Città di Eraclea sconfitta anche nel recupero della 15^ di andata

 Città di Eraclea sconfitta anche nel recupero della 15^ di andata Con questo 3-1 subìto a Mestre il Città di Eraclea vede sfumare le residue speranze di uscire dal pantano dei play-out prima della fine del campionato. Relegata in penultima posizione assieme al Bibione a differenza delle altre squadre di bassa classifica la compagine granata aveva l’occasione di racimolare punti pesanti in chiave salvezza giocando questo recupero. L’impresa non era certamente delle più facili perchè il Città di Eraclea andava a far visita ad un Real San Marco in piena forma che si sta giocando l’accesso ai play-off. La gara inizia male per i ragazzi di mister Piccolo che al primo minuto di gioco si ritrovano già in svantaggio. Nonostante la formazione largamente rimaneggiata con diverse assenze tamponate da alcuni juniores il Città di Eraclea reagisce positivamente mettendo alla frusta l’avversario ed andando vicinissima al pareggio in diverse occasioni durante la prima frazione di gara. Ad inizio ripresa arriva il meritato pareggio realizzato da Polesel appena entrato ed un paio di minuti dopo a causa di un mani in area commesso da un difensore mestrino l’arbitro assegna il calcio di rigore a favore degli eracleensi che stanno mettendo in seria difficoltà i padroni di casa. E’ l’episodio che può cambiare il volto alla gara, Bullo si porta sul dischetto per la battuta ma la sua conclusione è troppo centrale ed il portiere para a terra. Il Città di Eraclea comunque non demorde e prosegue a spingere in avanti con grande cuore e senza alcun risparmio di energie, ma ancora una volta la malasorte è in agguato. Infatti un paio di amnesie difensive dei granata spalancano le porte alla vittoria del Real San Marco che ha fatto vedere ben poco per meritarla, ma come sappiamo bene nel calcio vince sempre chi la mette dentro più volte indipendentemente dai propri meriti. E’ un momento veramente nero per il Città di Eraclea alla quale manca un po’ tutto, prima di tutto un pizzico di fortuna in più in questa annata iniziata sotto i peggiori auspici e che sta proseguendo a singhiozzo solo grazie a pochi ma meritevoli collaboratori, primo fra tutti mister Lorenzo Piccolo il quale in mezzo a mille difficoltà non si è ancora dato per vinto e continua a “timonare” la sua nave in mezzo al mare in tempesta. Fino a quando?

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*