Città di Eraclea – Mazzolada 1-1

CITTA’ DI ERACLEA
  MAZZOLADA
Giro
1
Argenton
Sforzin
2
Drigo S.
Fralonardo
3
Mior
Panont
4
Pivetta (81′ Romeo)
Vallese
5
Iannotta
Roman
6
Bianco P. (76′ Drigo E.)
Tonetto A.
7
Corrias
(53′ Bezerra) Tonetto E.
8
Berardo (68′ Grotto)
Marian
9
Bianco I.
Bozzatto
10
Bianco F.
(82′ Bincoletto) Margherito
11
Vello
Tasca
All.
Davì
Arbitro: Vincenzi di Treviso
Marcatori: 80′ Bozzatto (E)(rig.), 91′ Bianco F. (M)(rig.)
 
 Città di Eraclea - Mazzolada 1-1 Cronaca: Ancora una conferma positiva dal terreno di gioco del Comunale di Eraclea, nonostante l’imperversare delle precipitazioni atmosferiche durante il week-end il drenaggio ha permesso alle due squadre di scendere in campo ed affrontare la gara in maniera regolare senza dover temere alcunchè. Città di Eraclea – Mazzolada è così puntualmente iniziata davanti ai pochi spettatori che hanno deciso, armati di ombrello, di affrontare la pioggia per assistere alla gara. Ad Eraclea si sta attendendo da lunghissimo tempo che venga posta una copertura alla capiente tribuna, si spera che il fatidico momento stia per arrivare dopo le voci provenienti dall’attuale amministrazione comunale. Situazioni di gestione opposte in casa delle due società che si sono affrontate: il Città di Eraclea in questi ultimi anni ha operato numerose “ristrutturazioni” nella rosa dei giocatori che compongono la squadra arrivando al ricambio totale nel giro di breve tempo, al contrario il Mazzolada può contare su una ossatura di squadra formata da giocatori che giocano assieme per la stessa maglia da alcuni anni. Non serve andare molto addietro nel tempo per fare un confronto, è sufficiente riferirsi al campionato 2005-2006, vinto proprio dal Mazzolada, per constatare dal confronto diretto di allora che nell’attuale formazione del Città di Eraclea c’è il solo Marian come “superstite”, nel Mazzolada di adesso ritroviamo invece presenti gli otto undicesimi della formazione di allora. Qualche protagonista compariva già nelle liste del campionato 2000-2001 come mister Davì anche se nell’anno della promozione in prima categoria era Valentinuzzi a sedere nella panchina dei portogruaresi. Il Città di Eraclea affronta quest’ultimo impegno con un pesante aggravio alla già nutrita lista degli indisponibili: il bomber Franco Martin non può scendere in campo in quanto deve scontare una giornata di squalifica, granata spuntati in avanti perchè a questa assenza si deve sommare quella di Crosariol, altro attaccante di peso. Per affrontare il Mazzolada, squadra che ha avuto una partenza al di sotto delle aspettative e che è giunta ad Eraclea con il chiaro intento di provare a migliorare il proprio magrissimo bottino esterno formato da due soli punti, mister Tasca si affida in avanti al solo Marian. Le buone notizie in casa granata arrivano invece dai recuperi definitivi di Bozzatto ed Alberto Tonetto a centrocampo, il secondo era particolarmente atteso da tempo. La mancanza di un attaccante di grandissima esperienza come Franco Martin che possa fare da boa avanzata in fase di rimessa si sente fin da principio quando si vede il Città di Eraclea un po’ in difficoltà nelle ripartenze ed il Mazzolada spingere in avanti con insistenza sfruttando in particolar modo la fascia destra dove Corrias folleggia con delle scorribande che sono faticosamente tamponate dalla retroguardia eracleense. Un paio di buone aperture di quest’ultimo vanno a favore di Berardo che riceve palla sul fronte opposto per poi tentare la conclusione in porta, particolarmente pericolosa quella del 20′ minuto quando incrocia il tiro verso il secondo palo mancando di pochissimo il bersaglio grosso. Il Città di Eraclea non si desta e pecca specialmente quando si tratta di effettuare il passaggio conclusivo, i vari tentativi svaniscono nel nulla per l’imprecisione nell’effettuare i lanci verso l’area degli ospiti, Marian che ricopre il ruolo di unica punta si danna l’anima a rincorrere senza esito dei palloni impossibili ed il Mazzolada in fase difensiva recupera quasi sempre senza alcuna difficoltà per attuare poi un veloce rovesciamento di fronte che porta in varie occasioni gli ospiti alla conclusione peraltro senza mai inquadrare a dovere lo specchio della porta difesa da Giro. Ad inizio ripresa un’altra tegola va ad aggiungersi alla lista infortuni in casa eracleense, perchè Enrico Tonetto già in difficoltà alla vigilia subisce un duro colpo durante il primo tempo (nella foto a fianco) e si vede costretto poi a dare forfait all’ottavo della seconda frazione di gioco. Al suo posto viene inserito Bezerra, una seconda punta che va così a rafforzare il fronte offensivo del Città di Eraclea, la modifica sullo scacchiere si nota ben presto perchè già al 14′ minuto lo stesso Bezerra ruba palla sulla trequarti, scatta verso l’area e poi cerca di sorprendere il portiere dal limite, ma Argenton è bravo a compiere due passi all’indietro e a tuffarsi per deviare il pallone prima che si insacchi nell’angolo basso alla sua sinistra. La nuova coppia offensiva dell’Eraclea crea un’altra buona occasione da rete due minuti più tardi con Marian che palla al piede si incunea fra due difensori e poi calcia a mezza altezza verso il secondo palo finendo per esaltare nuovamente le doti plastiche di Argenton che vola per deviare in angolo. Prosegue l’azione d’attacco dei granata che durante il secondo tempo hanno rovesciato la situazione mantenendo costantemente in mano il pallino offensivo, il Mazzolada sembra in sofferenza nel contenere le veloci puntate del duo Bezerra Marian, quest’ultimo al 25′ scatta sul filo del fuorigioco prendendo un po’ tutti in velocità, entra solo in area ma si decentra permettendo al portiere di ridurre l’angolo di tiro, l’estremo ospite riesce così a salvare nuovamente la sua porta con un’altra deviazione in angolo. Al 35′ però Argenton non può opporsi al tiro dagli undici metri di Bozzatto che trasforma così un calcio di rigore assegnato dall’arbitro per un atterramento subìto da Margherito che scende come sempre da sinistra, quindi si accentra verso l’area penetrandovi in un pertugio fra due difensori, uno dei quali lo spinge sbilanciandolo e facendolo cadere. Il Città di Eraclea festeggia così la sua fiammata offensiva durata ben mezz’ora nel corso della ripresa, ma prima di rifiatare trova ancora la forza di sfiorare il raddoppio con Roman il quale dopo alcuni lanci fuori misura cerca di farsi perdonare battendo un calcio di punizione dalla trequarti di sinistra con pallone indirizzato direttamente in porta che mette i brividi al portiere portogruarese colpendo la traversa per poi terminare sul fondo. Mister Tasca richiama uno stanco Margherito per inserire Bincoletto, un ulteriore difensore, con l’intenzione di controllare il tentativo finale del Mazzolada di riagguantare il pareggio. Al 44′ è Giro a metterci una pezza con una deviazione in tuffo su una insidiosa conclusione di Grotto, ma due minuti più tardi cioè al primo di recupero l’instancabile e sgusciante Corrias cerca e trova il fallo da rigore quando decide palla al piede di puntare Sforzin che commette l’ingenuità di allargare una gamba dove l’avversario in velocità va ad incocciare rotolando a terra. Il penalty viene trasformato con freddezza da Fabio Bianco che permette così ai suoi di evitare proprio in extremis la quarta sconfitta esterna. In casa eracleense serpeggia invece un certo dispiacere per non aver trasformato durante il secondo tempo una delle occasioni da rete avute a disposizione, una vittoria avrebbe portato il Città di Eraclea in terza posizione.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*