Città di Eraclea – Nuova Caorle 4-0

Città di Eraclea

Nuova Caorle

 
Giro Vettori
Simonetto Nardin
(77′ Finotto) Cimadon
Da Riol Malocco
Sforzin Geretto
Vallese Cibin
Follador Balduit
Tonetto E. (60′ Montagner)
(81′ Stefanel) Bellinazzi
Roman Presotto
Franco Martin (75′ Rizzetto)
Tonetto A. Gabbatel
(65′ Marian) Milan
Margherito (46′ Benatelli)
All. Tasca All. Stefanutto
 
Arbitro: Selva Andrea di Portogruaro
 
Marcatori: 18′ (rig.) e 83′ Franco Martin (E), 65′ Marian (E), 68′ Tonetto E. (E)
 
 Città di Eraclea - Nuova Caorle 4-0

Alberto Tonetto

“Formazione che vince non si cambia” recita un vecchio adagio del calcio che sembra essere stato adottato anche da mister Tasca con la chiara intenzione di allungare il più a lungo possibile questa entusiasmante striscia vincente del Città di Eraclea che ora ha toccato quota sei dopo la vittoria sul Nuova Caorle che andiamo a raccontarvi. Ad essere precisi rispetto all’undici che è sceso in campo la precedente domenica per affrontare il Sindacale una modifica il mister granata la ha dovuta fare: vista l’indisponibilità di Conte la maglia numero dieci questa volta è stata affidata ad Alberto Tonetto che ha così debuttato da titolare accanto al fratello Enrico. Per il resto non ci sono particolari novità da segnalare fra le fila eracleensi con le consuete defezioni di Zanusso, Daneluz e Bincoletto in attesa di essere recuperati, ma con Finotto in panchina pronto a dare il suo apporto dopo il veloce recupero dal recente intervento al ginocchio. La Nuova Caorle arriva al comunale di Eraclea fresca del successo in chiave salvezza ottenuto ai danni del Villanova e per questa trasferta può essere considerato un risultato gradito anche il pareggio. Un risultato che invece non è preso in considerazione dal Città di Eraclea intenzionata a raccogliere tre punti anche da questo match, perchè un pari rallenterebbe la sua rincorsa verso le posizioni più nobili della classifica. Durante i primi minuti le buone intenzioni dei granata sembrano trovare un duro ostacolo in un’avversaria schierata a chiudere ogni varco nella propria metà campo e particolarmente decisa in ogni scontro uomo contro uomo. Al 18′ minuto ecco però l’episodio che modifica gli equilibri in campo: l’Eraclea batte un calcio d’angolo con palla a spiovere al limite dell’area piccola, il portiere ospite si alza dalla mischia per abbrancare il pallone che però gli sfugge e contemporaneamente si sente il fischio dell’arbitro che anticipa la ribattuta in gol da parte di Alberto Tonetto che segna quindi a gioco fermo. Oltre al fischio il direttore di gara indica anche il dischetto del rigore fra le vibranti proteste dei bianco-azzurri che sembrano non comprendere il motivo di tale decisione, in realtà c’è stata una “cravatta” di Geretto ai danni di Follador che lo atterra impedendogli il colpo di testa (nella foto). Il penalty viene trasformato con freddezza da Franco Martin con palla da una parte e portiere dall’altra (video). Il vantaggio però non desta più di tanto la formazione diretta da mister Tasca che sembra non avere lo stesso smalto di quella vista la precedente domenica a Concordia con il Sindacale. Gli ospiti ne approfittano per abbozzare una reazione e rispetto ai primi minuti ora si affacciano con maggiore insistenza dalle parti di Giro la cui porta pare comunque essere ben presidiata grazie anche all’apporto di Vallese e compagni del reparto arretrato i quali concedono ai caorlotti solamente un paio di tiri dalla bandierina. L’Eraclea alla mezz’ora ha invece una grossa chance per il raddoppio con il solito Franco Martin il quale lanciato in contropiede sul centro sinistra evita la diretta marcatura dell’ultimo uomo ma poi davanti a Vettori calcia al lato (nella foto). Si è prossimi all’intervallo e l’arbitro concede due minuti di recupero, al termine del primo arriva l’evento che sposterà definitivamente l’ago della bilancia a favore dei padroni di casa: Franco Martin viene ancora una volta lanciato nello stesso settore e rincorre il pallone assieme a Geretto, al momento di raggiungerlo i due hanno un contatto fisico ed il difensore del Caorle termina a terra lamentando dolore. Accorre anche l’arbitro per accertarsi sulle condizioni fisiche del numero 5 caorlotto il quale si rialza protestando vivacemente per un colpo subìto e probabilmente gli scappa quella parola di troppo che porta il direttore di gara ad estrarre il cartellino rosso. Ci si aspetta un’Eraclea padrona del campo ad inizio ripresa, vista anche la superiorità numerica, in realtà i granata non accelerano il ritmo della gara manovrando in tutta tranquillità per il primo quarto d’ora. Le cose iniziano a cambiare subito dopo e lo si vede già al 17′ minuto quando Enrico Tonetto prova la conclusione dalla distanza con una staffilata che chiama il portiere Vettori alla deviazione con i pugni in tuffo. Due minuti più tardi mister Tasca richiama in panchina Alberto Tonetto mettendo in campo Marian al quale bastano solo 60 secondi per realizzare la sua prima rete stagionale. Follador lancia Franco Martin sulla destra il quale giunto a fondo campo effettua un delizioso assist verso l’area piccola dove l’accorrente Marian appoggia di piatto in fondo al sacco. Il secondo gol sembra non bastare ai padroni di casa che mantengono la medesima pressione offensiva triplicando così il vantaggio nel giro di tre minuti: Enrico Tonetto svaria palla al piede poco fuori del vertice sinistro dell’area, guarda la porta per poi lasciar partire una forte conclusione in diagonale che colpisce il palo interno a mezza altezza e si insacca dalla parte opposta, niente da fare per il portiere. La gara a quel punto può considerarsi chiusa e l’Eraclea gioca in scioltezza cercando di mantenere il possesso di palla. Entra anche Finotto, per lui è un momento molto importante perchè si tratta del ritorno al calcio giocato dopo l’intervento al ginocchio di fine estate. Il ritrovato centrocampista granata al 38′ guadagna un calcio di punizione dai 20 metri che Franco Martin calcia alto e forte, Vettori ci mette del suo cercando una deviazione con i pugni che non gli riesce permettendo al pallone di infilarsi appena sotto la traversa (nella foto). Per il capitano granata una doppietta che lo porta solitario in vetta alla classifica marcatori, ma al 42′ anche Marian ha l’occasione buona per il bis personale quando viene servito in area a pochi passi dalla porta, a quel punto però cincischia un po’ troppo con la palla e si fa recuperare da un difensore. Una quinta rete sarebbe stata una punizione eccessiva per la Nuova Caorle la quale finchè è stata in parità numerica ha discretamente tenuto il campo. Il Città di Eraclea invece raccoglie questa ennesima vittoria a dimostrazione che il lavoro svolto da mister Tasca a lungo andare sta dando i propri frutti, ora i granata sono attesi da due impegnative gare: prima c’è da affrontare l’Altino che in casa è un temibile avversario per tutti e poi ad Eraclea arriverà quel Treporti che sta attraversando un ottimo periodo di forma.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*