e gioca la carta Crosariol che ha maggiori attitudini offensive. Quest’ultimo, che va ad affiancarsi in attacco a Franco Martin, appena entrato ha subito un’ottima chance per scrivere il suo nome nel tabellino dei marcatori: ricevuta la sfera nel settore di centro sinistra entra di prepotenza in area e calcia in porta ma l’estremo cessaltino si supera salvando la propria porta con una grande deviazione d’istinto. La notevole fiammata dei padroni di casa si esaurisce proprio a quel punto e con la squadra granata che si concede una pausa per rifiatare il Cessalto comincia a guadagnare metri di campo con la speranza di rimediare almeno il pareggio prima del termine. Mister Boer con un doppio e contemporaneo cambio prova a suonare la carica ai suoi ragazzi, ma la difesa eracleense è come sempre compatta, precisa ed impenetrabile e tutto lo sforzo profuso dagli ospiti si riassume in una sola vera occasione da rete che capita sui piedi di Zottino il quale conclude pericolosamente verso la porta difesa da Giro colpendo la parte alta della traversa. L’ultima emozione del match è di marca granata con la seconda palla-gol a favore del neo entrato Crosariol, al 46′ viene lanciato con un veloce contropiede ed entra in area dal vertice sinistro per poi concludere sull’uscita del portiere mirando al palo lungo, l’urlo del raddoppio però gli rimane strozzato in gola perchè la sfera esce di pochi centimetri sfilando sul fondo. Il Città di Eraclea conclude quindi la gara con un’altra vittoria ma in 10 uomini perchè al 44′ la signora arbitro espelle Panont per la seconda ammonizione, praticamente inspiegabili i motivi del secondo giallo probabilmente dovuto al fatto che Panont prima di battere un calcio di punizione ha “aggiustato” il pallone spostandolo di pochissimo, anche lei prima del termine ha ceduto alla tentazione di peccare di protagonismo. 18 gennaio 2009 una data da ricordare in casa eracleense perchè la squadra granata, seppure in coabitazione, ha raggiunto per la prima volta la vetta della graduatoria in prima categoria, un risultato nemmeno immaginato durante la scorsa estate quando in considerazione dello status di neopromossa si parlava di puntare ad una salvezza tranquilla. La dirigenza eracleense si complimenta ancora una volta con tutta la squadra ma al contempo continua a gettare acqua sul fuoco dichiarando la permanenza in categoria il vero obiettivo stagionale.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*