Città di Eraclea – Fossaltese 0-0

Città di Eraclea

Fossaltese

Giro Marzio
Tonetto E. Brunzin
Bincoletto Manzatto
Margherito Lenardon
Tonetto A. Colavitti
Da Riol Nonis
Fregonese Stefanuto
(80′ Villa) Galasso
Sforzin (60′ Zoccolan)
Franco Martin Zambon
Conte (91′ Maronese)
Follador Sette
(75′ Finotto) Geretto
   
All. Tasca All. Lescarini
 
Arbitro: Gobbato Mirco di Portogruaro
 
Marcatori:
 
 Città di Eraclea - Fossaltese 0-0

Città di Eraclea – Fossaltese

Si ferma a quota nove l’incredibile striscia di vittorie consecutive del Città di Eraclea, questo rimarrà in ogni caso un record difficilmente superabile durante questa stagione calcistica. La partita non è stata molto spettacolare ed alla fine la Fossaltese, la cui gara è sembrata più impostata a non subire piuttosto che ad offendere, è riuscita nel proprio intento di ritornare a casa imbattuta dal comunale di Eraclea. Le immancabili defezioni non consentono nemmeno questa volta a mister Tasca di schierare la formazione tipo, oltre a Vallese, Daneluz e Marian l’allenatore granata all’ultimo momento deve rinunciare anche a Roman per un problema accusato proprio durante il riscaldamento pre-partita. La sua squadra comunque parte decisa e cerca la via del gol già dalle prime battute andandoci vicina al 6′ minuto quando uno scambio sulla trequarti tra Franco Martin e Conte porta quest’ultimo alla conclusione rasoterra che sfiora la base del palo alla sinistra di Marzio. Il Città di Eraclea fatica a trovare spazi fra l’attenta e ben disposta difesa ospite ma è ancora Conte a rendersi pericoloso al 26′ minuto, ricevuta palla sulla sinistra dell’area avversaria conclude prontamente in porta chiamando Marzio alla parata a terra. Due minuti più tardi la cronaca registra l’occasione più ghiotta a favore dell’Eraclea di tutta la gara: azione di rimessa dei granata con palla lunga verso l’avanzato Franco Martin che è lesto, appena fuori area, ad anticipare il difensore cosa che gli permette di penetrare indisturbato nei 16 metri, a quel punto esce il portiere che viene però dribblato, ma un attimo prima di poter concludere in rete il capitano eracleense subisce il ritorno di Manzatto il quale con la punta del piede riesce a salvare mettendo in angolo. Il primo tempo si conclude con lo zero a zero che sta stretto all’Eraclea anche perchè i padroni di casa possono recriminare su almeno due episodi accaduti nell’area di rigore della Fossaltese sui quali l’arbitro ha deciso di sorvolare: nel primo caso si tratta di un chiaro fallo di mano di un difensore ospite che solo il direttore di gara sembra non aver visto, nel secondo episodio è protagonista l’eracleense Fregonese che si rende artefice di una grande giocata saltando di netto il suo marcatore con un colpo sopra per poi entrare in area prendendo in velocità anche il seguente avversario che per fermarlo lo manda a terra. Nemmeno in questo caso però il fischietto portogruarese è dell’opinione di concedere il calcio di rigore e fa cenno a Fregonese di rialzarsi fra le vibranti proteste dei giocatori in maglia granata. Nessun pericolo invece per la porta difesa da Giro verso la quale nella prima frazione di gara sono giunti solamente alcuni innocui palloni. La ripresa è ancora più avara di spunti di cronaca, la Fossaltese che ha oramai preso le misure all’Eraclea non concede praticamente niente e per i padroni di casa quello del gol diventa un desiderio difficilmente realizzabile. I granata provano a sfondare sia dalle fasce che centralmente ma gli ultimi 20 metri della Fossaltese risultano sempre ben presidiati, non è nemmeno la domenica buona per le punizioni di Franco Martin perchè quelle avute a disposizione sono state calciate senza inquadrare lo specchio della porta oppure non hanno sorpreso l’attento Marzio. Per l’Eraclea nel secondo tempo c’è solamente da segnalare l’occasione del 25′ minuto, momento in cui Enrico Tonetto batte una punizione da posizione defilata scodellando palla verso il centro area per il colpo di testa dell’avanzato Da Riol che schiaccia la sfera verso la porta trovando però la buona risposta di Marzio che si accartoccia a terra per parare. Sull’altra sponda l’estremo granata Giro deve compiere un solo vero intervento in tutta la gara e questo succede al 41′ minuto quando la Fossaltese usufruisce di un calcio di punizione da posizione interessante che viene battuto da Geretto ma respinto da un difensore proprio sui piedi di Zoccolan il quale dal limite ribatte verso la porta eracleense chiamando il numero uno granata ad un intervento in tuffo per bloccare la minaccia. La gara termina a reti inviolate con qualche rimpianto per l’Eraclea per non essere riuscita a sfruttare quel poco che le è stato concesso dalla squadra avversaria, ma anche per i due penalty che le sono stati negati nel primo tempo e che avrebbero potuto cambiare il volto alla partita. Non si riesce bene a comprendere con quale criterio vengano fatte le designazioni arbitrali, ma una cosa è certa: il signor Gobbato di Portogruaro ha già diretto l’Eraclea per ben tre volte nel solo girone di andata, variare un po’ di più tenendo anche conto della dislocazione geografica delle squadre certo non guasterebbe e non darebbe adito a cattivi pensieri.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*