Città di Eraclea Crepaldo – Gainiga 0-3

Il risultato finale rispecchia quanto si è visto sul campo, alla grinta ed alla determinazione degli ospiti gli eracleensi hanno contrapposto una prova assai opaca di tutti i reparti incassando inevitabilmente una pesante quanto meritata sconfitta interna. Lo si era intuito fin dai primissimi minuti del match, il Gainiga per nulla timoroso di affrontare fuori casa una avversaria che aveva vinto le prime due gare e perso la terza in maniera immeritata parte a spron battuto prendendo possesso della zona mediana del

campo e distendendosi in avanti con delle precise triangolazioni che spesso liberano un uomo alla conclusione in porta. Il Città di Eraclea stenta a reagire, traballa e finisce sotto alla prima palla-gol costruita dagli ospiti che al termine di una bella triangolazione portano Franzoi già al 6′ minuto ad infilare con facilità dalla sinistra l’incolpevole Dalla Libera. Il centrocampo verde-granata, oltretutto privo di un Manuel Finotto arretrato in terza linea, soffre la grinta di quello avversario e le palle giocabili per gli avanti sono davvero rare. In attacco esordio dal primo minuto per Niccolò Rippa, il giovane attaccante si danna l’anima per uscire dalla stretta morsa dei difensori ospiti ma con le buone o con le cattive maniere gli viene sempre impedito di liberarsi per la conclusione. Poco prima del 20′ l’azione che fa gridare alla rete del pareggio ma la conclusione di Bucciol scagliata appena dentro l’area di rigore e senza pressioni avversarie lambisce il palo alla destra di Finotti, che nell’occasione era battuto, ed esce sul fondo. Si tratta comunque di un fuoco di paglia perchè gli eracleensi faticano a pungere in avanti e contrapponendo poca resistenza a centrocampo appesantiscono il lavoro del reparto difensivo che continua a soffrire il brio dell’azione ospite. Mister Cortello ha un diavolo per capello e già al 35′ del primo tempo opera il primo cambio richiamando Longo per far posto al giovane Pavan. Chuisa la prima frazione di gara ci si aspetta una ripresa di differente spessore da parte del Città di Eraclea Crepaldo ed invece i minuti trascorrono senza notare miglioramenti di alcun genere, ecco quindi il secondo avvicendamento con Toffolon che va a rilevare uno spento Niccolò Rippa il quale dopo aver dato molto sul piano fisico durante il primo tempo ora non spinge più in avanti. L’unica rete di svantaggio e buona parte della ripresa ancora da giocare lascia ancora speranze di rimonta ai padroni di casa che vengono ben presto raffreddate dalla rete del raddoppio del Gainiga: è da poco trascorso il quarto d’ora quando l’arbitro assegna un contestato calcio di punizione agli ospiti che viene calciato con astuzia da Finotto (quello ospite…) che indirizza un maligno rasoterra sotto alla barriera verde-granata che aveva contemporaneamente saltato con la conseguenza per Dalla Libera di vedersi inesorabilmente trafitto (nella foto sottostante). La seconda rete è come una mazzata per l’Eraclea che in breve subisce anche la terza a seguito di una classica azione di rimessa, con velocità e precisione gli ospiti liberano Borsoi in area il quale conclude da posizione defilata battendo Dalla Libera sul secondo palo. A questo punto per il Gainiga diventa tutto facile, gli ospiti hanno anche il merito di non tirare i remi in barca nemmeno sul 3-0 mettendo pressione ai portatori di palla eracleensi in qualsiasi zona del campo. Per il Città di Eraclea Crepaldo una domenica assolutamente da dimenticare, una di quelle giornate dove nulla ti va bene nemmeno trovare la rete della bandiera e le occasioni per quest’ultima ci sarebbero anche state: un evidente calcio di rigore non concesso sullo 0-3 per un fallo di mani in area, un bel colpo di testa di Biasini uscito di un soffio a portiere battuto e l’occasionissima capitata a tempo oramai scaduto sui piedi di Bucciol il quale solissimo e con il numero uno del Gainiga rimasto fermo in porta ha preferito calciare debolmente da fuori area invece di fare qualche altro passo. A fine gara uno sconsolato Sandro Cortello non ha voluto lasciare dichiarazioni, ma sono emblematiche le parole del veterano Alessandro Boatto, uno dei pochissimi a salvarsi in questa giornata negativa assieme al giovane Gianmarco Pavan: «si vince e si perde in tutti, quest’oggi nessun reparto merita la sufficienza in particolar modo il centrocampo incapace perfino di fare qualche fallo tattico a differenza di come ha agito per tutta la gara la grintosa mediana del Gainiga». Gli fa eco il d.s. Giuseppe Filippi: «la gara si è decisa a centrocampo, la superiorità di quello ospite ha pesato sull’andamento della gara, ora ci sarà una domenica di sosta che ci permetterà di riprenderci al meglio da questa sconfitta, alla ripresa del campionato saremo certamente pronti per affrontare al meglio la prossima trasferta di Chiarano».

Città di Eraclea Crepaldo – Gainiga 0-3

Marcatori: p.t. 6′ Franzoi (G), s.t. 16′ Finotto (G), s.t. 20′ Borsoi (G).

Città di Eraclea C.: Dalla Libera, Biasini, Boatto, Sartorel (s.t. 16 ‘Nesto), Balduit, Finotto, Tonon, Rippa N. (s.t. 9′ Toffolon), Longo (p.t. 35’ Pavan), Bucciol, Lucchetta. All.: Cortello.

Gainiga: Finotti, Schioser, Marcon, Doretto, Puppin, Basei (s.t. 13′ Morando), Finotto (s.t. 31′ Caria), Zanutto, Borsoi (s.t. 23′ Mariuzzo), Zottino, Franzoi. All.: Ceccato.

Arbitro: Marchini di San Donà di Piave.

 Città di Eraclea Crepaldo - Gainiga 0-3

La barriera dell’Eraclea salta e la punzione di Finotto passa sotto… è il gol del 2-0.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*