Città di Eraclea – Meolo 3-0

CITTA’ DI ERACLEA
  MEOLO
Giro
1
Marton
Bortoluzzo
2
Fin D.
Fralonardo
3
Fin S.
Panont
4
Beraldo
Vallese
5
Venturato
Sforzin
6
Carrer
Roman
7
Coletto (73′ Fall)
Tonetto E.
8
Turchetto (84′ Fava)
Franco Martin
9
Zago
(61′ Bezerra) Crosariol
10
Marcuzzo
(76′ Margherito) Marian
11
Schioppalalba (69′ Fava)
Tasca
All.
Salgarella
Arbitro: Pasinetti di Venezia
Marcatori: 27′ Crosariol (E), 56′ Marian (E), 93′ Bezerra (E)
Note: Espulso Bortoluzzo (E) al 86′ per doppia ammonizione.
 
 Città di Eraclea - Meolo 3-0 Cronaca: Una vittoria che serve a far morale e classifica dopo le due sconfitte consecutive patite contro la Muranese ed il Bibione che avevano bruscamente interrotto il buon avvio di campionato dei ragazzi diretti da mister Tasca. Il successo ottenuto contro il Meolo non fa una grinza e va oltre al tre a zero riportato nel risultato finale se consideriamo le altre occasioni da rete che gli eracleensi non sono riusciti a finalizzare per un soffio: un palo, una traversa ed una paio di occasionissime sprecate che avrebbero potuto arrotondare il risultato trasformandolo in una goleada. Due sconfitte consecutive inevitabilmente destano una certa preoccupazione, a maggior ragione quando ci si ritrova ad affrontare la gara seguente gravati da certe assenze che nel caso del Città di Eraclea si chiamano: Da Riol, Follador, Zanusso, Bincoletto e Bozzatto. Il tecnico granata non si perde certamente d’animo ed opera alcune modifiche rispetto alla gara precedente schierando fra i titolari Bortoluzzo e Fralonardo in difesa e da fiducia a Marian in avanti che viene preferito a Margherito, in panchina poi si porta anche alcuni juniores. L’imperativo per il Città di Eraclea è quello di fare risultato per muovere una classifica che si è fermata dopo il pareggio interno con la Pro Mogliano, non è stato sfruttato il fattore campo nella precedente gara contro il Bibione perciò quella con il Meolo non è un’occasione da perdere. Seppur in maniera prudente, per evitare di subire un gol a freddo come nelle precedenti due gare, la squadra eracleense cerca da subito la porta avversaria ed al 6′ minuto è Franco Martin a provarci su calcio di punizione ma Marton è pronto a rispondere con un tuffo sulla destra per parare in due tempi. Gli ospiti sono ben imbrigliati dalla mediana e dalla retroguardia granata e non creano particolari pericoli per la porta difesa da Giro, mentre il Città di Eraclea partita con il piede giusto sblocca il risultato al 27′ minuto: Sforzin viene lanciato sulla sinistra, avanza sulla fascia e poi vede l’inserimento di Crosariol servendogli un assist sotto porta sul quale la punta eracleense si avventa con decisione anticipando di un soffio l’ultimo difensore ed il portiere, nell’azione Crosariol perde anche l’equilibrio ma riesce ugualmente da terra a ribadire in rete. La prima marcatura in maglia granata carica Crosariol che poco dopo, al 31′, va vicinissimo alla doppietta personale: Roman dalla linea mediana verticalizza in avanti verso il duo Marian Crosariol che si incrociano appena fuori area, quest’ultimo prende palla e dopo un breve ma veloce scatto libera un gran tiro che si stampa sul primo palo a mezza altezza facendo tremare la porta difesa da Marton, la sfera ricade al limite dell’area piccola dove Franco Martin in equilibrio precario non riesce a ribadire in rete a porta vuota. Raddoppio solamente sfiorato per il Città di Eraclea che ad inizio ripresa ha tutta l’intenzione di mettere il risultato al sicuro costringendo il Meolo alla difensiva per tutto il primo quarto d’ora. Al primo minuto Crosariol va ancora vicinissimo al gol ma vanifica un’ottima occasione: lanciato in contropiede da un preciso assist di Tonetto l’attaccante eracleense evita l’ultimo difensore ed il portiere in uscita ma poi calcia appena sopra il montante. Passano cinque minuti ed ecco Franco Martin ricevere palla sulla destra, avanzare fino a fondo campo per effettuare un calibratissimo traversone a favore dell’accorrente Crosariol, quest’utimo si eleva a centro area per un gran colpo di testa che scavalca Marton ma sbatte sulla traversa, è ancora un legno quindi a negare la doppietta allo scatenato Crosariol. Il raddoppio comunque è solo rimandato e lo firma Marian, il numero undici dopo un buon primo tempo condito da numerose incursioni offensive sfrutta nuovamente una delle sue potenti sgroppate per inserirsi in velocità su una palla proveniente dalle retrovie involandosi solitario verso la porta avversaria e giunto a tu per tu con Marton lo trafigge con una saetta di destro che si insacca sul secondo palo (nella foto a fianco). La gara a quel punto è virtualmente chiusa, risultano inutili anche le sostituzioni decise dalla panchina meolese perchè la sostanza non cambia: Città di Eraclea assoluta padrona del campo, ora può anche giocare in scioltezza e Meolo incapace di offendere trovando nella difesa granata un muro invalicabile. Il match perde brio nella fase centrale della ripresa per ravvivarsi nuovamente nel finale: al 41′ ecco l’unico neo nella prestazione degli eracleensi sotto forma di cartellino rosso che Bortoluzzo si vede sventolare per doppia ammonizione da un arbitro troppo fiscale in occasione del secondo giallo. Nello stesso periodo il Meolo chiama in causa l’estremo granata Giro per la prima volta quando Simone Fin dal limite lascia partire una insidiosa conclusione sulla quale il numero uno eracleense si tuffa per deviare in angolo guadagnandosi pure lui la sua razione di applausi. Al terzo di recupero c’è gloria anche per il neo entrato Bezerra che aggiunge il suo nome al tabellino dei marcatori grazie a Franco Martin, il capitano eracleense difende caparbiamente un pallone nella sua metà campo conquistando un calcio di punizione che batte all’improvviso lanciando lungo a favore del carioca, quest’ultimo scatta palla al piede ed entra in area dove viene rintuzzato da un difensore ma riesce ugualmente a trovare lo spiraglio per calciare beffando Marton che tocca la sfera ma non devia a sufficienza per evitare il gol, questa è anche l’azione conclusiva della gara. Una prova maiuscola quella del Città di Eraclea che si spera possa essere ripetuta ancora nell’immediato futuro.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*