Città di Eraclea – Lugugnana 0-0

Città di Eraclea Lugugnana
 
Balsarin Stocco
Vallese Nicodemo
Bincoletto Furlanetto
Daneluz Fantuz
Roman Morsanutto
Da Riol Quarel
Sforzin Del Sal
(60' Fregonese) Bozzato
Zanusso Pellegrin
(66' Villa) (58' Dalla Bona)
(91' Marian) Franzo
Franco Martin (73' Masutti)
Follador Caminotto
Tonetto (60' Vit)
All. Tasca All. Verri
 
Arbitro: Boato di San donà di Piave
 
Marcatori:
 
 Città di Eraclea - Lugugnana 0-0

Serio Franco Martin

Ore 17.20 il signor Boato di San Donà fischia la fine di Città di Eraclea – Lugugnana, gara di cartello della seconda giornata di campionato che termina sullo zero a zero. Fra le prime cose a passarci per la mente è certamente un paragone con il match dello scorso anno giocato qui ad Eraclea, era il 15 ottobre ed al termine di una spumeggiante sfida fu il Lugugnana ad imporsi per 5 a 4. Dai nove gol visti la scorsa stagione allo zero di quest'ultima, questo comunque non significa che le due formazioni viste sul campo siano scese di livello tecnico, ma allora cosa può essere cambiato? Non poco specialmente per il Città di Eraclea, cominciamo proprio con i padroni di casa che hanno ancora una volta rivoluzionato la rosa a disposizione del mister che pure è nuovo: è arrivato Fabrizio Tasca a sostituire Stefano Vio, quindi altro modo di mettere in campo la squadra. Una maggior copertura per il reparto arretrato che è per buona parte costituito da nuovi elementi e una minor spregiudicatezza in avanti sembrano aver risolto il problema delle goleade subite anche se al contempo la squadra realizza di meno. Anche gli ospiti hanno subìto varie modifiche di organico, ma il tecnico è rimasto quello stesso Gabriele Verri che la scorsa stagione ha ottenuto dei lusinghieri risultati proprio a Lugugnana e quest'anno, dopo le prime gare, sembra essere ripartito con il piede giusto. Entrambe le squadre non nascondono le loro velleità d'alta classifica e sono consce del valore dell'avversaria che vanno ad affrontare, sarà anche per questo che la prudenza delle prime fasi di gioco mette in mostra un gioco troppo spesso spezzettato con numerosi palloni che terminano in fallo laterale. Ma andiamo con ordine ed iniziamo la scarna cronaca di questo match in modo cronologico: prima del fischio iniziale è stato rispettato un minuto di silenzio a ricordo di Giuseppe Dalla Zorza, presidente dell'Eraclea negli anni 80 che è di recente scomparso, lo ricordiamo spesso presente in tribuna a seguire i granata anche dopo la sua presidenza fino ai tempi più recenti. Poi le prime fasi della gara che scivolano via senza particolari emozioni, durante la prima mezz'ora solo alcune conclusioni che terminano per buona parte fuori dallo specchio delle due porte. Al 34' minuto ecco finalmente la prima palla-gol a favore del Città di Eraclea: Sforzin ruba palla sulla trequarti di sinistra, entra solitario in area e poi da posizione ravvicinata ma defilata cerca forse la soluzione più difficile mirando all'angolo più lontano, il suo diagonale manca però l'incrocio dei pali alla sinistra di Stocco. Risponde il Lugugnana al 40' minuto con l'ex di turno, Pellegrin, che ricevuta palla prepara ed effettua una secca conclusione dal limite che costringe Balsarin ad accartocciarsi a terra per respingere la minaccia. Un minuto dopo ecco la più clamorosa chance a favore dei lugugnanesi: a seguito di una rimessa laterale gli ospiti scodellano un innocuo pallone a centro area che diventa pericoloso a causa di un malinteso nella difesa granata che nell'occasione è incomprensibilmente ferma e permette a Franzo un comodo colpo di testa che colpisce il palo alla sinistra del portiere eracleense. Con il primo tempo che termina sullo zero a zero ci si aspetta qualcosa di più dalla ripresa, ma questa speranza andrà del tutto disattesa visto che durante il secondo tempo non c'è proprio nulla da segnalare se non la girandola di sostituzioni effettuate da entrambi gli allenatori nel tentativo di dare la svolta ad una gara che non ne vuol proprio sapere di decollare. Il Lugugnana ad inizio ripresa da la sensazione di ripartire con più determinazione spingendosi con maggiore frequenza nella metà campo dell'Eraclea, ma i granata sono precisi ed attenti in fase di contenimento e non concedono alcunché agli ospiti. Ad un certo momento mister Tasca inserisce una ulteriore punta, Fregonese, con la speranza di trovare la rete del vantaggio, ma Stocco può dormire sonni tranquilli perchè le poche conclusioni dei padroni di casa non inquadrano lo specchio della porta. Nemmeno un paio di punizioni calciate da Franco Martin, che questa volta è sembrato avere le polveri bagnate, portano ad esiti positivi con la naturale conseguenza di arrivare anche al termine del tempo di recupero sullo zero a zero. Domenica prossima entrambe le squadre avranno l'occasione di rifarsi tornando al gol ed alla vittoria visto che vanno ad affrontare la Giussaghese e la Vigor che sono ancora ferme a zero punti, per Eraclea e Lugugnana i tre punti saranno quasi d'obbligo se vorranno mantenere intatti i loro sogni di gloria.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*