Città di Eraclea – Gainiga 2-1

Città di Eraclea

Gainiga

 
Balsarin Cella
Daneluz Morando
Simonetto Cincotto
(69' Roman) Rorato
Follador (84' Lorenzon)
(36' Marian) Cereser
Bincoletto Schioser
Da Riol Parpinello
Sforzin (71' Dobrozi)
Tonetto Bragato
Franco Martin Boatto
Conte Basei
Margherito Tommasi
(55' Fregonese) (64' Tommasi)
All. Tasca All. Fornasier
 
Arbitro: Cicogna Francesco di San Donà
 
Marcatori: 28' Rorato (G), 43' e 75' Franco Martin (E)
 
 Città di Eraclea - Gainiga 2-1

Cristiano Balsarin

La si attendeva da un mese, cioè da quando è iniziato l'attuale campionato, stiamo parlando della prima vittoria del Città di Eraclea che è arrivata alla sesta giornata ed è stata più sofferta del previsto quasi a dimostrare una paura di vincere dovuta al protrarsi dell'attesa del primo successo in campionato dopo i quattro ottenuti in coppa. Quel timore di non farcela che aveva giocato un brutto scherzo ai granata durante la precedente gara casalinga con l'avversaria di turno, il San Nicolò, che aveva raggiunto il pareggio a pochi minuti dal termine rendendo inutile il dominio territoriale dell'Eraclea. La sostanza non cambia di molto nemmeno in questa ultima gara, Città di Eraclea che parte decisa all'attacco ma non trova la rete del vantaggio fallendo anche un paio di buone occasioni, il gol lo trova invece il Gainiga attorno alla mezz'ora gettando delle ombre sul tanto atteso riscatto dell'Eraclea. Mister Tasca questa volta può schierare la coppia d'attacco Conte – Franco Martin, ma deve fare i conti con le assenze di Zanusso e Vallese alle quali si aggiungono le non perfette condizioni fisiche di Roman che parte così dalla panchina. Parte bene l'Eraclea cercando di scardinare la difesa avversaria con delle incursioni sulla sinistra di Margherito e Simonetto ma i palloni serviti in area per le punte non trovano la giusta finalizzazione. Gli ospiti riescono così a rintuzzare tutti i tentativi dei granata ed al 29' minuto affondano il contropiede trovando impreparata nell'occasione la difesa granata: Tommasi si incunea centralmente trovando la sola opposizione di Da Riol per poi servire l'accorrente Rorato il quale solitario entra in area dal vertice sinistro da dove calcia con forza in porta, Balsarin tocca il pallone con la punta delle dita ma non lo devia a sufficienza e la sfera si insacca sotto la traversa. A quel punto per mister Tasca piove sul bagnato perchè Follador dolorante ad un ginocchio chiede il cambio, al suo posto entra Marian. L'Eraclea riesce comunque a riorganizzarsi ed al 43' trova il pareggio: Simonetto sganciatosi sulla sinistra viene fermato fallosamente nei pressi della bandierina del calcio d'angolo, la conseguente punizione viene calciata da Tonetto mandando il pallone a spiovere al limite dell'area piccola dove trova Franco Martin pronto alla girata di testa che non lascia scampo a Cella. Il pareggio raggiunto prima della fine del primo tempo rinfranca il Città di Eraclea che nella prima parte della ripresa va alla ricerca del secondo gol con l'inserimento di un altro attaccante: Fregonese che prende il posto di Margherito. I granata collezionano calci d'angolo, ma le conclusioni in porta sono sempre imprecise, con il tempo che trascorre inesorabile il Gainiga che sembra orientato più a portar a casa un pareggio cerca di chiudere tutti i varchi inserendo un ulteriore difensore. Al 20' gli ospiti hanno comunque una buona chance per riportarsi in vantaggio grazie ad un calcio di punizione da distanza ravvicinata per il quale Balsarin schiera una folta barriera che respinge il tentativo di trasformazione di Basei. Dieci minuti più tardi, al 30', da calcio d'angolo ecco il gol che alla fine risulterà determinante per la prima vittoria in campionato degli eracleensi: la palla spiove oltre lo specchio della porta dove l'avanzato Da Riol cerca di testa di rimetterla verso il centro, a quel punto il neo entrato Dobrozi nel tentativo di liberare l'area effettua un assist a favore di Franco Martin che non può lasciarsi sfuggire l'occasione di mandarla di testa alle spalle dell'incolpevole portiere ospite. Cinque minuti dopo l'Eraclea ha l'occasione per chiudere anzitempo la gara: angolo dalla parte opposta, un lungo spiovente sul quale Franco Martin effettua un ponte di testa a favore di Marian che tenta la deviazione vincente a non più di due metri dalla porta ma la conclusione è debole e centrale permettendo così a Cella di salvarsi allungando una gamba. Il Gainiga cerca di organizzare una reazione finale per raggiungere il pari in extremis ma questa volta tutta l'Eraclea è compatta e determinata a non lasciarsi sfuggire questo primo successo che si concretizza al triplice fischio finale. Un doppio impegno attende l'Eraclea questa settimana: mercoledì sera a Lugugnana i granata giocheranno per il Trofeo Veneto e poi domenica ancora in trasferta sull'ostico terreno del Villanova nel tentativo di confermare una serie positiva appena iniziata.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*