Città di Eraclea – Pro Mogliano 1-1

CITTA’ DI ERACLEA
PRO MOGLIANO
Giro
1
Bigaglia
Panont
2
Tondato E.
(68′ Marian) Zanusso
3
Tondato M.
Sforzin
4
Cicerello
Vallese
5
Simeoni
Bozzatto
6
Touta
Tonetto
7
Pastrello (56′ Pasquali)
Follador
8
De Bei
Franco Martin
9
Bertoldo
Crosariol
10
Vendramin
(88′ Bezerra) Margherito
11
Barbaro (84′ Tekeli)
Tasca
All.
Pesce
Arbitro: Moreno di Padova
Marcatori: 67′ Barbaro (PM), 94′ Franco Martin (E)
Note: Espulso Follador (E) al 84′ per doppia ammonizione.
 Città di Eraclea - Pro Mogliano 1-1 Cronaca: Con un finale al cardiopalma il Città di Eraclea riesce ad agguantare proprio all’ultimo istante un pareggio che le sta addirittura stretto se vogliamo considerare le varie occasioni da rete avute nell’arco della gara. Alla viglia del match la dirigenza granata avrebbe certamente firmato per un pari vista la consistenza della squadra avversaria che si andava ad affrontare, ma dopo aver visto la partita ci sembra dovuto rivolgere un complimento a mister Tasca ed a tutti i suoi ragazzi per la determinazione, l’impegno e l’attenzione con cui hanno affrontato la Pro Mogliano mettendola spesso in difficoltà. Alle consuete assenze di Da Riol ed Alberto Tonetto per il Città di Eraclea all’ultimo momento si aggiunge quella del difensore Bincoletto che mister Tasca sostituisce con Zanusso. La partenza dei granata coglie di sorpresa i moglianesi che nel primo quarto d’ora non riescono mai ad offendere standosene costantemente sulla difensiva, la gara si infiamma già al primo minuto con una giustificata protesta dell’Eraclea che chiede il calcio di rigore per un affossamento di Franco Martin in area, nell’occasione l’arbitro si trovava lontano dall’azione e non se l’è sentita di fischiare la massima punizione. Al 6′ Follador riceve palla sulla sinistra, prepara la conclusione e da posizione decentrata di destro lascia partire un rasoterra che sembra destinato all’angolo basso, ma il lungo Bigaglia si distente in tuffo per deviare in angolo. Passano due minuti e l’arrembante Eraclea è ancora minacciosa in avanti con un ponte di Franco Martin a favore di Crosariol il quale di testa supera l’estremo ospite ma la palla picchia sulla traversa (nella foto a fianco). Nei minuti a seguire la Pro Mogliano esce dal guscio senza mai rendersi pericolosa ed il pallino del gioco rimane prevalentemente in mano dei padroni di casa ai quali manca però la conclusione vincente. Ci prova pure Franco Martin al 35′ su calcio di punizione, ma la sua sventola viene deviata a pugni uniti da Bigaglia che alza la palla in angolo. Nonostante i generosi sforzi profusi dai granata il risultato non si sblocca e si va al riposo sullo zero a zero. La ripresa inizia allo stesso modo del primo tempo: Città di Eraclea da subito in avanti capace di creare una incredibile doppia occasione da gol al terzo minuto. Tutto nasce dai piedi di Margherito che percorre la fascia sinistra e poi effettua un traversone sul quale si avventa Tonetto lesto a battere di prima intenzione verso la porta avversaria, il portiere è battuto ma un difensore sulla linea devia con la schiena in maniera del tutto casuale, nel proseguo di questa concitata azione ecco il colpo di testa di Franco Martin per la seconda traversa di marca eracleense. Il Città di Eraclea impreca contro la sfortuna, ma il peggio per i padroni di casa deve ancora venire, passata la sfuriata iniziale i granata cominciano a rifiatare permettendo alla Pro Mogliano di avanzare il proprio baricentro e di farsi minacciosa per la prima volta dalle parti di Giro. La prima avvisaglia giunge al 6′ minuto quando l’esperto e grintoso Cicerello avanza dalla mediana palla al piede e giunto nei pressi dell’area lascia partire una insidiosa conclusione che va a colpire la parte alta della traversa mettendo i brividi al portiere di casa. A seguire la difesa granata viene chiamata in causa in più di un’occasione a volte salvandosi in calcio d’angolo. Al 22′ arriva la discussa azione del vantaggio ospite: Bertoldo rimane a terra immobile nei pressi del centrocampo per un presunto colpo subìto, la Pro Mogliano è in possesso di palla e da parte di alcuni giocatori di entrambi gli schieramenti giunge l’invito di mettere fuori il pallone per soccorrere l’infortunato. Ci si aspetta che Vendramin accolga l’invito ed invece accelera all’improvviso sulla fascia effettuando poi un traversone per Barbaro che in solitaria aveva seguito l’azione. A quel punto, del tutto indisturbato, il numero undici moglianese di testa gira la palla imparabilmente alle spalle di Giro. Pronta la reazione dei padroni di casa che faticano però a trovare degli sbocchi nella presidiata metà campo avversaria, anche se l’innesto di Marian al posto di Zanusso sembra aver ravvivato con i suoi veloci guizzi l’azione offensiva della propria squadra. Per il gruppo diretto da mister Tasca le cose si complicano non poco al 39′ quando Follador riceve il secondo cartellino giallo lasciando i suoi compagni in inferiorità numerica. A quel punto si vede il grande cuore granata, nonostante la stanchezza per la generosa gara disputata e l’inferiorità numerica l’Eraclea schiaccia i trevigiani nella loro metà campo ma deve ancora imprecare contro la sfortuna al 46′ quando su un cross di Tonetto l’indomabile Franco Martin si alza per il colpo di testa che va ad incocciare vicino all’incrocio dei pali strozzando l’urlo in gola ai tifosi eracleensi. Il merito dei granata è però quello di crederci fino all’ultimo istante ed è proprio allo scadere che la loro tenacia viene premiata, siamo oramai quasi al termine dell’ultimo minuto di recupero ed il Città di Eraclea guadagna un altro calcio d’angolo. L’arbitro fa cenno che c’è solo il tempo per la battuta dalla bandierina, nell’area moglianese sono presenti tutte e due le squadre al completo a formare una specie di bolgia. Ecco la battuta di Tonetto, la palla spiove sotto porta dove più in alto di tutti, con una formidabile scelta di tempo, svetta capitan Franco Martin, questa volta la sua zuccata non perdona e la rete si gonfia facendo esplodere di gioia tutti i suoi compagni di squadra in campo ed i tifosi sulla tribuna allontanando proprio all’ultimo istante l’incubo di una sconfitta che sarebbe stata del tutto immeritata. Il campionato è appena iniziato e sarà certamente lungo ed impegnativo un po’ per tutti, ma dopo le prime due giornate la matricola Città di Eraclea ha certamente acquisito maggiore fiducia per affrontare questo lungo ed insidioso cammino.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*