Città di Eraclea – Noventa 3-1

CITTA’ DI ERACLEA
  NOVENTA
Giro
1
Finotti
(64′ Fralonardo) Bortoluzzo
2
Sfera
(70′ Tonetto E.) Bincoletto
3
Marian R.
Roman
4
Guerra A.
Vallese
5
Guerra G.
Sforzin
6
Giarolo
(84′ Zanusso) Marian E.
7
Sprezzola (46′ Ferrarese)
Tonetto A.
8
Girardi
Franco Martin
9
Nichele
Bozzatto
10
Giacomini
Margherito
11
Amadio (80′ Pasqualini)
Tasca
All.
Bergamo
Arbitro: Coccio Mario di Chioggia
Marcatori: 10′ Franco Martin (E), 31′ Giacomini (N), 38′ e 40′ (rig.) Franco Martin (E)
 
 Città di Eraclea - Noventa 3-1 Cronaca: Le tre sconfitte appena subite, alcune assenze e la ravvicinanza degli impegni con tre gare da giocare in otto giorni sono motivi sufficienti per impensierire qualsiasi squadra ed il Città di Eraclea non poteva certo fare eccezione. Dopo il terzo stop di fila subìto a San Michele mercoledì sera l’imperativo in casa granata richiamava Franco Martin e compagni ad una pronta riscossa per lasciarsi alle spalle quella mini serie negativa che avrebbe rischiato, in caso di prolungamento, di minare la compattezza, la convinzione e la fiducia nei propri mezzi, qualità grazie alle quali la compagine eracleense aveva positivamente sorpreso in qualità di neopromossa. Quando la nave si ritrova in mezzo ad una tempesta è proprio il capitano a prendere in mano il timone della stessa per condurla verso lidi più tranquilli come ha fatto capitan Franco Martin in occasione di questa ultima gara che vedeva la sua squadra affrontare il Noventa di Piave. Un avversario di tutto rispetto, nonostante accusasse alcune assenze la squadra ospite dimostra fin dall’inizio di non essere giunta al Comunale di Eraclea per accontentarsi di un pareggio, lo si comprende dalla verticalizzazione iniziale che porta Alberto Guerra a concludere verso la porta eracleense dopo un solo minuto, Giro blocca la sfera. La risposta dell’Eraclea non si fa attendere, Franco Martin chiama in causa Finotti al 2′ minuto di gioco con un calcio di punizione dai 20 metri che il portiere ospite para tuffandosi alla sua destra. La gara si snoda con dei continui ribaltamenti di fronte mantenendo viva l’attenzione del pubblico presente, al 10 minuto l’eracleense Marian che di nome fa Emanuele riceve palla sulla destra ma percorso qualche metro subisce fallo da Riccardo, il Marian noventano, il conseguente calcio di punizione viene battuto da Sforzin che effettua uno spiovente indirizzato al centro area dove Franco Martin si eleva con una perfetta scelta di tempo che gli permette di anticipare Gabriele Guerra per il colpo di testa che manda la palla alle spalle di Finotti. L’immediata reazione del Noventa porta gli ospiti a conquistare alcuni calci d’angolo, ma Giro coadiuvato dai suoi compagni del reparto difensivo montano una buona guardia neutralizzando di volta in volta i tentativi ospiti di pervenire al pareggio. Tutto fila liscio per il Città di Eraclea fino al 31′ minuto quando un traversone del Noventa diretto nell’area granata viene respinto di testa da Bortoluzzo, la palla diventa preda di Giacomini il quale estrae dal cilindro un gran colpo: si aggiusta il pallone e poi lascia partire una gran conclusione che va ad insaccarsi all’incrocio dei pali dove l’incolpevole Giro non può certo arrivarci nonostante il tuffo. Senza dubbio una bella rete che infuoca non solo il pubblico ospite ma carica ulteriormente gli uomini di mister Bergamo ora protesi alla ricerca della seconda marcatura. Il Città di Eraclea non sembra però accusare il colpo e riprende a macinare gioco offensivo come se niente fosse successo ritornando in vantaggio nel giro di pochi minuti con un grande gesto tecnico del proprio capitano. Margherito recupera palla fuori area e la rimette verso il centro dove Franco Martin si coordina per una spettacolare rovesciata che indirizza la palla nell’angolo alla sinistra di uno stupefatto Finotti (nella foto a fianco). Due minuti più tardi i padroni di casa mettono una serie ipoteca sulla vittoria finale grazie a Margherito che palla al piede si incunea in area dove c’è il tentativo di chiusura di un paio di difensori, fra i due è Sfera a spingerlo alle spalle mandandolo a terra. L’arbitro fischia senza indugi ed indica il dischetto del rigore, Franco Martin sistematosi il pallone non si lascia scappare l’occasione di realizzare la sua seconda tripletta stagionale dopo quella messa a segno contro il Marghera. Memore dell’errore dagli undici metri commesso la domenica precedente questa volta angola a sufficienza la conclusione cogliendo l’angolino basso alla destra del portiere noventano. Primo tempo che si conclude quindi con un rassicurante 3-1 a favore degli eracleensi e ripresa che inizia con la novità fra le fila ospiti di Ferrarese che rileva Sprezzola. Mister Bergamo si aspetta da lui una maggiore incisività sulla fascia e difatti Ferrarese diventa una spina nel fianco per l’Eraclea proprio sulla corsia di sinistra che percorre a più riprese incuneandosi fino a fondo campo da dove rimette degli invitanti palloni verso il centro che non vengono però sfruttati a dovere dai suoi compagni di squadra. Gli ospiti finiscono inevitabilmente per sbilanciarsi e si aprono delle praterie per il contropiede del Città di Eraclea, i padroni di casa si ritrovano fra i piedi numerose occasioni per incrementare il vantaggio fino a punteggi tennistici ma queste vengono tutte fallite. Al 15′ su un lungo rilancio con i piedi di Giro la palla ricade sulla trequarti dove Franco Martin scatta sul filo del fuorigioco, dribbla l’ultimo difensore ed entra solo in area, a quel punto per un eccesso di altruismo serve alla sua destra per l’accorrente E. Marian ma un difensore ospite in affannoso recupero riesce a deviare l’assist sventando una seria minaccia. Occasione da gol per Margherito al 23′ minuto, il granata scatta sulla sinistra palla al piede, converge poi verso il centro liberandosi della marcatura e si presenta solo in area, a quel punto però nel tentativo di saltare anche il portiere Finotti, che nel frattempo è uscito dai pali, si fa anticipare da quest’ultimo bravo e coraggioso a tuffarsi ai suoi piedi per soffiargli il pallone. Un solo minuto dopo azione simile alla precedente, cambia la fascia che è quella destra e l’attaccante eracleense, questa volta si tratta di Marian che penetra in solitaria allo stesso modo nell’area noventana con il portiere ospite che arrischia lo stesso tipo di intervento per salvare la sua porta con la sostanziale differenza che manca il pallone e finisce per agganciare una gamba di E. Marian il quale stramazza al suolo. L’arbitro nell’occasione non ha il coraggio di fischiare il secondo rigore e si inventa un calcio d’angolo che proprio non esiste. Sull’altra sponda il Noventa non si da per vinta tanto facilmente e prosegue nella ricerca di quel secondo gol che riaprirebbe la gara, ma nonostante il buon numero di palloni giocati all’attacco la difesa granata riesce sempre ad avere la meglio. La girandola di sostituzioni messa in atto da mister Tasca da spazio anche a Zanusso il quale appena entrato sfiora il gol con una conclusione in diagonale da destra verso il secondo palo che esce di pochissimo. Al triplice fischio finale gli eracleensi possono concedersi quella euforia di spogliatoio che mancava dal 18 gennaio, successo di misura sul Cessalto. Protagonista della gara è stato senza dubbio Franco Martin il quale con la sua tripletta ha riportato la sua squadra alla vittoria, da incorniciare la sua seconda marcatura in rovesciata che sommata alla bella rete realizzata dal noventano Giacomini meritano senza dubbio il prezzo del biglietto d’entrata.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*