Città di Eraclea – Lugugnana 2-0

Città di Eraclea Lugugnana
Giro Belluzzo
Daneluz Masutti
Sforzin Morsanutto F.
Follador (58′ Caminotto)
Vallese Fantuz
Bincoletto Morsanutto M.
Tonetto A. Quarel
(58′ Fregonese) (66′ Furlanetto)
Tonetto E. Del Sal
(77′ Marian) Bozzato
Franco Martin Vit
Conte Franzo
(89′ Finotto) Piva
Margherito (66′ Adami)
All. Tasca All. Verri
Arbitro: Marinetti di Venezia. Guardalinee: Ferialdi e Trevisan di Venezia
Marcatori: 35′ Tonetto A. (E), 53′ Tonetto E. (E)
 Città di Eraclea - Lugugnana 2-0

Enrico Tonetto realizza di testa il gol del raddoppio

Città di Eraclea e Lugugnana come le altre squadre impegnate negli spareggi promozione o salvezza si sono affrontate in un pomeriggio che per condizioni ambientali ricordava una domenica di novembre piuttosto che una di metà maggio. Il maltempo è stato inclemente per tutta la durata della gara, in particolar modo durante il secondo tempo quando l’intensità delle precipitazioni è andata aumentando. Dopo il violento acquazzone della mattina ed il protrarsi delle precipitazioni durante il primo pomeriggio il terreno del Comunale di Eraclea nonostante sia stato messo a dura prova dagli eventi atmosferici tiene alla grande come può constatare la terna arbitrale nel classico giro di controllo prima dell’inizio della gara, viene deciso quindi senza ombra di dubbio per la disputa del match. Le due squadre sono giunte a questa prima fase dei play-off al termine di una stagione sportiva sostanzialmente impostata in maniera diversa: il Città di Eraclea per buona parte ricostruita al termine del precedente torneo ha patito un avvio di campionato poco felice come di solito succede alle squadre largamente rinnovate, in seguito è stata però capace di compattarsi e di risalire tutta la china fino alla seconda posizione grazie a due super-filotti di successi formati da nove e sette vittorie consecutive. Il Lugugnana durante il girone di andata ha invece puntato maggiormente a proseguire il proprio cammino nel Trofeo Veneto di categoria uscendo poi con onore in prossimità delle semifinali, il supplemento di gare giocate al mercoledì sera ha però portato ad un rallentamento nella marcia di campionato che ad un certo momento sembrava metterne in dubbio la partecipazione ai play-off. Due squadre che si sono comportate da protagoniste e che hanno offerto emozioni e soddisfazioni ai propri tifosi, dispiace quindi che questa gara debba sancire l’uscita di scena di una delle due. Mister Tasca deve rinunciare allo squalificato Roman, ma mette in campo quei sei giocatori che a Fossalta aveva precauzionalmente tenuto a riposo e rispetto al precedente incontro la musica cambia. Nel Lugugnana spicca invece l’assenza di Tommaso Dalla Bona, ariete dello schieramento offensivo della formazione diretta da Verri. Il peggior piazzamento ottenuto in campionato costringe gli ospiti a cercare il colpaccio in casa eracleense, anche un pareggio li condannerebbe e durante le primissime battute del match si vede quindi un Lugugnana leggermente più intraprendente dell’Eraclea che arriva ad effettuare la prima conclusione pericolosa al settimo minuto. Del Sal raccoglie una corta respinta della difesa granata, si aggiusta velocemente il pallone per poi lasciar partire un insidioso rasoterra diretto verso il palo più lontano sul quale è bravo ed attento Giro a stendersi in tuffo per la deviazione. Rimarrà questa l’unica parata di una certa difficoltà effettuata dal portiere granata durante tutta la gara, il suo collega lugugnanese è invece chiamato a salvare la propria porta al 17′ minuto quando Margherito ha sui piedi una grossa occasione per sbloccare il risultato. La veloce ala granata riceve palla sulla sinistra, salta sullo slancio il suo diretto marcatore e si incunea in area avvicinandosi alla porta da posizione decentrata presentandosi solitario davanti a Belluzzo che si posiziona a chiudergli il primo palo, a quel punto Margherito gli calcia addosso sprecando così la ghiotta occasione. Il Lugugnana cerca di mantenere un atteggiamento offensivo, ma le sue incursioni non portano ad alcunchè di importante guadagnando solo alcuni calci d’angolo. Il Città di Eraclea con il passare dei minuti prende in mano la situazione fino a giungere alla rete del vantaggio che è propiziata dai fratelli Tonetto: siamo giunti al 35′ minuto quando Enrico Tonetto calcia dalla bandierina facendo spiovere il pallone verso il limite dell’area piccola, Belluzzo chiama palla ma nell’uscita si fa anticipare da un imperioso stacco di testa di Alberto Tonetto che manda il pallone alle spalle del portiere. La rete pone i padroni di casa in una certa situazione di vantaggio, anche sotto il punto di vista psicologico, questi ultimi non hanno di conseguenza grosse difficoltà nel chiudere il primo tempo sull’uno a zero. Ad inizio ripresa le cattive condizioni atmosferiche peggiorano ancora, la pioggia si fa più fitta ed insistente, ma non ferma una perentoria discesa sulla fascia sinistra di Margherito che approfitta di un Lugugnana più sbilanciato per trovare spazi per le sue scorribande. Il numero undici granata giunto a fondo campo vede l’accorrente Enrico Tonetto che ha trovato uno spazio libero nell’area avversaria dove attendere il traversone del compagno di squadra che arriva preciso e puntuale inducendolo ad un comodo colpo di testa che non lascia scampo a Belluzzo. A quel punto la gara può considerarsi virtualmente conclusa perchè il Lugugnana avrebbe bisogno di realizzare tre reti per capovolgere la situazione. Mister Verri prova a smuovere la sua squadra effettuando tutte e tre le sostituzioni che ha a disposizione ma i suoi ragazzi si trovano di fronte un Città di Eraclea coriaceo e particolarmente concentrato che non si lascia andare ad alcuna distrazione. Il Lugugnana mette sul campo tutta la sua buona volontà e l’orgoglio di riuscire almeno a ridurre le distanze, ma i loro sforzi si infrangono sui vari Vallese, Daneluz, Sforzin e Bincoletto tutti autori di una prestazione impeccabile. Buono anche il filtro del centrocampo eracleense con Follador sugli scudi, anche se quando è stato necessario si è visto un attaccante come Franco Martin sacrificarsi all’indietro per dare una mano in fase di contenimento. Alla fine tutta la squadra eracleense merita il plauso dei pochi tifosi che hanno resistito sulla tribuna scoperta sotto l’insistente pioggia per tutta la durata di un incontro che a dispetto delle pessime condizioni ambientali ha ugualmente offerto un buon spettacolo. Un complimento finale per la sostanziale correttezza e fair-play espressi dalle due formazioni sul campo e per la buona prestazione della terna arbitrale di Venezia che non ha commesso errori degni di nota. L’unica nota negativa in casa eracleense è l’infortunio patito da Alberto Tonetto, uno dei protagonisti della gara, che al 13′ del secondo tempo dopo essere stato toccato duro a centrocampo ha dovuto abbandonare il terreno di gioco con un ginocchio dolorante, nei prossimi giorni si conoscerà l’entità del malanno.

 

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*